Blog di

di Ostinata Poesia

L'Ars Amandi e la rivoluzione, Mario Pischedda...

Blog post del 17/02/2013

Raccontare Mario Pischedda in un post o due è limitato e limitante, a meno che non si voglia rappresentarlo con un segno di infinito o con un punto interrogativo. C'è chi ha tentato appassionatamente di tracciare un ritratto alle sue "visioni", sintetizzare la sua "teoria", ma all'artista sardo non piacciono né le teorie né le definizioni

Al te che stai per leggere l'intervista a Mario Pischedda

Abbiamo fatto una chiacchierata su facebook. Come spesso accade l'intervista era però una scusa per guardare per qualche minuto le cose con gli occhi di un altro essere umano...

Se avete letto quanto ho scritto ieri ne "Il libro(s)partito, barattato. Le scelte editoriali dell'artista Mario Pischedda"non vi sorprenderanno le domande che gli ho fatto e che seguono, mixate a contributi di altro genere.

Cos'è l'Arte? L'arte è l'arte di amare, l'Ars Amandi

È fluida, statica, ha forma? Fluidissima 

Chi ama è un artista? Direi di sì... Gli artisti più veri sono le persone più semplici da cui abbiamo sempre da imparare, non i soliti tromboni, strapieni di sé

I contadini? Soprattutto, ma non solo...In generale lo è chi usa le mani ha il sale della sapienza

Sai dirmi perché o è un'intuizione? Perché il lavoro umanizza, il lavoro che fai con coscienza e piacere. Arte è un po' anche quando senti di essere utile, insomma        

Vieni definito un artista crossmediale, ti piace la definizione? Fuggo dalle definizioni, ma se a te va bene va bene anche a me

Se potessi essere chi vuoi tu? Vorrei essere quel che sono, ma portando il discorso all'estremo direi che non vorrei mai essere stato

Vorresti aver vissuto così intensamente da non essere riuscito a fotografarti?
Mi fotografo talmente spesso che compaio su il corpo solitario, scusa la ec/citazione ma diffondiamolo "Il corpo solitario", libro di Giorgio Bonomi su laFeltrinelli.it

Ti usi come mezzo espressivo del mondo o di te medesimo?
Uso me stesso (ovvero la mia maschera) per parlare di altro e di altri o di altre cose

       

Confermi la tua "teoria" sulla letteratura contemporanea?
Confermo la precarietà della scrittura e della esistenza, incluse le contraddizioni e della parola scritta e del nostro vissuto, non ho teorie e sono antisistema, amo il frammento, le schegge, le folgorazioni, le meteore

        

                        

Sei reduce dall'esperienza editoriale di Tap Roul, libro distribuito via baratto, promosso sui social, tra facebook, video, storify, così come era stato per Cafè Bizarre, del resto. Che tu sappia ci sono state altre iniziative editoriali del genere?

In campo editoriale credo di essere stato il primo e forse ancora non c'è altro niente, ma il baratto si sta diffondendo a tutte le latitudini

Oltre alle maschere cosa ti ha lasciato questa ennesima esperienza di condivisione?
Mi ha lasciato l'affetto di tutti gli amici, di tutte le persone nuove che ho conosciuto e che sto continuando a conoscere

Come ti è venuto in mente? L'idea mi è venuta quando ho capito che in questo mondo tutto pareva dover essere necessariamente merce o comunque monetizzabile. Non mi piaceva e dunque ho pensato al baratto, al dono, lo scambio amichevole, la conversazione brillante, insomma: l'amicizia, la stima reciproca and so on

      "la gentilezza, pratichiamola" Ti chiederai, forse. Potrò fare il contadino nell'asilo dei miei nipoti se non avrò i soldi per la retta? Chi è Eugenio Alberti? Per caso qualcuno mi presta Tap Roul? Intanto che attendi illuminazioni dal contorno e dal di dentro, però, segui la nostra chiacchierata, che continua così

Quante copie hai spedito? Ne ho spedite talmente tante che perso il conto, è la "scrittura della comunità",  come disse EU+

EU? EU+ = Eugenio Alberti, ho usato un'abbreviazione per non farti faticare troppo

Perché scrivi? Scrivo per non annoiarmi, scrivo perché son vivo

Scrivi come fotografi? Cosa cambia di te nel momento in cui scegli di esprimerti in un modo piuttosto che in un altro? Se di scelta si tratta... Exactly, non cambia nulla, sono la mia vita, le mie passioni, il mio esistere,

La tua è un'esigenza o (anche) una missione? Tutte e due le cose, missione, comunicazione e amore e rivoluzione

Quando pensi alla parola "rivoluzione" che immagine ti viene in mente? Qualcosa di umanamente realizzabile? Basta iniziare e non dalle grandi cose, ma dalle piccole, dalle piccolissime. Ad esempio: una cosa che non costa nulla, la gentilezza, pratichiamola. Perseguiamo piccole utopie, partiamo dal condividere

