Blog di

Paesaggi dello Stivale di Gianmaria Sforza

Per pochi giorni ancora a Milano una scultura monumentale. Tutta da camminare.

Blog post del 22/01/2012

Una scultura grande come un edificio, in cui si entra da una bocca alta otto metri e poi si cammina in un buio sempre più nero per sessanta metri che sembrano non finire mai. L'esperienza è quella di perdersi in un ventre metallico, scoprendo cosa cambia della nostra percezione dello spazio, procedendo nell'incertezza fino a un uscita che affiora dal fondo come un'apparizione quando la paura del nulla inizia a farsi sentire. All'esterno, invece, nel tempo sull’opera si è rovescata progressivamente una montagna di terra trasportata da un sistema di nastri mobili.

Dirty Corner è una scultura monumentale, l'installazione site-specific dell'artista anglo indiano Anish Kapoor appositamente realizzata per la mostra di Milano che ancora per pochi giorni, fino a fine mese, si potrà visitare nella "cattedrale" della Fabbrica del Vapore a Milano. Realizzata con il supporto della Galleria Continua, di Lisson Gallery e della Galleria Massimo Minini, è promossa e prodotta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Assessorato Sport e Tempo libero con la società di produzione artistica MADEINART.

Quello che nessuno vede mai sono le fasi di montaggio, assemblaggio, allestimento di questi grandi lavori d'arte contemporanea, che vi mostriamo qui sotto. Non sono forse già interessanti i grandi pezzi arrugginiti di acciaio cor-ten che ritagliano lo spazio in modo così affilato? Potrebbero forse restare così, senza ricomporsi nella grande scultura? Con un grande lavoro invece hanno finito per racchiudere uno spazio che è condizione di un'esperienza irripetibile, davvero unica.

Attorno all'opera in questi mesi si sono alternati incontri, proiezioni, laboratori, performance, concerti, un'ottima occasione per vedere finalmente la Fabbrica di Vapore in alcuni casi perfino affollata. L'opera ha richiamato un grande pubblico ma soprattutto ha ispirato un programma molto ricco di eventi, per tutti i gusti. Se non siete ancora entrati, trovate un po' di tempo per provare questa forte emozione. Ne vale davvero la pena.

COMMENTI /

Ritratto di misterfa
Sab, 28/01/2012 - 12:39
misterfa
bella la fase delle mazzate!
SHARE
Ritratto di Anonimo
Mer, 01/02/2012 - 14:51
Gianmaria, stessa esperienza provata in una ex galleria strada ferrara (150mt di lunghezza) vicino Sortino (Pantalica). Incredibile esperienza. Saluti, Salvatore D'Agostino
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Delitto Kercher: i documenti sul rapporto tra Amanda e uno spacciatore di coca

Nuova pista nel giallo di Perugia: la Knox aveva amicizie molto pericolose

Cassa Depositi e prestiti ha approvato la vendita del 35% di Cdp Reti ai cinesi

Ceduto per un corrispettivo non inferiore a 2,101 miliardi di euro a State Grid International Development Limited

Come mantenere alta la produttività anche in estate

Qualche suggerimento utile per gestire al meglio i ritmi lavorativi durante la bella stagione
SHARE
La tabella

Caffeina killer: quanti caffè bisogna bere per morire?

Questo sito permette di calcolare in base al peso il numero di tazzine (o di tazze di tè) necessario
SHARE

Le app più usate che non consumano batteria

Facebook, Twitter e Youtube in versione "light" per durare a lungo con gli smartphone
SHARE

Un video che mostra se viene prima l’uovo o la gallina

Un corto romantico che racconta la storia di un maiale che ama le uova ma si innamora di una gallina
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Cina, la lotta del “Quotidiano del popolo” contro i cani: “moda occidentale”

Il giornale governativo parla di “infestazione” dovuta a “influenze occidentali”, e di “crescita allarmante” e si scaglia contro l’incuria dei padroni. Dal Wsj

Cameron taglia i benefit europei per migranti, bambini e disoccupati

Il primo ministro inglese lancia una stretta ai sussidi di disoccupazione per i migranti che si trasferiscono in Gran Bretagna

"L'Unità" chiude e per l'ultima copia il quotidiano di Gramsci va in bianco

La redazione della storica testata ex Pci sceglie di non compilare le pagine interne e di pubblicare un giornale quasi completamente senza testo