Blog di

di Vito Kahlun

Le 10 cose da NON fare su Facebook

Blog post del 6/07/2012

A tutto c'è un limite. Anche a ciò che si può fare, o NON fare, su Facebook. Queste sono le 10 cose assolutamente da NON fare su Facebook.

1) Le condoglianze

Se gli auguri su Facebook sono accettabili - solo nella misura in cui la persona che li riceve è una semplice conoscente - le condoglianze non lo sono. Mai! Un evento luttuoso non può e non deve essere trattato con superficialità. Se davvero volete fare le condoglianze a qualcuno andate di persona. Al limite anche una telefonata o un telegramma, ma sicuramente non un post in bacheca. Lo stesso vale per i messaggi sulla bacheca della persona che non c'è più: a meno che non sia espressa volontà dei genitori o delle famiglie bisogna evitare.

2) Taggare in foto (caso 1)

Prima di taggare un vostro amico o conoscente in una foto, ponetevi una domanda: "se io fossi lui/lei mi piacerebbe vedermi taggata in questa foto? Mi potrebbe creare problemi?" Se la risposta è "sì" lasciate perdere; se è "no" pubblicate pure. So bene che il criterio con cui pubblichiamo le foto (ahinoi!) è uno, ed uno solo, ma il rispetto per chi si è scattato una foto con noi deve essere assoluto. Se siete venuti così belli in quella foto da non poter resistere al desiderio di mostrarla al mondo, non dovete fare altro che tagliare la foto o chiedere al vostro amico/conoscente se potete pubblicarla con o senza tag.


3) Taggare in foto (caso 2)

Se una foto contiene un messaggio politico, o qualcosa del genere, evitate di taggare altre persone in quella foto. Non perché chi è taggato potrebbe non condividere il messaggio, ma perché taggandolo lo obbligate a mostrare al mondo il suo legame con un certo tipo di visione politica. Ricordatevi che se avete qualcosa da dire c'è la vostra bacheca per farlo. Se qualcuno si identificherà con il vostro messaggio potrà premere il tasto "mi piace"(approvazione leggera) o il tasto "condividi" (approvazione immedesimazione"). In entrambi i casi sarà la persona a decidere.

4) Non prendete caramelle dagli sconosciuti

Molti accettano richieste di amicizia da perfetti sconosciuti e poi si fanno problemi a richiedere l'amicizia a persone che magari conoscono solo di vista. Questa cosa non ha senso! Aggiungere uno sconosciuto, a meno che non abbiate settato molto bene le impostazioni sulla privacy, oltre ad essere un rischio per voi lo è anche per i vostri amici.

5) Non solo amicizia..

Se non volete mettere in difficoltà una persona che non conoscete benissimo, chiedendole l'amicizia, potete fare un'altra cosa: "ricevere gli aggiornamenti". Così facendo sarà come dire a quella persona: "mi interessa conoscerti, ma rispetto i tuoi spazi". E comunque a quel punto la persona di cui ricevete gli aggiornamenti potrebbe anche decidere di aggiungervi lei per prima.

6) Chiedetela di persona
Se volete restare in contatto con qualcuno ed é CHIARISSIMO che anche questo qualcuno voglia rimanere in contatto con voi, fate una cosa: chiedetegli di persona se potete aggiungerla su Facebook (o se anche lei/lui ha un profilo sul social network). 

7) "Il lnguaggio konta"

È un social network non una fiera dei sadici linguisti italiani. Non è neanche un sms o Twitter: su Facebook avete lo spazio che volete. Usatelo! Se poi riuscite ad essere concisi, pur dicendo tutto, tanto meglio!

8) Non dire in chat ciò che non diresti di persona
Punto.


9) Mi inviti?

Lo so che é faticoso, ma sarebbe cortese rispondere a tutti gli inviti che ricevete su Facebook. Spesso, chi vi invita, fa un lavoro di selezione faticosissimo.

