Blog di

di Rosy Battaglia

“Civili a teatro”. L’altra anima di Batblog

Blog post del 6/06/2012

Metto le mani avanti. Tra gli argomenti che ho proposto per Batblog, c’è il teatro.
Il teatro racconta con efficacia, semplicità, commozione e divertimento il cambiamento della nostra società, nelle sue pieghe più intime. “Un tema che tira”direte voi.

Proviamo. Vorrei parlarvi del “mio” teatro e mi piacerebbe mi raccontaste, se lo avete trovato, del vostro.

Un teatro che io amo definire necessario. Come antidoto, cura, memoria, confronto, divertimento. Dove trovo spunti di riflessione, ma anche emozioni che altrove non trovo, se non nei libri.

Quello che a dispetto di tagli e finanziamenti alla Cultura, cerca di resistere e accogliere il suo pubblico. Fa rete con la società civile e non disdegna piazze e circoli.

Un teatro di frontiera che lavora per le strade, nei quartieri, nei carceri e nelle scuole più disagiate d’Italia come in quelle più fortunate. Un teatro che piace, ma spesso lo ignoriamo, a quei nativi digitali che hanno bisogno di mettersi alla prova, conoscere il loro corpo, le loro emozioni e condividerle, senza schermi e chat, basta dargliene solo l’opportunità.

Parlo di quello stesso teatro che non appare nei cartelloni dei grandi teatri stabili finanziati con il Fondo Unico dello Spettacolo, ma che si autofinanzia, spesso solo attraverso il pubblico.

Un teatro che non ha poltrone di consigli di amministrazione da spartire ma che vuole ancora essere un “teatro d’arte per tutti”, popolare e accessibile.

Un teatro che non è triste, paludato, impostato ma che va incontro al suo pubblico, anche raccontando cose “scomode”, provocanti, irriverenti. Ma che non perde di vista chi è in platea, ha pagato un biglietto ed è uscito di casa, anziché stare davanti alla TV o al PC.

Un teatro che si inventa reti e festival per sopravvivere e farci sorridere.

Ci porterò mio figlio ed è uno dei momenti più belli che riusciamo a condividere insieme, lontani dalla fretta e dalle corse quotidiane.

Se vi va ne possiamo parlare. Alla faccia del FUS e delle accise sulla benzina.
 

COMMENTI /

Ritratto di Tindaro
Mer, 20/06/2012 - 08:13
Tindaro
Cara Rosy, grazie. Noi teatranti abbiamo bisogno di gente come te! T
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Aperto board Bce a Napoli, attesa decisione sui tassi di ottobre

Governatore Bankitalia Visco: "Errori sulla crisi, trascurata economia reale"

Afghanistan, attacco kamizake: tre morti

L'attentato è stato rivendicato dai talebani. È il quarto attacco nella capitale afgana da lunedì

Messico, preso il boss del narcotraffico Hector Beltran Leyva

La taglia su di lui era di 2,2 mln di dollari in Messico e di 5 mln negli Usa

Gli occhi di Hitchcock, ovvero l’arte di creare paura

Le scene più celebri sono quelle in cui è lo sguardo dei protagonisti a dire tutto. Ecco come fa
SHARE

Le app per trovare casa? Sono uguali a Tinder

Non solo potenziali fidanzati/amanti: con lo smartphone si possono passare in rassegna anche le case
SHARE

Lo scioglimento dei ghiacci cambierà anche la gravità

Diminuendo la massa si modifica anche la gravità. Ma non è una cosa di cui preoccuparsi. Per ora
SHARE

Il futuro come se lo immagina Hollywood (non bello)

Un’infografica raccoglie i 25 film più belli ambientati nel mondo che sarà. Il 75% è una distopia
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Una lenta distruzione: come il progresso sta uccidendo la Mecca

Dietro ai nuovi palazzi c’è un’erosione culturale e storica che va a colpire anche la hajji, il pellegrinaggio canonico dei musulmani

La rivoluzione fallita: quando Che Guevara cercò di convertire l’Africa

In Congo, per sostenere Patrice Lumumba, leader socialista e primo presidente eletto democraticamente. Il tentativo non riuscì

Effetto iPhone 6: le marche di jeans faranno modelli con tasche più larghe

American Eagle, Levi's e altre hanno già in cantiere i nuovi pantaloni