Blog di

Mentana: "Fonderei un partito per i giovani (se non facessi un altro mestiere)"

Blog post del 6/06/2012
Parole chiave: 

Grillo, Scotti, e adesso anche Mentana. Seppur "virtualmente".

Il popolare giornalista, volto di La7, tramite la sua pagina Facebook ha lanciato il sasso. Senza però nascondere la mano.

C'è un "se" imponente quanto un palazzo. Discriminante essenziale nell'argomentazione condotta da Mentana:

Se non facessi un altro mestiere...

Forse una critica, non troppo velata, a chi si accosta (o viene accostato) alla politica provenendo da "altri mondi".

E poi il giornalista continua illustrando il suo "progetto", seppur ipotetico:

Se non facessi un altro mestiere, mi piacerebbe fondare un movimento per il lavoro ai giovani, da portare alle elezioni. Poggerebbe su un programma semplice: ribaltare tutto il nostro impianto sociale e normativo, politico e sindacale, che tutela fino in fondo chi è già inserito nel mondo del lavoro, delle professioni e della pubblica amministrazione - dai diritti sul lavoro, ai mutui, ai sussidi di disoccupazione, alle pensioni - tutto a scapito delle nuove generazioni.
Nella concorde insensibilità verso i giovani, di cui sono corresponsabili i governi, gli imprenditori e i sindacati, non si è solo perpetrata un'ingiustizia, ma si è anche essiccata la pianta del ricambio sociale e culturale di questo paese, che - con tutto il rispetto - sembra sempre più una immensa casa di riposo. Senza smantellare lo stato sociale si possono spostare i pesi di incentivi e ammortizzatori, di defiscalizzazioni e finanziamenti verso i nuovi lavoratori.

Quasi uno sfogo quello di Mentana che, continuando, spiega le ragioni dello sfogo/provocazione. Addebitandole al rimorso per una generazione lasciata allo sbando:

Quando avevo 25 anni potevo scegliere che mestiere fare, e con me tutti i miei coetanei. Provo oggi rimorso per l'ingiustizia che stiamo compiendo verso i ventenni di oggi. E sarebbe bello e giusto battersi per invertire la tendenza, con forza.

In poche ore oltre 350 commenti, praticamente concordi tra di loro. Interventi quasi unanimi a sostegno delle parole di Mentana (i "Mi piace", tra l'altro, sono quasi 2.500). Stavolta niente tormentoni su Twitter, il giornalista ha mirato per bene andando a colpire il bersaglio rappresentato da un problema fin troppo annoso nelle dinamiche di una nazione. Di questa nazione.

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Quindici peshmerga curdi uccisi da un kamikaze dell’Isis vicino a Mosul

È accaduto nei presi della diga di Mosul, riconquistata dai miliziani curdi lo scorso 7 agosto

Pistorius condannato a cinque anni di carcere

L'atleta paralimpico è stato condannato dal tribunale di Pretoria per l'uccisione della fidanzata

Un terzo degli ospedali nella lista degli sprechi. Persi 4 miliardi all’anno

In Valle d’Aosta, Toscana e Trentino le performance migliori. Male Campania, Calabria, Puglia e, a sorpresa, l’Alto Adige

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE

Il metodo per mantenere a lungo l’attenzione necessaria

Spesso ci si distrae quando meno sarebbe opportuno, per mancanza di energia. Ecco un trucco
SHARE

Aziona anche tu la macchina della nostalgia

Basta un clic e ci si ritrova nel passato, a inseguire i ricordi e risentire antiche emozioni
SHARE

Come cambiare abitudini e svegliarsi presto

Chi sta sveglio la notte poi non produce. Ecco come cambiare ritmi e ingranare la giornata al meglio
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il progetto di Putin di spartirsi l’Ucraina con la Polonia

Fece la proposta nel 2008: “L’Ucraina”, diceva, “è un Paese artificiale”

Come le scuse in pubblico diventano uno strumento di potere e privilegio

Non è più una difficoltà da superare, sempre di più le pubbliche scuse sono la strategia di difesa di ricchi e potenti

L’arbitro Rocchi “confessa”: “Juve-Roma? Sul rigore di Maicon ho sbagliato

“Dispiace che la mia prestazione non sia stata ottimale, da questo punto di vista potevo fare meglio“