10) È semplice
Non serve altro che un po' di buon senso! 

...

Se ti è piaciuto questo post puoi seguirmi su Facebook (Pagina Vito Kappa - clicca qui)

O su Twitter: @vitokappa

 

P.s. ho commesso quasi tutti gli errori di cui scrivo sopra. Grazie al cielo non tutti! 

Nel prossimo pezzo metterò a confronto la tratta Roma-Milano sul treno Italo e Milano-Roma sul FrecciaRossa. Chi l'avrà vinta?

 

COMMENTI /

Ritratto di desdmonia
Ven, 06/07/2012 - 12:01
desdmonia
un 'pezzo' praticamente inutile. spero nessuno La paghi per questo.
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Ven, 06/07/2012 - 12:05
Vkahlun
Non si preoccupi: non prendo una lira!
SHARE
Ritratto di redclo
Ven, 06/07/2012 - 12:12
redclo
...spero che prenda almeno qualche euro.....
SHARE
Ritratto di Rubino
Sab, 14/07/2012 - 20:53
Rubino
sì, ma la selezione sugli inviti non la fa (quasi) nessuno. Inoltre la maggior parte dei consigli è un "già letto" sulle bachehce di facebook, ma ok, ci può stare Saluti
SHARE
Ritratto di redclo
Ven, 06/07/2012 - 12:11
redclo
Direi che "condivido" piu' o meno tutti e 10 i punti elencati nell'articolo. Tranne gli errori grammaticali, di battitura e di linguaggio adolescenziale. Non accettabili in un "servizio giornalistico" (a mio modesto avviso). ;)
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Ven, 06/07/2012 - 12:15
Vkahlun
Grazie Redclo. Mi può segnalare gli errori così faccio le dovute correzioni? Purtroppo i refusi fanno parte del gioco :D (il linguaggio un po' "adolescenziale" è voluto).
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Ven, 06/07/2012 - 12:17
Vkahlun
p.s. non è un servizio giornalistico: si tratta di un blog.
SHARE
Ritratto di Strugel
Ven, 06/07/2012 - 12:19
Strugel
solo nella misura in cui la persona che GLI riceve è 'questo però non mi pare un 'refuso". l'ho notato subito e davvero stona!
SHARE
Ritratto di Strugel
Ven, 06/07/2012 - 12:23
Strugel
ah e gl iaccenti sulla terza persona del verbo essere.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Ven, 06/07/2012 - 12:28
Giusto: blog (blog con taglio giornalistico? un "pezzo"?). Mi scusi, ma pur essendo io stessa responsabile di errori di battitura e grammaticali in mails, chat, sms, comunque nel redigere la documentazione relativa all mia professione il controllo ultimo, dopo il contenuto, e' alla forma. In un giornalista, sia esso virtuale o della carta stampata, non ammetto questi errori (per quanto banali come i sottoelencati). La comunicazione e' il vostro mestiere, le parole sono i vostri mezzi. grazie. Comunque: punto 1: che "gli" riceve punto 7: Il lnguaggio konta
SHARE
Ritratto di Alessandro
Gio, 12/07/2012 - 14:30
Alessandro
Il plurale di "mail", in italiano, è "mail" e non "mails".
SHARE
Ritratto di ticer
Sab, 28/07/2012 - 18:00
ticer
Prima di correggere altri bisognerebbe controllare quel che si scrive: mails, i nomi stranieri al plurale sono invariabili; e', direi che la forma corretta sia "è". Cordialmente.
SHARE
Ritratto di marion
Mar, 22/01/2013 - 18:27
marion
"all mia professione"....per non parlare della sintassi!
SHARE
Ritratto di Teresa
Ven, 06/07/2012 - 12:30
Teresa
Errori: 1. la persona che gli riceve [li riceve] 2. Se volete restare in contatto con qualcuno ed é CHIARISSIMO che anche questo qualcuno voglia rimanere in contatto con voi, fate una cosa: chiedetele di persona se potete aggiungerla su Facebook o, più genericamente, se anche lei sta sul social network. Anche se solo per "provarci" con una persona è un modo più tranquillo che chiederle il numero di telefono [la frase iniziale si riferisce ad un "qualcuno", maschile. Quindi "chiedetegli" non "chiedetele". Tutto il periodo comunque zoppica parecchio...]. 3. Il linguaggio konta [spero che il konta sia ironico...]
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Ven, 06/07/2012 - 12:40
