Blog di

di Peppino Caldarola

D’Alema e i dalemiani

Blog post del 29/06/2011

L’arresto del dirigente Pd per tangenti deve far riflettere. Il Pd ha al suo interno troppi mercanti che deve decidersi a scacciare dal tempio. Molti di loro si dichiarano dalemiani. E’ un’etichetta inesistente. Il dalemismo come corrente politica non è mai esistito.

D’Alema, infatti, è una figura singolare nel panorama post comunista. Di lui si cominciò a parlare verso la fine del periodo di Berlinguer. Il partito lo riconobbe come il figlio prediletto destinato a grande carriera. Dopo l’89 intercettò la paura del nuovo dei militanti e si presentò come il garante di una svolta che non avrebbe mutato la collocazione politica del nuovo partito. Contrastò il nuovismo di Occhetto e lo sostituì cercando di dar vita a una formazione di tipo socialista. Assediato da Prodi e Veltroni divenne il portabandiera del partito democratico. Culturalmente passò dall’idea vecchio socialdemocratica alle suggestioni liberiste del blairismo. Fu contestato dai girotondi ma vinse la sua battaglia contro Cofferati. Fu premier e ministro esaltando la sua capacità di manovra politica. Attorno a lui crebbe, al centro e in periferia, una classe dirigente avventurosa che spesso usava il suo nome in franchising. Ha avuto molti pretoriani ma li ha distrutti uno alla volta, da Velardi a Minniti a La Torre.

Ora gli restano accanto i giovani della sezione Mazzini del Pd. La sua capacità di mutare strategia e tattica politica gli consente di sopravvivere al mutamento delle fasi. Oggi apre ai “movimenti” non accorgendosi che questi chiedono un ricambio nella politica e l’accantonamento della vecchia classe dirigente. E’ l’artefice del riformismo dall’alto che pure critica. E’ amato e odiato. E’ un prodotto tipico della politica italiana affollata da personaggi che non abbandonano mai il campo mentre la sinistra mondiale, da Clinton a Zapatero a Blair, sa spingere i suoi leader fuori dalla prima scena.

COMMENTI /

Ritratto di Beppe Roncari
Gio, 30/06/2011 - 12:24
GRoncari
Insomma: UN TRASFORMISTA: http://jongleurdedieu.ilcannocchiale.it/mediamanager/sys.user/8476/img090.jpg http://digilander.libero.it/fiammecremisi/approfondimenti/trasformista.jpg
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Turchia, muore dopo il blitz il magistrato sequestrato

Dopo sette ore di trattative fallite, le forze speciali irrompono nel tribunale di Istanbul per liberare l'ostaggio: esplosioni, fumo e colpi di arma da fuoco

Turchia, il magistrato sequestrato è morto. Nel blitz uccisi due sequestratori

Mehmet Selim Kiraz, è morto dopo essere arrivato in gravi condizioni in ospedale e dopo essere stato sottoposto ad un intervento chirurgico disperato

Unipol, Cassazione conferma prescrizione per Silvio e Paolo Berlusconi

Il processo riguarda la pubblicazione, il 31 dicembre 2005, sul quotidiano 'Il Giornale' dell'intercettazione della telefonata "Abbiamo una banca"

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&mirco negativi scarabocchi smemoranda

Confondi spesso destra e sinistra? Ecco perché

È un operazione più complessa di quanto sembri. E a volte sbagliare può provocare veri disastri

Il fascino (molto) nascosto dei codici aeroportuali

Perché Malpensa è MXP e Toronto YYZ? Lo spiega un sito che potrebbe anche riempire le vostre serate

Per andare al centro della Terra la strada è questa

In un’infografica della Bbc si simula il percorso dalla superficie al centro. È molto interessante

Hemingway non ha mai scritto quella storia

Viene celebrata come la short story perfetta e attribuita allo scrittore Usa. È tutta un’invenzione

PRESI DAL WEB

Istat, la fiducia dei consumatori al massimo dal 2002

Migliorano le aspettative: la componente economica è quella più consistente

L’aberrante post di Beppe Grillo: Lubtiz è come Renzi, che ci guida al disastro

La tragedia della Germanwings ha ispirato l’ex comico ligure suggerendo un paragone quantomeno indelicato: l’uomo solo al comando e lo schianto finale

Zayn Malik lascia gli One Direction: i fan sono sconvolti

Il membro del gruppo amato dai teenager ha deciso, dopo cinque anni, di lasciare i suoi compagni. "Desidero avere la vita di un 22enne normale. E rilassarmi"