Blog di

di Salvatore Grizzanti

A chi dà fastidio il naturismo?

Blog post del 13/07/2012
Parole chiave: 

La senatrice Donatella Poretti ed il senatore Marco Perduca (Radicali) hanno depositato in Senato un'interrogazione ai Ministri dell'interno, della difesa e per gli affari regionali, il turismo e lo sport.

L'associazione Certi Diritti ha segnalato fatti che stanno avvenendo in alcune spiagge italiane: in particolar modo alla spiaggia dell'Arenauta di Gaeta, una spiaggia notoriamente frequentata da naturisti.

Dice al Senato la senatrice Poretti

In proposito la legge è chiara fino a un certo punto. Esiste l'articolo 726 del codice penale che punisce gli atti contrari alla pubblica decenza. Su questo la Cassazione ha dato un'interpretazione finalizzata a stabilire che il naturismo non è contrario alla pubblica decenza. Forti però di questo articolo del codice penale, in alcuni casi i vigili, e nella spiaggia dell'Arenauta addirittura dei vigilantes privati, sono stati inviati a fare multe e in alcuni casi ad ordinare ai naturisti di rivestirsi. Sollecitiamo dunque la risposta a questa interrogazione. Va da sé che un Paese turistico come l'Italia che non decide comunque di regolamentare la pratica del naturismo in qualche modo scaccia anche i possibili turisti che esistono - e sono stimati in circa 20 milioni in Europa e più del doppio negli Stati Uniti - e che potrebbero frequentare luoghi adeguatamente segnalati e predisposti per una pratica che comunque viene riconosciuta a livello internazionale non in maniera così disdicevole. Richiedo quindi che sia data risposta all'interrogazione segnalando altresì che abbiamo presentato disegni di legge con senatori di ogni partito per cercare di mettere un punto chiaro su questa vicenda. 

A chi dà fastidio il naturismo?

 

 

 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Marco Giovanniello
Ven, 13/07/2012 - 13:25
mgiovanniello
"A chi dà fastidio il naturismo?" La risposta è inutile, perché per tutte le cose che esistono c' è sempre qualcuno a cui danno fastidio. Quello che è assurdo è impedire il naturismo anche in luoghi riservati ai naturisti o nudisti che siano.
SHARE
Ritratto di Fidenzio
Sab, 14/07/2012 - 23:42
Fidenzio
Vorrei aggiungere che il codice penale nun condanna lo stato di nudità dei cittadini italiani ma gli ""atti osceni in luogo pubblico" (art. 527 del cp) e gli "atti contrari alla pubblica decenza" (art.726 del cp). Quindi se io sto nudo sono in uno "stato" e lo stare nudi non è previsto come reato dal codice penale che condanna solo gli atti osceni e gli atti indecenti. Se nudo od anche vestito compio un atto sessuale vado contro l'art.527 del cp, se sono nudo e compio un atto innocente come l'elioterapia od il nuoto o semplicemente cammino sulla spiaggia non compio alcun atto che possa ricadere nell'art.726 del cp perchè l'atto che compio non è un atto indecente. O sbaglio? Ritengo che occorrerebbe una semplice circolare interpretativa del Ministro della Giustizia Severino per mettere tutto nel giusto binario: rispettare una idea perseguitata nel nostro Paese ed iniziare ad aprir, come nel resto dell'Europa, al turismo naturista e creare nuovi posti di lavoro. Fidenzio Laghi ex presidente ANER
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

Ridere con Truth Facts, i fatti veri più veri del vero

Sono vignette che rappresentano situazioni proverbiali, verità note a tutti ma mai diffuse
SHARE

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE

L’atlante dei Paesi felici e di quelli infelici

La sperequazione della ricchezza è un male, ma quella della felicità forse è anche peggio
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des

Messico: altri 31 studenti rapiti da uomini armati

Dopo l’uccisione dei 43 studenti di Iguala, lo stesso accade al villaggio vicino di Cocula