Vkahlun
Grazie per le segnalazioni! Scusate per gli errori ma ho scritto il pezzo su un iPhone mentre ero in treno. Naturalmente "il lnguaggio konta" è ironico. :D
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Ven, 06/07/2012 - 12:45
Vkahlun
Non mancano accenti sulle "è". Non ci provi Strugel... :P
SHARE
Ritratto di Jacopo Tondelli
Ven, 06/07/2012 - 13:15
jtondelli
e comunque, visto che amate tanto fare i maestrini sul blog di Vito (e non solo), ogni tanto firmatevi. Non dovreste vergognarvi di avere un nome e un cognome. O no?
SHARE
Ritratto di pier paolo tassi
Mar, 31/07/2012 - 03:55
pier paolo tassi
Non capisco davvero questo accanimento nei confronti dell'autore del pezzo. Non è scritto male, il registro linguistico è azzeccato e la paragrafazione per punti invoglia la lettura. Qualche errore c'è, è vero, ma ho trovato ben di peggio sulle pagine stampate di fatto quotidiano o altri grandi, a dirla tutta.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Ven, 06/07/2012 - 13:32
Refusi a parte ( ma chi non ne fa?), quanto Lei dice è molto saggio. Occorrerebbe davvero un piccolo elenco di regole riguardo all'uso di Facebook. Per esempio è difficile sopportare le sdolcinature di chi esibisce a raffica ( e forse in modo complusivo), oltre ogni ragionevole limite, fotografie di vario genere. Facebook dovrebbe essere un luogo di scambio di opinioni e di informazioni, non un modo per realizzare la propria voglia di protagonismo.
SHARE
Ritratto di livio
Ven, 06/07/2012 - 14:04
livio
Mi sembra un "pezzo" (anche se è questo è un blog e non un giornale sia pure online) non così banale e scontato e mi sembra che i commenti acrimoniosi siano a volte eccessivi. Io sono di solito una "maestrina dalla penna rossa" ma credo si debba anche considerare il contesto in cui si scrive (appunto un blog) e il fatto che spesso quando si scrive sulla tastiera o ancora peggio su un tablet o uno smartphone certi misprint sono quasi inevitabili (aggiungo come notazione che sembra che questo spazio per i commenti sia fatto apposta per provocare errori di battitura, in ogni parola che scrivo, se non "pesto" con violenza i tasti della tastiera, saltano lettere e spazi...) Insomma, per concludere, ho letto il "pezzo" con piacere. Buona giornata!
SHARE
Ritratto di Anonimo
Ven, 06/07/2012 - 14:52
Anonimo
Non capisco chi dice che su FB si deve fare questo, non ci si deve postare quello, e le foto, e il protagonismo.... Facebook è un social network, e come nella società ognuno ha il suo modo di essere, cosi è su FB. e ogni gruppo ha il suo modo di comunicare, i suoi argomenti più o meno condivisibili. Quindi su FB e con FB ognuno ci fa quel che vuole!
SHARE
Ritratto di Jacopo  Taddei  Sozzifanti
Ven, 24/08/2012 - 01:57
Jacopo Taddei Sozzifanti
Buona sera, su questo punto mi permetto di dissentire: la libertà di ogni individuo è tale fino 'al limite' della libertà del prossimo di non condividere le intenzioni; cioè concordo 100% per il fatto di NON taggare e NON riportare alcun riferimento che possa in qualche modo 'condizionare' terze persone. I dieci punti sembrano scontati, banali, ma purtroppo nessuno (ripeto, purtroppo) pensa, riflette che ogni 'moto' produce 'effetti' che possono anche non essere graditi. Uno, del suo, faccia pure quello che vuole, ma TUTTO ciò che invece coinvolge altri, dovrebbe essere filtrato.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Ven, 06/07/2012 - 14:52
Acciderba! Mi rakkomando, metta tutti i ci-akka al punto giusto e tutti i karatteri con i segni diakritici altrimenti kuesti si skandalizzano! Articolo, pezzo, blog o b-log? Si deve scrivere email, e-mail o posta elettronica? Computer o ordinateur o elaboratore elettronico o calcolatore?... scommetto che leggono tutti La Repubblica, dato che hanno tempo da perdere con queste, mi passino l'ardito termine, FACEZIE.
