Blog di

di Arcangelo Munciguerra

Disoccupato egiziano ruba un pacco di pasta, arriva la polizia e... gli paga la spesa...

Blog post del 26/06/2012

"C'hanno insegnato la meraviglia verso la gente che ruba il pane ora sappiamo che è un delitto il non rubare quando si ha fame"

Chissà se ascoltano De Andrè, chissà se stavano fischiettando proprio questa canzone quando la centrale li ha avvisati di ciò che avveniva in quel supermarket senese...

Ventisette anni, ventisette (uno in più del sottoscritto), egiziano (risiedente regolarmente in Italia) con moglie e ben due figli, senza lavoro e non appartenente alla famiglia di Mubarak. Questo è l'uomo, o meglio il ragazzo, che si sono trovati di fronte, un volto segnato dalla rassegnazione, con in mano una busta piena di omogeneizzati, pannolini, latte e pasta.

Chissà quali pensieri lo avranno tormentato alla vista delle divise, onestamente non è poi così difficile immaginarlo: "ecco è fatta, ora mi portano dentro, ladro e di colore ora andrò su tutti i giornali, diventerò un mostro per due omogeneizzati mela banana e un pacco di pasta..."

Stavolta accade quello che non ti aspetti, i poliziotti stanno ad ascoltarlo ed invece delle manette tirano fuori il portafogli e pagano la spesa. Poi usciti dal supermarket allertano i servizi sociali nel tentativo dare un supporto alla sua giovane famiglia.

Un gesto che sorprende tutti, specialmente in giorni come questi, dove, giustamente, non si arresta la polemica contro i poliziotti che senza alcun briciolo di umanità hanno offeso in maniera ignobile il dolore di una madre dopo l'assassinio del figlio... Lo ammetto, ero dubbioso se scrivere o meno questo post, non volevo (e non voglio affatto) passare per il pompiere di turno ma questa storia andava raccontata. Andava raccontata, perchè svestiti i panni dei robocop, tolta la divisa, non ci sono supereroi ma uomini come noi, in carne, ossa e problemi... magari lo tenessero sempre a mente...

COMMENTI /

Ritratto di Fulvio
Mar, 26/06/2012 - 21:51
Fulvio
Sono contento che qualcuno lo abbia scritto questo articolo. mi fa sorridere. Penso che se un rappresentante delle forze armate sbaglia dovrebbe pagare come i privati cittadini, se non di più. Perchè più potere e più responsabilità hai, più deve essere elevata la punizione. Non la protezione, come per i politici. Che dovrebbero pagare il triplo. Per il resto alcune posizioni estreme e generalizzanti contro le forze dell'ordine sono davvero censurabili e fuori luogo: nemmeno loro arrivano alla fine del mese, e farci la guerra vuol dire fare come i capponi di Renzo sulla via dell'Azzecca-garbugli: la guerra tra poveri.
SHARE
Ritratto di lastorino1
Mer, 27/06/2012 - 06:27
lastorino1
Mi sono commosso alla lettura di questo articolo. Ancora su qualche essere umano vince il senso dell umanità. Grazie a quel meraviglioso poliziotto che Dio ti benedica per quel meraviglioso gesto che hai fatto.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Reyhaneh Jabbari è stata impiccata in Iran

Nel 2009 la donna era stata condannata per l'uccisione, avvenuta nel 2007, di un uomo che la voleva violentare, un ex dipendente dell'Intelligence iraniana.

Niente evasione fiscale per Dolce e Gabbana, la Cassazione li assolve

Agli stilisti veniva contestata la presunta evasione fiscale che sarebbe stata realizzata, secondo l'inchiesta, con una 'estero-vestizione'

Attacco a un checkpoint egiziano nel nord del Sinai: almeno 25 morti e 26 feriti

Almeno 25 persone sono rimaste uccise, e 26 ferite, in un attacco al checkpoint presidiato dall'esercito egiziano a Karm al-Qawadeis, nel Sinai del nord

Il primo tweet della Regina d’Inghilterra

Elisabetta II, all’età di 88 anni, ha twittato, con tanto di firma. È la prima volta che succede
SHARE

Come diventare un drago a usare Google

Tutti sanno servirsi del motore di ricerca, ma pochi sono in grado di farlo alla grande. Qui si può
SHARE

Sculpture by the Sea: l’arte in spiaggia a Sydney

Oltre 100 opere esposte lungo il litorale della città. La mostra outdoor che apre la primavera
SHARE

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La crisi che ha cambiato Papa Francesco

La cura per le persone prima della dottrina e dei dogmi, la storia della sua vita e il momento in cui tutto è cambiato. Perché doveva cambiare

Storia di una fine: il giornale (greco) per i greci di Istanbul sta per morire

L’agonia di Apoyevmatini, una volta organo influente della comunità dei greci di Turchia, ora stampato per solo 600 famiglie è il residuo di un mondo scomparso

Tutti si sono dimenticati di Joseph Kony e del suo Lord's Resistance Army

Ci fu un tempo in cui il tema dominò i media. Ora, dopo la guerra civile in Sud Sudan, l’ebola e le atrocità di Boko Haram se lo sono scordato tutti