Portineria Milano

Blog di

di Alessandro Da Rold

Aurelio, l'autista di Bossi nella notte dell'ictus, si candida al consiglio della Lega

Blog post del 30/06/2012

Era lo storico autista di Umberto Bossi, ex leader della Lega Nord. C'era lui la notte dell'11 marzo 2004, quando il Senatùr si sentì male e fu portato di corsa in un ospedale di Varese, tra la neve, il freddo e la paura della moglie Manuela Marrone. Aurelio Locatelli in questi anni è spesso rimasto in disparte, non ha mai concesso interviste, ma ora ha deciso di candidarsi al consiglio federale della nuova Lega di Roberto Maroni. «Quello è un matto simpaticissimo, ma non ce la farà mai», spiega un leghista bergamasco che lo conosce bene. «Idolo l'Aurelio», chiosa un altro militante padano. Ora sembra provarci: entrare nella stanza dei bottoni del movimento.

Del resto, Locatelli fu allontanato proprio dalla Marrone dopo quella notte del marzo del 2004, ma poi fu di nuovo riportato in Bellerio dall'ex segretario nazionale lombardo Giancarlo Giorgetti. Ha svolto per lui le funzioni di autista per qualche anno, poi ha trovato un incarico come segretario in una circoscrizione leghista nella bergamasca. Ora punta al federale. Quello che stabilisce la linea politica del Carroccio. «Con quello che so potrei scrivere un libro», va ripetendo in questi mesi. Perché di certo, lui, di cosa ne sa. E tante. Soprattutto su quella notte, sul malore del Capo, l'ictus e la leggenda-poi più volte smentita-della notte passata con la showgirl Luisa Corna. Parlerà mai l'Aurelio? Non si sa.

Al momento, si limita a sfidare gli altri sei candidati al congresso. Insieme con lui ci sono Giacomo Stucchi, Gianni Fava, Marco Desiderati, Simonetta Bordonali e Andrea Mascetti. «Difficile che ce la faccia, ha dovuto chiedere le firme per la sua candidatura fino all'ultimo», ci spiegano. Del resto, Locatelli non è l'unico tra gli autisti della Lega ad essersi ritagliato una pagina storica del movimento leghista. Pure Pino Babbini viene ricordato spesso e volentieri. Senza dimenticare gli ultimi, come Alessandro Marmello, che ha raccontanto in lungo e in largo la vita agiata del Trota Renzo, il figlio del Senatùr.  

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Lucchini, firmato l'accordo di programma

Rossi: “250 milioni per Piombino”

Berlusconi: se passa la riforma del Senato l’Italicum è incostituzionale

Renzi «si è presentato come un simpatico rottamatore. Ora a poco a poco, si sta trasformando in un simpatico tassatore»

Crolla una croce dedicata a Wojtyla, muore un ragazzo di 21 anni

Il giovane è stato schiacciato dalla croce del Cristo Redentore realizzata in occasione della visita, nel 1998, di Giovanni Paolo II a Brescia

Tre trucchi usati dai pubblicitari per vendere di più

Sono raffinati strategemmi psicologici che tendono a mettere in buona luce il prodotto reclamizzato
SHARE

Tre bevande che (dicono) ti faranno perdere peso

Immagine tratta da Flickr @bertholf
Non sono i classici beveroni che fanno più male che bene: prodotti naturali per chi è in emergenza
SHARE

Innamorarsi a Pyongyang: la vita di coppia in Nordcorea

Come funzionano gli appuntamenti? Come ci si conosce? Quali ostacoli? Il racconto di un esiliato
SHARE

Cinque cose che forse non sapevate su Shakespeare

Nel giorno del suo compleanno che, e questa è la prima cosa, coincide con quello della sua morte
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Persone che leggono nella mente: come comunica chi resta in stato semivegetativo

Cercano, attraverso scansioni cerebrali di mettersi in contatto con chi è a metà tra la vita e la morte

Perché un libro di economia di oltre 700 pagine è diventato un bestseller

Thomas Piketty ha regalato alla sinistra americana una struttura solida dove coltivare le proprie idee

Come riportare in vita una foresta devastata

I grandi disastri di solito non hanno rimedio, la forza distruttiva dell’uomo ha modificato il paesaggio in modo radicale. Ma ora le cose possono cambiare