SHARE
Ritratto di Guido Belgeri
Sab, 07/07/2012 - 21:09
Guido Belgeri
Commento azzeccato, basta con polemiche assurde da primi della classe per qualsiasi cosa. Siete bravi? Vi ritenete più colti e grammaticamente corretti di chi scrive? Bene, buon per voi, ma a noi non interessa veramente nulla sapere che qualche anonimo o perfetti sconosciuti sono così bravini a polemizzare. L'Italia è il paese degli avvocati, e da queste piccole cose si capisce il perchè.
SHARE
Ritratto di Giulia
Ven, 06/07/2012 - 15:49
Giulia
@ Anonimo: visto che è così pignolo, si ricordi che nelle parole inglesi il plurale non va quando si scrivono in una frase italiana, quindi il suo mailssss stona davvero. Molto carine le considerazioni del signor Vito Kahlun, carino il blog!
SHARE
Ritratto di Marco Giovanniello
Ven, 06/07/2012 - 17:00
mgiovanniello
<p>italo non ha treni non stop, perci&ograve; fra Milano e Roma i Frecciarossa non stop arrivano 30 minuti prima.</p>
SHARE
Ritratto di manne
Ven, 06/07/2012 - 17:07
manne
Vai a lavorareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Dom, 08/07/2012 - 01:36
Vkahlun
<p>Grazie al Direttore e grazie a tutti voi per le critiche pi&ugrave; o meno utili. I primi ad avermi fatto dei rilievi hanno potuto notare che ho fatto alcune modifiche al pezzo. Di questo &quot;gli :D&quot; ringrazio! Per quello che riguarda l&#39;opportunit&agrave; del pezzo in se il discorso cambia. Essendo il mio un blog credo sia lecito scriverci ci&ograve; che mi pare. Il punto &egrave; per&ograve; un altro: perch&eacute; questo pezzo risulta essere tra i pi&ugrave; letti e condivisi sui social network? Io credo che il motivo sia semplice: per prendersi davvero sul serio bisogna saper essere anche un po&#39; leggeri...</p>
SHARE
Ritratto di Anonimo
Sab, 07/07/2012 - 10:35
Ciao Vito, ottimo pezzo, ci sarebbero almeno altri 10 comportamenti da sconsigliare su facebook ma è un buon inizio. In ogni caso è bene ricordare che anche se si viene taggati in modo sconsiderato dai propri amici c'è sempre la possibilità di far si che nessuno veda i post dove veniamo taggati. Compaiono nella nostra bacheca ma protetti. Per il prossimo post, già che ci sei, perché non fai anche la tratta Roma-Reggio Calabria. :P
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Dom, 08/07/2012 - 01:40
Vkahlun
<p>Ciao Anonimo (ma perch&eacute; non vi registrate e commentate con un nick! Sarebbe pi&ugrave; bello potervi rispondere per nome),</p> <p>e grazie per l&#39;apprezzamento. Indubbiamente ci sono molte cose che non mi sono passate per la testa e che non ho scritto, ma ci sar&agrave; occasione per farlo in un altro pezzo...Nel frattempo, se avete consigli, sentite pure liberi di riportarli qui sotto.</p> <p>Per quanto riguarda la tratta Roma-Reggio Calabria ti prometto che se mi chiamano per un colloquio da quelle parti, e mi tocca andarci in treno, ci faccio il pezzo!&nbsp;</p> <p>Buona settimana,</p> <p>Vito</p>
SHARE
Ritratto di Marco Corsi
Sab, 07/07/2012 - 12:36
Marco Corsi
mah... il pezzo non mi sembrava male, e secondo me qualche refuso ci può stare in un blog (ci sono nei giornali come Corriere e Repubblica, figuriamoci qua), così come mi pareva palese che il punto 7 ("Il linguaggio konta"), proprio perchè è tra virgolette e proprio perchè consiglia di non usare puerili abbreviazioni, non si trattava di un errore ma di una critica ironica a chi invece fa uso di parole storpiate, cosa alquanto comune tra i giovanissimi. Mi lascia invece un po' meravigliato l'abbondanza di commenti critici nei confronti del sig. Kahlun... ma rilassatevi!! i refusi sono una cosa normalissima e se proprio non vi piace un articolo, passate oltre... e che diamine!
SHARE
Ritratto di Silvia
Sab, 07/07/2012 - 20:32
Silvia
Non concludere un post o articolo con un argomento completamente diverso da quello con cui si é iniziato
