Blog di

di Peppino Caldarola

D’Alema e i dalemiani

Blog post del 29/06/2011

L’arresto del dirigente Pd per tangenti deve far riflettere. Il Pd ha al suo interno troppi mercanti che deve decidersi a scacciare dal tempio. Molti di loro si dichiarano dalemiani. E’ un’etichetta inesistente. Il dalemismo come corrente politica non è mai esistito.

D’Alema, infatti, è una figura singolare nel panorama post comunista. Di lui si cominciò a parlare verso la fine del periodo di Berlinguer. Il partito lo riconobbe come il figlio prediletto destinato a grande carriera. Dopo l’89 intercettò la paura del nuovo dei militanti e si presentò come il garante di una svolta che non avrebbe mutato la collocazione politica del nuovo partito. Contrastò il nuovismo di Occhetto e lo sostituì cercando di dar vita a una formazione di tipo socialista. Assediato da Prodi e Veltroni divenne il portabandiera del partito democratico. Culturalmente passò dall’idea vecchio socialdemocratica alle suggestioni liberiste del blairismo. Fu contestato dai girotondi ma vinse la sua battaglia contro Cofferati. Fu premier e ministro esaltando la sua capacità di manovra politica. Attorno a lui crebbe, al centro e in periferia, una classe dirigente avventurosa che spesso usava il suo nome in franchising. Ha avuto molti pretoriani ma li ha distrutti uno alla volta, da Velardi a Minniti a La Torre.

Ora gli restano accanto i giovani della sezione Mazzini del Pd. La sua capacità di mutare strategia e tattica politica gli consente di sopravvivere al mutamento delle fasi. Oggi apre ai “movimenti” non accorgendosi che questi chiedono un ricambio nella politica e l’accantonamento della vecchia classe dirigente. E’ l’artefice del riformismo dall’alto che pure critica. E’ amato e odiato. E’ un prodotto tipico della politica italiana affollata da personaggi che non abbandonano mai il campo mentre la sinistra mondiale, da Clinton a Zapatero a Blair, sa spingere i suoi leader fuori dalla prima scena.

COMMENTI /

Ritratto di Beppe Roncari
Gio, 30/06/2011 - 12:24
GRoncari
Insomma: UN TRASFORMISTA: http://jongleurdedieu.ilcannocchiale.it/mediamanager/sys.user/8476/img090.jpg http://digilander.libero.it/fiammecremisi/approfondimenti/trasformista.jpg
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ottawa, spari vicino al Parlamento: ferito un soldato

Un uomo ha aperto il fuoco davanti al Monumento ai Caduti. La sparatoria è continuata nel Parlamento

Il Parlamento Europeo approva la Commissione Juncker

Strasburgo approva con 423 sì, 209 no e 67 astenuti

Morto Ben Bradlee, il direttore che segnò la storia con il caso Watergate

Si è spento nella sua casa di Washington, aveva 93 anni. Spinse i cronisti Bob Woodward e Carl Bernstein a seguire la vicenda

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il grande panico per Ebola: siamo sicuri che il rischio non sia sopravvalutato?

L’hanno addirittura definita "l’emergenza sanitaria dei tempi moderni"

Il sogno di Nietzsche si avvera: gli uomini super-intellgenti stanno arrivando

L’ingegneria genetica permetterà di creare gli esseri umani più inteliigenti che siano mai esistiti

Perché crediamo di capire i sentimenti dalle espressioni e sbagliamo

Nuovi studi dimostrano che la capacità di intuire i pensieri e le emozioni del prossimo dal suo sguardo sono molto più limitate di quanto si pensi