Blog di

di Paolo Massa

Occupy Wall Street (secondo Al Jazeera) e il ritorno della primavera americana

Blog post del 23/03/2012

Il 17 settembre 2011 iniziava a New York l'occupazione pacifica di Zuccotti Park, a due passi dal centro della finanza mondiale. Sono trascorsi appena sei mesi dalla nascita del movimento Occupy Wall Street che, sulla scia delle proteste in Tunisia e in Egitto, in Spagna e in Grecia, ha influenzato il dibattito politico negli Stati Uniti di Barack Obama, in attesa delle elezioni presidenziali del prossimo novembre.

Al Jazeera ha dedicato in questi giorni un documentario ai manifestanti di Zuccotti Park, delineandone - attraverso interviste e immagini dai luoghi dell'occupazione - la genesi e l'evoluzione durante gli ultimi mesi che hanno visto il movimento in affanno dopo lo sgombero del parco da parte della polizia newyorkese. 

Ma con il ritorno della primavera americana, i ragazzi e le ragazze di Zuccotti Park si stanno preparando a far sentire ancora più forte la loro voce in occasione, il prossimo maggio a Chicago, del summit del G8 e della NATO. Me l'ha confermato in un'intervista anche Kalle Lasn, fondatore della rivista canadese Adbustersche lo scorso luglio ha lanciato su Twitter l'idea di occupare Wall Street:

Ora che la prima fase della contestazione si è conclusa, sono convinto che in un secondo momento il movimento comincerà a sviluppare un programma di cambiamento politico e sociale. Avremo centinaia di gruppi in tutto il mondo pronti a farsi sentire attraverso flash mob e occupazioni a sorpresa, come per esempio nelle banche. Penso che d’ora in avanti, specialmente il prossimo maggio a Chicago durante il summit del G8 e della NATO, e anche attraverso la richiesta della Robin Hood Tax e della Tobin Tax sulle transazioni finanziarie, assisteremo a una fase della protesta molto più articolata.

COMMENTI /

Ritratto di Marco Giovanniello
Dom, 25/03/2012 - 03:57
mgiovanniello
Occupy Wall Street, per fortuna se ne sente parlare sempre meno.
SHARE
Ritratto di Paolo Massa
Dom, 25/03/2012 - 14:30
pmassa
Verrà smentito ben presto, caro Giovanniello. A partire dal prossimo maggio a Chicago.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

I separatisti abbattono un aereo militare ucraino

Lo ha riferito il portavoce militare ucraino in televisione. Non si conosce la sorte del pilota

Obama: gli Usa continueranno a combattere il Califfato, “il mondo è inorridito”

La diretta video dell’intervento di Barack Obama dopo l’uccisione del giornalista James Foley

Bachelor of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana

Il cannone che spara i salmoni oltre le dighe

I pesci le incontrano nel risalire la corrente dei fiumi. Un ostacolo spesso insormontabile. Finora
SHARE

L’app che ti permette di creare GIF da Youtube

Si chiama GIF Youtube e permette di lavorare sui video di Youtube. Noi l’abbiamo provata, su Youtube
SHARE

I lavori che in futuro lasceremo fare ai robot

L’automazione fa passi da gigante: le macchine rimpiazzeranno insegnanti, conducenti e attori?
SHARE

Il marxismo spiegato con Super Mario

Il plusvalore e l’alienazione raccontati in un simpatico video ispirato all’idraulico della Nintendo
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il traffico delle armi nel mondo, chi compra e chi vende

La Stampa presenta un’infografica interattiva sulle armi, e gli intrecci tra i Paesi produttori e Paesi compratori

Perché ci sono aerei che sorvolano le zone di guerra

Le compagnie non hanno uno standard di rischio unico. Ognuna adotta una sua policy, e molte sono da rivedere

Sulla facebookizzazione di Twitter e la twitterizzazione di Facebook

I due social network sono nati per rispondere a dinamiche diverse della rete, ma con gli anni hanno cominciato a copiarsi sempre di più