SHARE
Ritratto di Guido Belgeri
Sab, 07/07/2012 - 21:14
Guido Belgeri
Caro Vito, non si curi di critiche da strapazzo di gente che non si sognerebbe mai di criticare discorsi vacui fatti giornalmente da signori del giornalismo o della politica, ma che si credono superiori solo perchè questo è un blog di facebook. Grazie per i suoi pezzi, a volte interessanti a volte meno, ma sempre simpatici!
SHARE
Ritratto di Tiziana
Sab, 07/07/2012 - 22:34
Tiziana
Ma perché no alle condoglianze? Devo ammettere che la prima volta che una collega ha postato la notizia dela padre defunto sono rimasta scioccata. Ma poi con tutta la redazione a fare le condoglianze, mi sono accodata. Poi e accaduto una seconda volta e una terza. Così ho iniziato a farci l'abitudine. Chiaramente poi se si vede la persona si rifanno le condoglianze ma il punto di questo blog pare essere 'niente su facebook' e la mia domanda e' perché no? Non e' forse la morte una delle tante cose che capitano durante la vita (nascite, compleanni, matrimoni, divorzi) e così via?
SHARE
Ritratto di pilisaa
Dom, 08/07/2012 - 01:02
pilisaa
Io ho trovato il pezzo interessante e utile perchè proprio il ritenere certe cose superflue e/o confinate al perimetro di "autogestione" personale ha ridotto la società allo stato attuale. Tante cose vi sembrano scontate? Bene, vorrà dire che farete un ripasso delle stesse, ma mi dispiace deludere chi scrive che ognuno ha il suo modo di esprimersi e che dunque l'uso di FB non va frenato. Esiste l'educazione e il buon senso nelle cose che ormai sembra dimenticato chissà dove. Il cattivo gusto regna sovrano e forse davvero si ha bisogno di una persona che raccolga in modo leggero e ironico 10 piccoli punti da rispettare per un corretto utilizzo di FB. Quindi grazie Vito per il tuo contributo affatto banale!!! Buonanotte
SHARE
Ritratto di Vito Kahlun
Dom, 08/07/2012 - 01:57
Vkahlun
Marco Corsi, grazie! Se nell'interazione con la tv abbiamo il telecomando, con Internet possiamo avvalerci di mouse e tastiera. Silvia: si riferisce al mio pezzo o fa riferimento ad un'eventuale "cosa da non fare" su Facebook? Guido Belgeri: grazie per la "difesa d'ufficio" e per l'onestà! Cercherò di rendere i pezzi ancora più interessanti (e se l'argomento lo permetterà proverò a rimanerle simpatico) Tiziana: naturalmente la mia è solo una valutazione personale. Credo che un evento grave come la scomparsa di una persona non possa essere liquidato con un post in bacheca. Non dico che sia giusto quel che dico, ma le direi una bugia se le negassi questo mio punto di vista. Pilisaa: grazie a Lei! Condivido il fatto che darsi delle regole, rispettare un minimo di formalità, aiuta ad apprezzare e valorizzare quello che poi è il contenuto del messaggio. Scusate per il ritardo nelle risposte ma finito lo Shabbat ebraico mi sono andato a mangiare un bel gelato in centro.
SHARE
Ritratto di Gabriele
Dom, 08/07/2012 - 17:09
Gabriele
solo per ridere un pò... Konta con C, jejejejejee io mi sono divertito a leggere. Grazie
SHARE
Ritratto di fulvio
Gio, 12/07/2012 - 14:11
fulvio
all'a fine sono i contennuti che contano e non come sono scritti se vi pre occupate di correggere gli errori di ortografia l'unicà cosa che mi vienne da pensare e che non habbiate argommenti.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Sab, 14/07/2012 - 18:26
Un pezzo scritto bene ed opportuno: la netiquette sui social network. Se permetti avrei concluso in altro modo (potrebbe essere l'undicesimo comandamento !) : chi scrive in anonimato o coperto da evidente pseudonimo è pur sempre un "portoghese" , uno che ti fa le telefonate anonime, insomma , e qualunque cosa possa scrivere lascia sempre " il tempo che trova". Cordialmente, O.S.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Dom, 15/07/2012 - 00:45
