Blog di

Paesaggi dello Stivale di Gianmaria Sforza

Per pochi giorni ancora a Milano una scultura monumentale. Tutta da camminare.

Blog post del 22/01/2012

Una scultura grande come un edificio, in cui si entra da una bocca alta otto metri e poi si cammina in un buio sempre più nero per sessanta metri che sembrano non finire mai. L'esperienza è quella di perdersi in un ventre metallico, scoprendo cosa cambia della nostra percezione dello spazio, procedendo nell'incertezza fino a un uscita che affiora dal fondo come un'apparizione quando la paura del nulla inizia a farsi sentire. All'esterno, invece, nel tempo sull’opera si è rovescata progressivamente una montagna di terra trasportata da un sistema di nastri mobili.

Dirty Corner è una scultura monumentale, l'installazione site-specific dell'artista anglo indiano Anish Kapoor appositamente realizzata per la mostra di Milano che ancora per pochi giorni, fino a fine mese, si potrà visitare nella "cattedrale" della Fabbrica del Vapore a Milano. Realizzata con il supporto della Galleria Continua, di Lisson Gallery e della Galleria Massimo Minini, è promossa e prodotta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Assessorato Sport e Tempo libero con la società di produzione artistica MADEINART.

Quello che nessuno vede mai sono le fasi di montaggio, assemblaggio, allestimento di questi grandi lavori d'arte contemporanea, che vi mostriamo qui sotto. Non sono forse già interessanti i grandi pezzi arrugginiti di acciaio cor-ten che ritagliano lo spazio in modo così affilato? Potrebbero forse restare così, senza ricomporsi nella grande scultura? Con un grande lavoro invece hanno finito per racchiudere uno spazio che è condizione di un'esperienza irripetibile, davvero unica.

Attorno all'opera in questi mesi si sono alternati incontri, proiezioni, laboratori, performance, concerti, un'ottima occasione per vedere finalmente la Fabbrica di Vapore in alcuni casi perfino affollata. L'opera ha richiamato un grande pubblico ma soprattutto ha ispirato un programma molto ricco di eventi, per tutti i gusti. Se non siete ancora entrati, trovate un po' di tempo per provare questa forte emozione. Ne vale davvero la pena.

COMMENTI /

Ritratto di misterfa
Sab, 28/01/2012 - 12:39
misterfa
bella la fase delle mazzate!
SHARE
Ritratto di Anonimo
Mer, 01/02/2012 - 14:51
Gianmaria, stessa esperienza provata in una ex galleria strada ferrara (150mt di lunghezza) vicino Sortino (Pantalica). Incredibile esperienza. Saluti, Salvatore D'Agostino
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Imprenditore spara a due operai e li uccide

È successo a Molino Girola, nel Fermano. Le vittime sono due slavi che, armati di piccone, avevano chiesto il saldo di un lavoro svolto

Caso Schwazer, la procura del Coni convoca Carolina Kostner

Sarà ascoltata per rispondere di sospetti di "copertura" e "complicità"

Consulta, FI invia sms ai suoi parlamentari: “Votate Bruno”

Oggi alle 15 il Parlamento si riunirà in seduta comune per l'elezione di due giudici della Corte Costituzionale e di cinque membri del Csm

Quando i Beatles divennero personaggi di un cartone

Negli anni ’60 scoppiò la mania, tanto da diventare protagonisti di una serie di cartoni animati
SHARE

Per quello che vale: il costo dell’estrazione mineraria

Una serie fotografica mostra il costo ambientale a fronte del prodotto (scarso) delle miniere
SHARE

Come imparare un discorso a memoria senza errori

Un metodo antico come il mondo, o almeno come i discorsi pubblici, raccontato in un’infografica
SHARE

Se non siete contenti della vostra vita, cambiatela

Ed ecco come: un metodo in tre passi per sbarazzarsi di vecchie abitudini e diventare virtuosi
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Come si diffondono davvero le epidemie

La prossima pandemia non si diffonderà dalla giungla, ma da quelle fabbriche di malattie che sono ospedali, campi profughi e città

Israele, la lettera dei soldati obiettori

Una quarantina di soldati dell’esercito israeliano ha deciso di firmare una lettera in cui rifiuta di partecipare ad azioni militari contro i palestinesi a Gaza

La cultura dello stupro nel deserto dell’Alaska

Nelle comunità dell’estremo nord, non ci sono strade, nessun ufficiale di polizia e c’è un tasso più alto di violenza sessuale che negli Stati Uniti