Blog di

di Serena Cappelli

Padrone di cane, raccogli quella montagnetta marrone!

Blog post del 6/07/2012
Parole chiave: 

Se la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni, le strade nostrane (e non) sono lastricate di cacca. Il termine non è elegantissimo, ma non saprei come altro chiamare quella simpatica montagnetta marrone che testimonia la naturale regolarità dei nostri amici pelosi.
Bisognini no di certo, perché non tutti abbiamo i microcani delle starlette e, che so, un pastore belga di ino non ha proprio niente.
Deiezioni canine nemmeno, fa troppo asettico e gli escrementi asettici non lo sono di certo.
Quindi la chiamerò cacca, perché quello è e quello rimane.

Ora, perché la gente è così restia a raccoglierla? Perché non c’è quel minimo di civiltà necessaria per il quieto vivere?
Nemmeno io metterei nella top ten delle mie attività preferite quella di rivestirmi la mano di plastica e affondare le dita nel morbido e caldo prodotto del mio cane di 30 chili, ma mi farebbe più schifo sapere di aver lasciato il tutto in bella vista sul marciapiede, a disposizione della prima suola libera che passa.

Giusto stamattina ho incontrato una signora elegante con un cagnolino altrettanto elegante, che – ahimè – ha risposto al richiamo della natura in pieno marciapiede. Ok, al lato del marciapiede, ma la sostanza non cambia. Credendo di essere dal salumiere – sono due etti e venti, lascio? – la signora ha lasciato e io glielo ho fatto notare. E lei, un po’ scocciata, mi ha detto: “Ma tanto è un cane piccolo e poi è vicino all’erba”. Ah beh, allora, mi scusi. Però anche io sono piccola, cosa faccio? Vengo a farla nel salotto di casa sua? Tanto gliela lascio vicino all’aspidistra, che magari – tra l’altro – fiorirà.

Niente, contro questi maleducati non si riesce a fare niente, anche perché prenderli a randellate è vietato dalla legge.
Così mi ha fatto sorridere l’idea di Laura Gourmel, una giovane artista di Lille, che dal 25 maggio mette accanto alla cacca lasciata in bella vista sui marciapiedi della sua città, una bambolina di pezza con le chiappe per aria, in posizione da seduta sul trono. Gesto inutile, per carità, ma indubbiamente simpatico.
Ovviamente le bambole spariscono in venti minuti, mentre la cacca rimane lì, a imperitura memoria.