Leggendo i commenti, ho avuto modo di notare che alcuni hanno trovato delle imprecisioni (si dice ancora così?). La cosa che, però, mi ha lasciato perplesso e amareggiato è la maleducazione di alcune persone si dice il peccato, ma non il peccatore: questo perché ognuno di noi deve fare un attento esame di coscienza nel modo di comportarsi nei confronti degli altri. Una cosa che ho notato è che uno degli "anonimi", che a mio dire non si dovrebbero ascoltare, ha affermato che su Facebook si può fare quello che si vuole: dunque le chiedo questa cosa: sa che in Italia, teoricamente, esiste una legge che prevede l'arresto e la conseguente incarcerazione per divulgazione di materiale non "approvato"? (Anche se il termine è errato). Infatti si prevede che per poter mostrare la foto di una persona all'interno di un articolo o ancor di più su un social network, che può essere visitato da miliardi di persone, sia necessaria la sottoscrizione di una liberatoria come l'articolo, se non erro, 196/2003 (trattamento dati sensibili ricorda?). Ora cosa c'è di più sensibile del nostro volto, pensi che i militari che che lavorano nell'antimafia vanno in giro con il passamontagna per non essere riconosciuti; ora immagini una persona che immortala per sbaglio la scena di un arresto e un degli agenti prima o dopo l'arresto viene visto togliersi o mettersi il suddetto passamontagna e quella stessa persona, ponendo il caso un amico, lo "tagga", il termine non italiano è sbagliato a priori, su Facebook o su un social network e chi lo vuole ammazzare, fanno ancora così contro i nemici,lo rintracciano e quella sciagurata azione che poteva sembrare simpatica si trasforma in tragedia. Rifletta su questo. Mi sono dilungato eccessivamente, annoiando i lettori e di questo chiedo scusa.
SHARE
Ritratto di anonimo
Sab, 28/07/2012 - 19:09
anonimo
Erra: tra gli studiosi di diritto è controversa l'idea che in casi come questa sia obbligatoria una liberatoria.
SHARE
Ritratto di laura72
Sab, 28/07/2012 - 17:52
laura72
Le regole su fb? Io posso essere educata, maleducata ed è una mia scelta, posso essere sensibile o meno, chi non gradisce ha comunque il "rimuovi amici" senza la necessità che qualcuno dica ad altri come comportarsi. D'altronde chi si somiglia si piglia e gli altri no. Sui punti noto che non si conosce il social, visto che chi ci "invita" ha fatto una selezione accuratissima... ma quando mai? Io ricevo sui 250 inviti al giorno e sono ovviamente (ovviamente) "invita tutti" se devi far girare un evento non fai la selezione accuratissima. "ricevere gli aggiornamenti" e che cosa ricevi visto che la ricezione è solo per i post pubblici e il 99% degli utenti giustamente blocca la privaci ad "amici"? "È un social network non una fiera dei sadici linguisti italiani" No, la mia bacheca è casa mia e scrivo come voglio, a volte in italiano, a volte in romanesco a volte in toscano a volte inventando i termini (che restano comunque comprensibili). Non è un blog, è una bacheca personale. E come sopra "così è se vi pare" altrimenti ciao. Profilo pubblico su Facebook: Vito Kappa Su Twitter: @vitokappa Magari pure l'indirizzo di casa? :D comunque no, perchè non è detto che tu voglia che chi è su fb ti segua su tw e viceversa e soprattutto tw resta praticamente visibile a chiunque e fb no. taggare foto: basta attivare il controllo dei tag altrui, se si hanno "problemi" se "social" è ognuno sia come è quando sta nel parco con gli amici e non sentirsi limitati e mettere maschere come se si fosse invitati in un pranzo di gala. relax e stare in pantofole almeno su fb, non ce lo meritiamo? saluti
SHARE
Ritratto di Alex Z
Sab, 28/07/2012 - 23:16
Alex Z
La polemica inutile regna sovrana nel Paese dei perfettini. Cari lettori precisini, perchè non andate a produrre valore aggiunto per la nazione anzichè dilungarvi in disquisizione inutili? Saluti
