Blog di

di Rosy Battaglia

Dal Blogcontest a Con_testo, l’informazione va a teatro (con @bat_blog)

Blog post del 10/06/2012

Una “prima pagina” teatrale. A questo ho deciso di dedicare il post di Batblog, versione  "Civili a teatro", sul filo del traguardo del "Blog Contest" organizzato da LINKIESTA.

Domani sera, 11 giugno alle ore 21.00 al Teatro Filodrammatici, a Milano, andrà in scena un esperimento di teatro-giornale (non nuovo, ma in questa modalità decisamente originale).

“Con_testo” è, di fatto, un “contest” di scrittura teatrale in tempo reale: cinque squadre di giovani drammaturghi, registi e attori dovranno, nell’arco di 24 ore, creare uno spettacolo originale, ispirato a notizie e fatti scelti sulla base di un tema d’attualità.

Il progetto, ideato da Bruno Fornasari, (uno dei pochi se non l’unico regista italiano di instant-play in Italia), in collaborazione con Tommaso Amodio, entrambi nell’ ensamble alla guida della Direzione Artistica del Teatro Filodrammatici, ha la particolarità di coinvolgere giovani e capaci artist e metterli alla prova della costruzione di una drammaturgia alla velocità del pezzo di cronaca.

L’esempio di una realtà indipendente (e per la media teatrale italiana anche piuttosto giovane), che cerca di produrre e promuovere una funzione contemporanea del teatro necessario, più che mai, a fornirci una visione "altra" nel leggere la nostra quotidianità.

Non a caso, in questa prima edizione è stato scelto come tema uno sguardo insolito e spiazzante su due dei bisogni fondamentali ed irrinunciabili dell’essere umano: la "fame di pancia" e la "fame di cuore".

A cui ne aggiungo una terza fame, nota ai bulimici delle news : la fame di sapere e di buona informazione...

Ecco, chiudo così con la voglia di uscire da stereotipi e ambiti che spesso si ignorano, come il mondo dell’informazione, il teatro e il sociale che quando, invece, si contaminano raggiungono vette di interesse da parte del pubblico inimmaginabili. Coinvolgendo quelle nuove leve, che nell'informazione, come nel teatro, anche se capaci rischiano di rimanere ai margini.

E dovremmo domandarci perché.

N.B. Ringrazio il direttore Jacopo Tondelli e la redazione de LINKIESTA, e tutti coloro che mi hanno seguito in questa avventura, che hanno commentato e condiviso i miei post, che non sono stati nè facili, nè ammiccanti. Davanti a questa opportunità non ho voluto rinunciare a fornire e riflettere su un certo tipo di informazioni che in genere vengono relegate in trafiletti o negli angolini delle pagine...

Comunque vada, quindi l'esperimento, per me,  è perfettamente riuscito.

In bocca al lupo a tutti/e i/le colleghe blogger e vincano i migliori !

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precari della scuola, l’Italia condannata dalla Corte di giustizia Ue

La sentenza della Corte europea viene dopo i ricorsi del sindacato che richiamavano le norme europee contro l’abuso dei contratti a termine nel pubblico impiego

Ferguson, nuovi scontri nella notte. Obama: "Stop alle violenze"

Lo scorso agosto il poliziotto Darren Wilson ha ucciso il 18enne afroamericano Michael Brown

Iva, Tasi e bollo auto. Ecco tutte le altre tasse più evase dagli italiani

Oltre 130 miliardi di euro sottratti ogni anno all’Erario

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE

Ferguson, in rete i documenti utilizzati dal Gran Giurì

I giurati hanno giudicato le prove insufficienti. Qui si può capire se la decisione è motivata o no
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des

Messico: altri 31 studenti rapiti da uomini armati

Dopo l’uccisione dei 43 studenti di Iguala, lo stesso accade al villaggio vicino di Cocula