Blog di

di Antonio Vanuzzo

L’Europa salva Cipro, esultano mafiosi e oligarchi russi

Blog post del 5/11/2012

Lo dice un rapporto segreto della Bnd, la Cia tedesca, diffuso dal settimanale Spiegel. L’isola mediterranea sta trattando con Bruxelles un salvataggio di “soli” 10 miliardi di euro dopo che la Cyprus Popular Bank, la principale banca del Paese, è stata pesantemente colpita dal taglio al valore nominale dei titoli greci verso i quali era fortemente esposta. Un salvataggio dal significato più geopolitico che finanziario: nonostante Cipro abbia adottato l’euro dal 2008, è fortemente e storicamente legata alla Russia, tanto che già l’anno scorso ha ricevuto un prestito da 2,5 miliardi di euro a un tasso del 4,5 per cento. Un legame consolidato dopo il crollo dell’Unione sovietica e le successive privatizzazioni delle società statali, favorito dalla tassazione praticamente inesistente che ne fa un paradiso fiscale dove hanno sede oltre 40mila società off shore. 

«Il report della Bnd evidenzia che i maggiori beneficiari dei miliardi provenienti da fondi foraggiati con i soldi dei contribuenti europei saranno gli oligarchi russi, uomini d’affari e mafiosi che hanno parcheggiato i loro guadagni illeciti a Cipro», si legge sullo Spiegel. Secondo l’intelligence tedesca, i russi hanno depositato sull’isola 26 miliardi di dollari (20 miliardi di euro circa), cifra che supera di gran lunga il Pil locale, pari a 17 miliardi di euro. 

Nonostante sia uscito dalla black list Ocse dei paradisi fiscali nel 2000, dopo aver siglato con l’organizzazione internazionale di Parigi un accordo formale per implementare la trasparenza bancaria e la lotta al riciclaggio, Cipro rimane una piazza estremamente attraente, con una tassazione al 4,5% degli utili e una sui redditi che va dal 10 al 20%, a seconda che i soldi transitino attraverso una banca domiciliata nel Paese. Un regime di favore che l’Europa, come condizione per erogare i fondi necessari al salvataggio, vorrebbe riformare. Ma dalle parti di Nicosia dormono sonni tranquilli: c’è sempre Mosca a cui rivolgersi. 

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Onu avverte Israele: possibili crimini di guerra a Gaza

Il commissario Pillay anche contro Hamas che «attacca i civili in modo indiscriminato»

Cina, un caso di peste bubbonica

In quarantena una intera città di 30.000 abitanti

Ucraina, abbattuti nell’est due jet militari

Lo riporta l’agenzia Afp citando fonti militari

L’infografica definitiva sulle lingue parlate al mondo

Tutte le risposte a quello che vi siete sempre chiesti (sull’argomento in questione) le trovate qui
SHARE

Cosa fare se qualcuno vi punta una pistola alla fronte

Una situazione che non auguriamo a nessuno, sia chiaro. Ma può capitare: ecco come cavarsela
SHARE

Il mistero del volo degli stormi in cielo

Come fanno rondini e/o storni a muoversi in stormi? Lo spiega uno scienziato americano
SHARE

Un film tanto carino per ammazzare la noia di luglio

Un padre che insegue il figlio, nella Borsa anni ’20: un filmato lungo, ma molto divertente
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La confusione delle etichette degli ingredienti

Obbligatorie per legge, sono difficili da decifrare se non si è esperti: come le multinazionali del cibo tengono nascosto quello che mettono nei prodotti

Le risposte (non esaustive) degli scienziati al cratere aperto in Siberia

Il fenomeno geofisico ha stupito tutti: anche i più esperti restano senza parole

La fascnsa, facinorosa...fascinosa storia dell’autocorrettore

Da Word agli smartphone: un dispositivo utilissimo che provoca molte gaffe