Blog di

di Giuseppe Alberto Falci

Palazzo dei Normanni: l'asse terzopolo-Pd si spacca, e l'aula "censura" Massimo Russo

Blog post del 27/09/2011

A Palazzo dei Normanni la tempetura rimane "agostana". La maggioranza di Raffaele Lombardo, variegata e divisa (Pd-Udc-Mpa-Api-Fli), si spacca, e consente alla minoranza, Pdl-Pid-Fds,  di votare la mozione di "censura" presentata nei confronti dell'assessore alla sanità Massimo Russo. 

Non appena inizia la seduta, l'Udc compatto conferma la presenza in Aula, mentre Pd, Fli ed Mpa escono da Sala D'Ercole. Ma il Pd a sua volta si spacca, e tre deputati regionali dem, fra i quali Davide Faraone (il "Renzi di Palermo) e Bernardo Mattarella, optano per restare  in Aula. Seguono momenti di tensione nei corridoi del palazzo della regione.

Alla fine la mozione passerà, Russo verrà sfiduciato, ma i tre dem e l'Udc si asterranno. Reazioni? Il governatore Raffaele Lombardo ritiene che "l'opposizione ha fallito il suo obiettivo", e, aggiunge, che "l'assessore Russo esce rafforzato". Il protagonista della vicenda rimarrà "al suo posto perché sapevo che l'approvazione sarebbe stata un'ipotesi possibile". Insomma, Lombardo e Russo si dichiarano vincenti. E allora chi perde? E' facile, ma non preferiamo non dirlo. 

 

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

Ridere con Truth Facts, i fatti veri più veri del vero

Sono vignette che rappresentano situazioni proverbiali, verità note a tutti ma mai diffuse
SHARE

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des

Messico: altri 31 studenti rapiti da uomini armati

Dopo l’uccisione dei 43 studenti di Iguala, lo stesso accade al villaggio vicino di Cocula