Blog di

di Massimo Nunzi

Vi sentite dei novelli Mozart? Registrate la vostra musica con un 'orchestra sinfonica, standovene tranquillamente a casa!

Blog post del 4/07/2011

Da qualche anno, le colonne sonore della maggior parte dei film italiani vengono realizzate con le orchestre dell'Est, che  offrono servizi di alto livello, a prezzi convenienti  e quindi i "costosi"  italiani, vengono lasciati a casa.

Anche i grandi Maestri, da parecchi anni  ripiegano su città come  Praga, Sofia, Bratislava, o in Macedonia. che, a dire il vero, hanno una solida tradizione musicale e  orchestre di  pregio e realizzano pacchetti onnicomprensivi, dall'orchestra allo studio, al fonico, finanche al viaggio e al soggiorno del team italiano.



la mia big band "italiana" con solisti Moriconi e Bosso in primo piano

Questo penalizza moltissimo gli italiani , che, a causa di questa spietata concorrenza, non riescono a far quadrare i conti e quindi perdono tantissimo lavoro.

La soluzione ci sarebbe ma , come al solito, non avendo un sindacato unificante a tutela del lavoro, che permetta soluzioni di ripiego, gli italiani sono chiamati sempre di meno, a favore di questi gruppi strumentali esteri.

Il mercato è mercato e quindi c'é poco da fare.

Convincere un produttore a registrare o suonare con un'orchestra italiana sta diventando una missione quasi impossibile.


Io, da parte mia, finché potrò, utilizzerò i musicisti italiani ma, come molti colleghi, sento il fiato sul collo di un mercato sempre più propositivo ed aggressivo, di certo più creativo e vivace di quello italiano, sia  nelle proposte che nelle forme.




Un mio gruppo di archi da  "Camera" per la registrazione di un film

Ora c'é addirittura una novità: si può registrare un 'orchestra sinfonica standosene tranquillamente a casa, a controllare il tutto attraverso skype e lo schermo del computer...

Un direttore d'Orchestra si preoccuperà di dirigere la vostra musica che voi, semplicemente modificherete dal soggiorno di casa, dando il vostro apporto come se foste seduti in sala regia e parlaste all'interfonico.

Questo "servizio", offre a chiunque la possibilità di creare "scores" sinfonici con la guida di produttori esperti che dirigono, passo dopo passo, anche il più inesperto compositore.

Una tipica big band di 16 elementi (con Tofanelli come solista)

A dire il vero, non si possono fare miracoli, la "mano" ci vuole, ma trovo interessante la possibilità di "testare" le proprie capacità , con una spesa minima e con un risultato di certo non ottenibile normalmente.

Da sempre, per ogni compositore, il passo fondamentale della carriera consiste nel sentire suonata la sua musica da un ensemble sinfonico.

Dopo anni di apprendistato, e dopo parecchia gavetta, alla fine arriva il giorno in cui il budget ed un produttore , permettono questa "santificazione".

Questo "dono", con la crisi galoppante, il free download da internet e i costi proibitivi delle produzioni musicali è ormai una rarità.



Anche compositori affermati, debbono ripiegare necessariamente su gruppi da "Camera" formati da un massimo di 10 elementi che registrano la musica del film abbastanza in fretta. Finiti i tempi dei budget faraonici..finito tutto..

Ma i tempi odierni, con gli stivali dalle sette leghe della tecnologia, permettono balzi quantici  che possono essere realizzati da chiunque. Basta avere un programma di scrittura musicale , un pò di esperienza e soprattutto una buona idea  e , comodamente , da casa, vedersela realizzare sotto il naso , in un paio di ore e con risultati legati imprescindibilmente alla qualità tecnica della realizzazione musicale stessa.



Una volta realizzati i brani, sarà esaltante  sentire il risultato e scaricarselo in alta qualità sul desktop del proprio computer.