SHARE
Ritratto di aclelio&#039;s
Lun, 30/07/2012 - 22:25
aclelio's
Ottimo suggerimento bravo grazie lo condivido Certe critiche sono veramente assurde che fatica e che platea di cacacazzi!!!
SHARE
Ritratto di Rox
Gio, 13/06/2013 - 17:38
Rox
Anche con Facebook si produce valore aggiunto per la nazione
SHARE
Ritratto di Cristina
Dom, 26/08/2012 - 15:37
Cristina
Uh, tanto rumore per nulla: nel frattempo su Facebook è stato inserito il controllo dei tag, per cui nulla di inaspettato apparirà più sulle nostre bacheche. Praticamente il tag mi pare sia diventato un modo per condividere velocemente le informazioni. Ho letto comunque tutto l'articolo e devo dire dissento sulle richieste di amicizia etc, ma credo dipenda dal modo in cui personalmente io uso i social: per lavoro, e networking. Per quanto mi riguarda, più ampio è il network, più informazioni ricevo e più ne invio. Chiaramente devo stare molto ben attenta a quello che posto, è ovvio. Ma per chi come me ne fa uno strumento di immagine è essenziale che i contatti ci siano, e in abbondanza. Evito solo chi non ha amici in comune con me: mi sanno tanto di fake. Invece, chi usa Fb per uso "personale" probabilmente farà bene a seguire questi consigli. Dissento in toto su quanto leggo relativamente agli inviti... Temo che il concetto di selezione sia definitivamente tramontato, ricevo inviti per eventi assurdi in ogni parte del mondo: questi non fanno selezione, fanno promozione selvaggia e la fanno pure male. Che poi è un boomerang: non paga e stufa.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Sab, 29/12/2012 - 20:22
Anonimo
Trovo i consigli abbastanza utili, specialmente a chi è alle prime armi con i social network. In particolare concordo nel mettere in guardia dall'accettare amicizie in maniera troppo superficiale, e darei anche un altro consiglio: ricordate che molte amicizie sono virtuali, anche se possono diventare reali, quindi prima di esporvi e confidarvi con qualcuno/a siate sicuri/e di non creare o crearvi problemi. Mi è capitato di leggere che le amicizie virtuali sono molto più belle e importanti di quelle reali.....SCANDALOSO!!
SHARE
Ritratto di E. G.
Mer, 06/02/2013 - 18:43
Egavino
Interessante.. Spero che almeno qualcuno segua queste semplici regole! :)
SHARE
Ritratto di Carlo Cirvilleri
Dom, 10/02/2013 - 23:19
Carlo Cirvilleri
Io invece vorrei un consiglio. Mi capita talvolta di leggere sulla bacheca di alcuni "amici", contenuti che io ritengo assolutamente inaccettabili, perchè mendaci, discriminatori oppure violenti. La maggior parte delle volte ho il dubbio che siano solo frutto di una affrettata condivisione di una foto, altre volte temo riflettano le vere convinzioni (ad esempio razziste) di un mio "amico". Ora, fino a che punto ho il "diritto" di lasciare sulla sua bacheca un (civile) commento in profondo dissenso? Io trovo più onesto fargli notare pubblicamente la gravità delle affermazioni contenute in alcuni post della sua bacheca, piuttosto che scrivergli in privato. Cosa ne pensate?
SHARE
Ritratto di Carlo Cirvilleri
Dom, 10/02/2013 - 23:27
Carlo Cirvilleri
Io invece vorrei un consiglio. Mi capita talvolta di leggere sulla bacheca di alcuni "amici", contenuti che io ritengo assolutamente inaccettabili, perchè mendaci, discriminatori oppure violenti. La maggior parte delle volte ho il dubbio che siano solo frutto di una affrettata condivisione di una foto, altre volte temo riflettano le vere convinzioni (ad esempio razziste) di un mio "amico". Ora, fino a che punto ho il "diritto" di lasciare sulla sua bacheca un (civile) commento in profondo dissenso? Io trovo più onesto fargli notare pubblicamente la gravità delle affermazioni contenute in alcuni post della sua bacheca, piuttosto che scrivergli in privato. Cosa ne pensate?
SHARE

