Blog di

di Alessandro Da Rold

Aurelio, l'autista di Bossi nella notte dell'ictus, si candida al consiglio della Lega

Blog post del 30/06/2012

Era lo storico autista di Umberto Bossi, ex leader della Lega Nord. C'era lui la notte dell'11 marzo 2004, quando il Senatùr si sentì male e fu portato di corsa in un ospedale di Varese, tra la neve, il freddo e la paura della moglie Manuela Marrone. Aurelio Locatelli in questi anni è spesso rimasto in disparte, non ha mai concesso interviste, ma ora ha deciso di candidarsi al consiglio federale della nuova Lega di Roberto Maroni. «Quello è un matto simpaticissimo, ma non ce la farà mai», spiega un leghista bergamasco che lo conosce bene. «Idolo l'Aurelio», chiosa un altro militante padano. Ora sembra provarci: entrare nella stanza dei bottoni del movimento.

Del resto, Locatelli fu allontanato proprio dalla Marrone dopo quella notte del marzo del 2004, ma poi fu di nuovo riportato in Bellerio dall'ex segretario nazionale lombardo Giancarlo Giorgetti. Ha svolto per lui le funzioni di autista per qualche anno, poi ha trovato un incarico come segretario in una circoscrizione leghista nella bergamasca. Ora punta al federale. Quello che stabilisce la linea politica del Carroccio. «Con quello che so potrei scrivere un libro», va ripetendo in questi mesi. Perché di certo, lui, di cosa ne sa. E tante. Soprattutto su quella notte, sul malore del Capo, l'ictus e la leggenda-poi più volte smentita-della notte passata con la showgirl Luisa Corna. Parlerà mai l'Aurelio? Non si sa.

Al momento, si limita a sfidare gli altri sei candidati al congresso. Insieme con lui ci sono Giacomo Stucchi, Gianni Fava, Marco Desiderati, Simonetta Bordonali e Andrea Mascetti. «Difficile che ce la faccia, ha dovuto chiedere le firme per la sua candidatura fino all'ultimo», ci spiegano. Del resto, Locatelli non è l'unico tra gli autisti della Lega ad essersi ritagliato una pagina storica del movimento leghista. Pure Pino Babbini viene ricordato spesso e volentieri. Senza dimenticare gli ultimi, come Alessandro Marmello, che ha raccontanto in lungo e in largo la vita agiata del Trota Renzo, il figlio del Senatùr.  

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

La navetta spaziale Virgin Galactic si schianta: un morto e un ferito

Incidente durante un volo di test dello “spazioplano”' sub-orbitale sperimentale. La società del magnate Richard Branson: "sperimentata un'anomalia"

Burkina Faso, vince la rivoluzione. Compaoré lascia: “Ora elezioni libere”

Questa mattina un milione, forse un milione e mezzo di persone hanno occupato la piazza della Nazione, nel centro della capitale Ouagadougou

Mps, Alexandria; Mussari condannato a tre anni e sei mesi

Insieme a Baldassarri e Vigni per ostacolo alla vigilanza sull’operazione Alexandria

Altro che Halloween, vi presentiamo le vere streghe

Donne emarginate ma con un potere enorme e grande fascino: facevano paura, e vennero demonizzate
SHARE

La dura vita di uno scheletro

Tutto molto più difficile: dalla colazione agli appuntamenti. Per non parlare di Halloween
SHARE

La teoria dell’evoluzione, spiegata in modo chiaro

Per chi crede di averla capita bene e per chi ha bisogno di sciogliere alcuni dubbi al riguardo
SHARE

Vivere d’aria: come respirano gli animali

L’ossigeno serve a tutti, ma i modi in cui ce lo si procura variano di specie in specie
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Perché esistono persone coraggiose e persone vigliacche

Esistono cervelli inclini al coraggio e altri alla paura?

Lo stupro non è un problema di dati

Gli esperti di tecnologia sembrano affrontare la violenza sessuale in maniera troppo superficiale