In più, e qui sta la l'idea , se si vuole registrare ad esempio un solo brano, si può condividere  la session di registrazione con diversi compositori.

L'orchestra si riunisce in studio, e per le 8 ore di lavoro, realizza molteplici lavori, di compositori diversi.



Onore al merito! Una geniale intuizione!

Ora, dico io.. ma in Italia non c'é nessuno che potrebbe fare la stessa cosa?

Di certo, tutti noi musicisti  dovremmo ridiscutere con Tremonti le tassazioni dei musicisti che oggi, rendono pressoché impossibile l'utilizzo di un'orchestra jazz (16/18 elementi) o sinfonica (fino a più di 100) o di un gruppo di dimensioni estese.

Quindi, prima che sia troppo tardi, stimolati da questa potente pressione che viene dall'estero, costruire dei team di lavoro che vadano a sostenere l'invadenza  di un mercato sempre più aggressivo e tuttavia, bisogna riconoscere, abile e vantaggioso  nelle sue proposte.

Bisogna darsi una "svegliata".. o soccombere, prendere stimolo e ricominciare a trottare.

COMMENTI /

Ritratto di marco tiso
Gio, 21/07/2011 - 09:41
marco tiso
... e organizzare un pool di professionisti (copista-trascrittore,strumentatore-arrangiatore,direttore d'orchestra...non necessariamente 3 persone e non necessariamente 3 persone diverse) per portare l'idea del compositore alla realizzazione pratica, utilizzando il vecchio detto" ofelè fa'l to mestè" (non so se si scrive così,ma il senso,il vecchio buon senso che fa risparmiare tempo e denaro ed in più fa lavorare chi sa, è racchiuso in una frase ho sentito dire spesso dal mio meccanico "carcola che ce vò uno pratico) comunque da oggi,data della scoperta,La fanfara frenetica è tra i miei "preferiti",bravo Max
SHARE
Ritratto di frank
Ven, 12/08/2011 - 01:35
frank
si ok... bel discorso ma... quanto COSTA usufruire di un'orchestra sinfonica di Praga, Sofia, Bratislava, o in Macedonia? Alla fine conti alla mano quel che si vuole sapere è QUANTO COSTA???? grazie
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

I Radiohead hanno cominciato a registrare il nuovo album

Lo spiega Jonny Greenwood alla Bbc: "Suoniamo e registriamo"

Ferrari, Alonso lascia: “Voglio nuovi stimoli”

Fernando Alonso lascia la Ferrari. Lo ha reso noto la scuderia di Maranello sul suo sito Internet. Al suo posto arriverà Sebastian Vettel

Spagna: addio alla duchessa di Alba, regina delle cronache rosa

È morta, in Spagna, a 88 anni, non si è ripresa dalla grave polmonite che l’aveva colpita domenica scorsa

Riuscire a fare tanti soldi anche da morti

Per diventare ricchi non serve lavorare. A volte non serve nemmeno essere vivi. La dimostrazione
SHARE

Garrett Morgan, l’afroamericano che inventò il semaforo

Storia di un riscatto sociale attraverso l’ingegno, per un’invenzione che continua a evolversi
SHARE

La vita quotidiana vista con la telecamera termica

Ondate di calore e di freddo, il corpo che cambia, la temperatura che sale (o scende). Si vede tutto
SHARE

L’infografica per sapere tutto sul cinema francese

Chi ama i film non può non sapere certe cose. Sono tutte qui, messe in fila una per una
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Dentro la Renault4 di Aldo Moro

Per la prima volta le immagini della macchina usata dalle Brigate Rosse per uccidere e far ritrovare il corpo del leader Dc

I Google Glass sono un esperimento fallito

Si pensava potessero essere l’inizio di una rivoluzione, e invece per Google sono diventati solo un problema da risolvere

L’appello della madre di Corona a Napolitano: “Liberate mio figlio, è malato”

Io spero che si muova il mondo politico, perché quella di Corona è una ingiustizia sostanziale e evidente