 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Fabrizio Sibilla
Ven, 06/07/2012 - 14:34
fabriziosibilla
Hai fatto quel che dovevi fare, prendendo a male parole la signora. E insisti, e convinci chi conosci a fare lo stesso, alla fone chi lascia lo schifo dei cani sul marciapiedi la raccoglierà solo per nn farsi più spaccare le balle. È la tattica che si usa in Germania, ed é il motivo per cui le cose in media funzionan di più in Germania. Perché se fai una cosa male inizian subito a fartelo notare ;)
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Ven, 06/07/2012 - 14:44
scappelli
Fabrizio, ma non l'ho presa a male parole. Io resto comunque educata, ma uso gli sguardi scuri ;)
SHARE
Ritratto di The Jerk
Ven, 06/07/2012 - 16:07
Jerk
Ben detto, Serena. Grazie. Stufi siamo di pestar merde di cane, visto che già troppo ci sguazziamo, nella merda! ;)
SHARE
Ritratto di Sara Rocutto
Ven, 06/07/2012 - 16:09
Srocutto
Ma come ti capisco! Abito a Roma e il marciapiedi sottocasa sembra una latrina comune. E pensare che gli stessi padroni dei cani abitano li intorno e i loro parenti, amici, figli, useranno lo stesso marciapedi da loro insozzato. Se uno non vuole pulire non si tenga un animale in casa, io dico! E se il territorio non è idoneo agli amici a 4 zampe si cambi il territorio, non lo si degradi! uff...
SHARE
Ritratto di Angelo D’Addesio
Ven, 06/07/2012 - 16:26
Amdaddesio
E' un post colorito usato meschinamente per dirci che sei tornata in Italia...Non si fa così.
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Ven, 06/07/2012 - 17:14
scappelli
@Jerk Grazie! @Sara Anche io mi chiedo come facciano quelli che sporcano a tollerare il degrado senza battere ciglio. @Melli Cani in ottima forma i tuoi, complimenti ;) @piccola shu Complimenti per la lodevole iniziativa! @Angelo Ti assicuro che i marciapiedi di Parigi erano molto, ma molto peggio. Certi giorni nella mia via saltavano i lampioni ed io ero terrorizzata dall'idea di pestare qualche simpatico ricordino. Figurati che preferivo camminare in strada (era una via piccola, non sono matta) che sul marciapiede. @Enzo Accidenti!
SHARE
Ritratto di Angelo D’Addesio
Ven, 06/07/2012 - 21:44
Amdaddesio
A questo punto ci starebbe bene un sondaggio sulla migliori città di merda: prime nomination Milano e Parigi....Poi? :-))
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Ven, 06/07/2012 - 22:35
scappelli
Anni fa, Bologna. Adesso non so :) Comunque, Angelo, è vero che è un posto colorito, ma qualcuno dovrà pur controbilanciare tutta quell'intelligenza che scaturisce dai tuoi :D
SHARE
Ritratto di Andrea Mariuzzo
Sab, 07/07/2012 - 04:33
Amariuzzo
nel titolo c'è un'eco di questa? :D http://www.youtube.com/watch?v=PuK8RD2BZP8
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Sab, 07/07/2012 - 14:07
scappelli
Andrea, il video è fantastico ;)
SHARE
Ritratto di Angelo D’Addesio
Dom, 08/07/2012 - 01:05
Amdaddesio
:-( devo prenderlo come una battuta? E' stata molto cattiva...Anche perché la mia lo era. E comunque hai dimenticato che più c'è montagnetta marrone e più fortunati sono gli abitanti o i viandanti di quelle città.
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Dom, 08/07/2012 - 11:35
scappelli
Angelo, a parte che il correttore automatico mi ha scritto posto al posto di post (wow, quante ripetizioni), ma mica era una battuta cattiva :DDD ci vuole qualcuno che scriva di ***** (in che senso? ah ah) in mezzo a tutte le cose intelligenti! I tuoi post li leggo sempre con interesse (e non è una battuta, è reale interesse). Baci!!!
SHARE
Ritratto di Angelo D’Addesio
Dom, 08/07/2012 - 18:47
Amdaddesio
Ma quali post intelligenti...per quello su Italia-Spagna mi sto ancora guardando le spalle :-) E comunque avere una letttrice preparata ed intelligente come te, quello sì che è un onore ed è consolante sapere che ti legge qualcuno dall'Italia e non solo oltre oceano. Anche io ti leggo sempre, perché il tuo blog incarna perfettamente un senso di spensieratezza e sollievo. Per dirla alla Coelho :"Unisciti a coloro che cantano, raccontano storie, si godono la vita e hanno la gioia negli occhi. Perché la gioia è contagiosa, e riesce sempre a impedire che gli uomini si lascino paralizzare dalla depressione, dalla solitudine e dalle difficoltà".
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Dom, 08/07/2012 - 22:33
scappelli
Ah ah tu, Angelo, mi stai adulando ;)
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

L’autonoleggio Maggiore è stato comprato da Avis per 170 milioni di euro

La preoccupazione dei sindacati: «Continueremo a mobilitarci per la salvaguardia di tutti i 400 posti di lavoro»

Regionali, la Lega vota all’unanimità: Zaia è il candidato del Veneto

La resa dei conti nel quartier generale del Carroccio. Voto a favore anche diel sindaco di Verona, Flavio Tosi. Un bilancio della manifestazione di Roma

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

Barbapapà, i veri ideologi del No-Tav

Una riflessione su un cartone animato terzomondista ed ecologista, dopo la morte del loro creatore
SHARE

Cosa succede se i film di Kubrick diventano videogiochi

Anche se trasposti in un formato diverso, riescono a mantenere i caratteri dell’originale
SHARE

Perché l’igiene corporale è diventata un dogma

Merito di pubblicità ossessive e della nuova urbanizzazione. Ora ci si lava sempre, forse troppo
SHARE

Le città divise: dove vanno turisti e residenti

Monumenti e piazze sono luoghi per chi visita. Chi vive in città, va altrove. La mappa lo dimostra
SHARE

PRESI DAL WEB

Come nasce un capolavoro: il backstage del video di Razzi

Immagini rubate mostrano Antonio Razzi, sul lungomare di Pescara, mentre canta e balla per il suo videoclip "Famme cantà"

La politica non basta più, e Antonio Razzi diventa cantante, con "Famme cantà"

Il brano è una sorta di auto-presa in giro del discusso e discutibile politico, che riprende sue frasi diventate tormentoni e le mette in musica