Blog di

di Serena Cappelli

Donne più intelligenti degli uomini: dopo cent’anni, il sorpasso

Blog post del 17/07/2012
Parole chiave: 

Rullo di tamburi, c’è stato il sorpasso.
Dopo cento anni di domande tranello, cento anni di ridicoli calcoli, cento anni di figure geometriche da ordinare secondo un presunto ordine logico, finalmente le donne hanno ottenuto un punteggio più alto degli uomini nei test per misurare il quoziente intellettivo.
Dice James Flynn, psicologo neozelandese e uno dei maggiori esperti mondiali di calcolo del quoziente intellettivo, sul Sunday Times: «Negli anni è cresciuto il QI di entrambi i sessi, come conseguenza della modernità: la vita più complessa sfida il nostro cervello che si adatta e aumenta le nostre capacità. Ma il QI delle donne è cresciuto più in fretta».
Sembra che ciò sia dovuto al fatto che il cervello femminile è notoriamente multitasking, mentre quello degli uomini – ahimè – no.

O forse è dovuto al fatto che le donne non perdono tempo in inutili test di intelligenza e incanalano invece le energie in qualcosa di più produttivo, chissà.
Prendiamo i Curie, per fare un esempio a caso: Pierre un premio Nobel, Marie due, Irène uno. Ève faceva altro, poco importa, ma di certo in famiglia Pierre era un po’, con rispetto parlando, un poveretto. E in più Marie si è dovuta pure subire gli attacchi della stampa e dell’opinione pubblica a causa dell’affaire Langevin: pensa te ‘sta donna dell’est che viene qui a mandare in frantumi uno splendido matrimonio francese, dicevano.

Sta di fatto che, grazie a questi nuovi risultati nei test di intelligenza, noi donne potremo finalmente prenderci la nostra rivincita, potremo finalmente smettere di sentirci inferiori, perché – altro rullo di tamburi – finalmente avremo anche noi la nostra bella trasmissione trash: I pupi e le secchione.
Sei ragazze talentuose ma che non si sanno valorizzare, potranno avere l’invidiabile privilegio di educare degli smutandati con i gioielli a favore di camera, in cambio di alcune dritte su abbigliamento, trucco e depilazione.
Ah, questo succede già?

Ogni illazione sulla famiglia Curie è da considerarsi frutto della mia fervida fantasia.


 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Fabrizio Sibilla
Mar, 17/07/2012 - 11:26
fabriziosibilla
Io non mi faccio nessun problema a dire che tra me e mia moglie é lei la più intelligente, e guadagna pure più di me cosi mi mantiene ;) In compenso mentre lei monta i mobili IKEA io preparo il pranzo, siamo una coppia moderna...
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Mar, 17/07/2012 - 12:26
scappelli
@Fabrizio Tirando le somme dai tuoi commenti, direi che hai sposato una dea :)
SHARE
Ritratto di Fabrizio Sibilla
Mar, 17/07/2012 - 13:52
fabriziosibilla
@Serena: lo penso anche io :), e mi fa anche sentire innamorato come il primo giorno che la ho conosciuta
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Pippo Civati: “Non mi sento più di votare la fiducia a Renzi: lascio il Pd”

Il deputato lombardo ed ex sfidante alle primarie di Renzi ha deciso di annunciare il suo addio dopo mesi di polemiche e divergenze di opinioni

Pd: Civati esco dal gruppo alla Camera

"Non mi sento più di votare la fiducia al governo Renzi"

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

Grandi domande: si dice Expo o Expò?

E poi: è maschile o femminile? C’è molta confusione sul tema e, forse, troppa libertà

Il potere guaritore dei gattini che fanno le fusa

Un manifesto medico-scientifico che riabilita la vicinanza ai nostri amici animali. E rende pretestuose le critiche ai gattini in rete

Ma chi è il Mailer Daemon?

Si spiega perché a recuperare le mail inviate a un indirizzo sbagliato (o pieno) ci deve pensare una creatura dell’abisso

Ascolta la canzone più antica del mondo

Ritrovata tra le tavolette della città di Ugarit: è una hit di 3.400 anni fa che va bene anche adesso

PRESI DAL WEB

Nobraino sulla strage dei migranti: “Acque pescose questa estate”

Il passo falso della band riminese costa caro: banditi dal Controfestival del Primo Maggio, rischiano tutta la carriera. La battuta ha fatto infuriare i fan