Blog di

di Alessandro Confalonieri e Luca Buttafava

Libri per ferragosto

Blog post del 16/08/2011
Parole chiave: 

 

Visto che siamo nella settimana di ferragosto, abbiamo deciso di presentarvi il lavoro di alcuni designer stranieri attraverso alcuni libri. Questi designer, ancora considerati in Italia "giovani", sono ormai molto consolidati e lavorano da molti anni  con molte industrie di casa nostra.
Parliamo di Konstantin Grcic, di Ronan e Erwan Bouroullec e di Edward Barber e Jay Osgerby.

1
Il libro su Kostantin si chiama KGID, Kostantin Grcic Industrial Designer edito da Phaidon. Racconta come se fosse un viaggio ad immagini i prodotti, i processi e le ideazioni all’interno del mondo di Grcic.
Kostantin e' un designer tedesco di 46 anni laureato alla Royal College of Art di Londra. Questo libro rivela il suo segno estetico ben preciso ed un pragmatismo mischiato ad un notevole senso dell’umorismo che caratterizza tutto il suo lavoro sin dall’inizio.
Vengono spiegati prodotti che hanno una poetica bellissima come la gruccia con spazzola incorporata, 1992 per Progetto Oggetto, un marchio ideato da Giulio Capellini con Jasper Morrison e James Irvine come art director. Il carrello da ufficio per Driade, 1995, prodotto in acciaio tranciato e piegato. Lo sgabello dal nome Scolaro, 2000 per Montina. La scaletta leggio per le librerie prodotta da Moormann. La sedia Chair_One prodotta da Magis. Un prodotto importante che e' stato forse uno dei progetti piu' esaltanti della sua carriera, un lavoro sinergico con la ditta di Eugenio Perazza. Un lavoro sui vuoti pieni splendido, un prodotto stampato tutto di un pezzo in alluminio pressofuso che risulta  di una leggerezza incredibile. In ultimo un’osservazione molto intelligente, una lampada per Flos, 1998. Dove il designer non ha fatto altro che captare una pratica usata in un ambito lavorativo per poi tradurlo e riadattarlo in un contesto domestico.

http://konstantin-grcic.com/
http://www.designboom.com/eng/interview/grcic.html
http://designmuseum.org/design/konstantin-grcic
www.youtube.com/watch?v=s4T9s41GQ_k
http://it.phaidon.com/store/design/kgid-konstantin-grcic-industrial-design-9780714847917/

 

2
Il secondo libro si chiama Ronan and Erwan Bouroullec, sempre edito da Phaidon. Una copia di designer, due fratelli francesi ormai molto famosi grazie ad una poetica espressiva dirompente. Una modalita' progettuale che risulta come un tratto grafico molto preciso, un uso delle superfici, del soft finishing e delle forme apprezzata da tanti produttori di alto livello in tutta Europa e soprattutto in Italia.
Hanno iniziato a lavorare insieme dal 1999. Tutto sembra iniziare grazie alla solita scoperta del talent scout che e' sempre stato Giulio Capellini, fu lui infatti a portarli alla ribalta producendogli la cucina Disintegrated Kitchen. I due fratelli vantano anche una fantastica e lunga collaborazione con una delle piu' importanti aziende produttrici di mobili per ufficio, la Vitra. Il primo prodotto per la Vitra e' stato un sistema da ufficio modulare avente come fulcro un tavolone, dove tutto succede, frutto di numerosi prototipi e osservazioni sulle dinamiche di lavoro negli uffici. Tra i molteplici oggetti che vanno dai vasi, ai mobili, sedie, tappeti, installazioni e negozi, hanno progettato un’interessante valigetta documenti, Filing system per Magis. Un vaso mono fiore per Cappellini in Corian. Svariati sistemi libreria, come il celebre sistema chiamato Cloud, una forma modulare alveolare che se accoppiata ad altre simili puo' cambiare gli ambienti in modo molto dinamico.

www.bouroullec.com/
www.vitra.com/en-gb/home/designers/ronan-and-erwan-bouroullec/
http://vimeo.com/3745240
http://it.phaidon.com/store/design/ronan-and-erwan-bouroullec-9780714843186/