Cosa non si può condividere? Il male, l'invidia, l'avarizia, la perfidia, chi ci vuol male deve stare al di fuori delle nostre vite

Da cosa scaturiscono questi sentimenti? No so, so solo che nella mia vita non c'è più spazio per il negativo gratuito

Hai una musica preferita? Un film cui sei affezionato? Vado a momenti ed in questo è Salis & salis-Auguri oppure qualsiasi brano di Peter Hammill, l'ultimo film che ho visto: "Gangsters", oppure "Lo spione" con Jean paul Belmondo e Serge Reggiani

A un certo punto, caro lettore, ti immedesimerai in una atmosfera, in un sentimento

Cosa ti piace? Amo la pioggia, la notte, il treno, la nebbia

Treno lento o ad alta velocità? Il treno mi piace sempre e comunque, starei sempre in treno se potessi

C'è un perché?  Forse, ma mi piace a prescindere dai perchè

Sempre stato così? C'è un momento della tua vita passata nella quale oggi non ti riconosci? Rivendico tutto, non sarei quello che sono senza il passato e ringrazio tutti quelli che sono stati indifferenti od ostili, senza di loro non ci sarebbe stata la mia rabbia

La rabbia ha quindi anche una valenza positiva, quale? Quella di urlare contro ciò che non va, contro un sistema asfittico e morente, contro la palude, contro le sabbie mobili, contro la metastasi dentro la quale tutti siamo

Urli? A me pare che tu racconti le cose come vorresti che andassero, a me sembri speciale perché non ti lamenti, esprimi, mostri quello che noi non vediamo... Siamo tutti speciali e siamo tutti dei mostri, mostruosizzo spesso me stesso, perché gli altri hanno una paura terribile della loro immagine

                Non avrai più paura dei tag di facebook come di quelli nella vita...

Mostrarsi al meglio suscita invidie, tanto vale mostrarsi al peggio, faremo contenti più di una persona

Fuori dalla rete sei diverso? Cosa mi manca di Mario Pischedda, dove posso sentire il suo urlo? Lo senti qui, questa è la mia galleria

Perché cancelli i post? Come fossero quadri di una galleria temporanea? È il tappeto che gira, "tap-roul", come un fiume, non sempre è la stessa acqua, mi piace il nuovo...

Di link in link le strade che portano a te sono costellate di illuminazioni e qualche conferma che pure mi fa piacere, come fosse acqua lungo un percorso, grazie. 

Infine, caro lettore, questi ultimi versi ti seguiranno ovunque tu vada nelle prossime ore...

“il testo non finisce né inizia mai/ è il fiume che scorre impetuoso/ ed oggi uno tsunami verbale ci travolge tutti/ un oceano liquido di parole/ un lago immenso/ allagati e persi/ naufraghi del pensiero/ quello che scriviamo è il peggio/ quello che dimentichiamo il meglio"

                                        E poi svaniranno...In un suono, forse

               

Alla Filarmonica Jesuinu Deiana , amico di Mario, musicista e artista della Gallura.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

Banner tendenze online

BREAKING NEWS

Voto di scambio in Sicilia 2012, arresti

Ai domiciliari anche due 'deputati' dell' Ars tuttora in carica

Il “Made in” non passa, vince la Germania

Fuori onda del sottosegretario Carlo Calenda al ministro Maurizio Martina: “Anche se Renzi ha chiamato la Merkel la legge sul Made in” non passerà

Ocse: Italia penultima per occupazione giovanile

Ultimi per competenze in lettura e matematica, un giovane su tre non usa competenze sul lavoro

Più bikini per tutti: storia dei costumi da bagno dal 1890

Insieme ai costumi da bagno cambiano anche i costumi della società. Un video fa un riepilogo della prima categoria

Cosa succederebbe se la Terra smettesse di ruotare

La frenata del mondo avrebbe conseguenze catastrofiche. E non solo quella di veder volare via i vostri colleghi

Le donne saudite possono guidare. Ma solo in un videogame

Cavalcano motociclette rombanti in un’Arabia Saudita post-atomica per sconfiggere il male. Ma potrebbero cambiare il mondo

Il test di Bechdel, il filtro femminista al cinema mainstream

Sono tre semplici criteri, nati da un fumetto, per misurare il sessismo nei film. E molti non lo superano

PRESI DAL WEB

Cristiano Ronaldo ha donato 7 milioni di euro ai bambini del Nepal?

La notizia è stata riportata dal magazine francese So Foot, ma non ci sono ancora conferme da Save The Children

Migranti, la svolta dell'Ue: "Tutti gli Stati membri obbligati ad accoglierli”

Su la Repubblica la bozza della nuova Agenda della Commissione: via libera all'affondamento dei barconi e aiuti ai paesi di origine