Blog di

di Paolo Massa

La democrazia in America tra palco e realtà

Blog post del 4/01/2012

La giostra delle elezioni americane è appena partita dallo Stato dell’Iowa che ha dato avvio alle primarie repubblicane. La vittoria risicata del mormone Mitt Romney, ex governatore del Massachusetts apprezzato da moderati e indipendenti, meno dai conservatori duri e puri, spiana la strada ad altri candidati, finora nell’ombra come il cattolico Rick Santorum, del sempre più diviso Grand Old Party.

In realtà la campagna elettorale a stelle e strisce è iniziata subito dopo l’elezione di Barack Obama, primo presidente nero degli Stati Uniti: dal 2009 con la nascita del movimento Tea Party e dal 2011 durante l'autunno americano di Occupy Wall Street generatosi sulla scia della primavera araba e degli indignados spagnoli di Puerta del Sol a Madrid.

Consiglio a tal proposito tre documentari. Il primo, L’assedio di Wall Street, realizzato dal corrispondente della Rai da New York Gerardo Greco: un racconto nei meandri del movimento che ha occupato per mesi Zuccotti Park a Manhattan, a due passi dal centro della finanza mondiale, con un occhio alle storie dai palazzi della Borsa. Da vedere, sempre per restare in tema, anche il lavoro di Andrea Salvadore e Matteo Minasi dal titolo Indignati Americani.

Il terzo film è (Astro)Turf Wars, diretto nel 2010 dal regista australiano Taki Oldham: un documentario per indagare su chi c’è dietro il gruppo del Tea Party che da fenomeno locale è arrivato nel 2009 fino a Washington per portare davanti alla Casa Bianca le proprie istanze pro-mercato e anti-tasse. Due movimenti popolari - Occupy Wall Street e Tea Party - con i quali Barack Obama e il futuro candidato repubblicano alla presidenza dovranno fare i conti.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Legge di stabilità, arrivata la lettera Ue che chiede chiarimenti all’Italia

Sul tavolo del governo i rilievi tecnici che la Commissione ha sollevato sulla manovra

Bibeau, l’attentatore di Ottawa era un «viaggiatore a rischio»

Già noto alla polizia, a luglio gli era stato ritirato il passaporto perché considerato elemento pericoloso e pronto ad unirsi alle forze armate in Iraq e Siria

Elena Ceste è morta, la conferma dal DNA: il suo corpo ritrovato nell'astigiano

La donna, mamma di quattro bambini, era scomparsa da casa lo scorso 24 gennaio

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Pechino, Mr. Facebook sorprende tutti: intervento in mandarino

Mark Zuckerberg protagonista di un Domanda&Risposta in lingua all'Università Tsinghua a Pechino

Il grande panico per Ebola: siamo sicuri che il rischio non sia sopravvalutato?

L’hanno addirittura definita "l’emergenza sanitaria dei tempi moderni"

Il sogno di Nietzsche si avvera: gli uomini super-intellgenti stanno arrivando

L’ingegneria genetica permetterà di creare gli esseri umani più inteliigenti che siano mai esistiti