3
Il terzo libro si chiama The Design Work of Edward Barber and Jay Osgerby edito da Rizzoli New York.
I due amici si sono conosciuti alla Royal College of Art negli anni novanta e subito dopo la laurea hanno aperto il loro studio. Hanno cercato sin da subito di avere un approccio multidisciplinare che potesse abbracciare meccanismi legati all’arte, fotografia, grafica, architettura, fino al product design. I loro primi lavori vertevano tutti sulla modalita' di creare delle strutture attraverso delle forme bidimensionali che una volta piegate potessero generare dei volumi e quindi dei prodotti, come se fossero degli origami. Ancora una volta Giulio Cappellini scopre questo duo e produce dei mobili che hanno come punto di partenza proprio questa pratica. Loop Desk, 1999. Flight Stool, Isokon costruiti in legno multistrato piegato. Strutture architettoniche come il negozio di H&M a Los Angeles, 2007. Il libro racconta anche di come il disegno sia fondamentale per loro, come espressione per la creazione di forme pure, non tridimensionali (come un 3D cad), ma come un atto grafico, piu' viste bidimensionali che piano piano danno forma ad un oggetto definendolo in modo limpido, quasi come se fosse un'icona. La lampada Tab Lamp per Flos e' forse il loro oggetto piu' rappresentativo. L’appendi abiti Saturn per Classicon 2007. C’e' una sezione sul prodotto industriale e manuale, sul colore con un tavolino prodotto da Established and Sons. Un atto quasi artistico, dove produzione industriale si fonde con l’artigianato ad alto livello. Il tavolo sfaccettato e' prodotto da un unico segmento in alluminio anodizzato ognuno di colore diverso. Poi viene svelato un nuovo prodotto, la sedia che sembra a dondolo, prodotta interamente in plastica per Vitra. Grazie ad un taglio sfaccettato nella parte anteriore della base, la sedia ti permette di spingerti in avanti elevandoti verso il tavolo, un’interessante osservazione su una classica postura che molti praticano. Tra i tantissimi oggetti e spunti emerge anche il bellissimo muro costituito da piastrelle in ceramica con pattern grafici tridimensionali per il negozio della stilista Stella Mc Cartney.

http://www.barberosgerby.com/
http://www.nytimes.com/2011/04/14/garden/14qna.html http://www.youtube.com/watch?v=ld6UopH025Y&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=UU7_ho91k-E&feature=related
http://www.amazon.com/Design-Work-Edward-Barber-Osgerby/dp/0847835405

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Decreto stadi, il governo pone la fiducia

Il decreto prevede misure per combattere la violenza negli stadi e stabilisce anche delle norme sull'immigrazione

Sospensione de Magistris a un passo: atti arrivati alla Prefettura di Napoli

Il ministro dell’Interno Alfano: Il prefetto procederà oggi agli adempimenti per legge

Piloti iracheni per sbaglio hanno lanciato aiuti umanitari all’ISIS

I rifornimenti erano destinati ai combattenti iracheni nella provincia di Anbar

Gli occhi di Hitchcock, ovvero l’arte di creare paura

Le scene più celebri sono quelle in cui è lo sguardo dei protagonisti a dire tutto. Ecco come fa
SHARE

Le app per trovare casa? Sono uguali a Tinder

Non solo potenziali fidanzati/amanti: con lo smartphone si possono passare in rassegna anche le case
SHARE

Lo scioglimento dei ghiacci cambierà anche la gravità

Diminuendo la massa si modifica anche la gravità. Ma non è una cosa di cui preoccuparsi. Per ora
SHARE

Il futuro come se lo immagina Hollywood (non bello)

Un’infografica raccoglie i 25 film più belli ambientati nel mondo che sarà. Il 75% è una distopia
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il documento con cui Juncker ha commissariato Pierre Moscovici

Il francese, commissario agli Affari Interni non avrà margini di manovra sul controllo del deficit

“Il mio lavoro? Do la caccia ai troll che infestano i commenti”

Moderare i siti non è semplice. Ancora più difficile è capire quando un commento supera o meno il limite della decenza e della libertà di espressione

Manifesto contro la moda di cucinare a ogni costo

Non tutti sono capaci, non tutti hanno il talento di capire i gusti degli altri. Cucinare non è semplice, quando non è necessario lasciamolo fare a chi è bravo