Pagine

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Dopo la serie di scosse, in Toscana evacuate alcune scuole

Alle 11.36 una scossa di magnitudo 4.1 seguita da un'altra, più leggera, alle 11.47. Non si registrano danni

Scossa di terremoto a Firenze, magnitudo 3.8

L’epicentro è stato individuato nella zona del Chianti a 9,3 Km di profondità

Il sessismo spiegato ai bambini

«Gli uomini sono presidenti, le donne first ladies» e altri stereotipi di genere negli USA del 1970
SHARE

Mettete matite nei vostri cannoni

Un cartone animato nordcoreano di propaganda per convincere i bambini che gli USA sono cattivi
SHARE

Andrea Pirlo non è sinti. E a dirlo è proprio lui

La leggenda delle origini Sinti del calciatore della Juventus, smentita da lui stesso
SHARE

Come superare le feste senza ingrassare

Il Natale è uno dei periodi peggiori per chi vuol perdere peso. Consigli per vincere le sfide
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Jobs Act, verso un indennizzo di soli tre mesi per i nuovi assunti

Le anticipazioni del Corriere: tra i licenziamenti senza reintegro anche quelli per scarso rendimento. Non ci sarebbe copertura per l’Aspi per i collaboratori

L'addio di Napolitano: «Parlare di voto o di scissioni evoca l'instabilità»

Il saluto del presidente alle alte cariche dello Stato promuove il governo Renzi: «Procedere senza stop s