Non aprite quelle porte

Blog di

di Serena Cappelli

Una quattordicenne americana dichiara guerra alle foto ritoccate

Blog post del 17/05/2012

Julia Bluhm – 14 anni, dal Maine – ha deciso di fare la guerra alle foto ritoccate. Stanca di vedere modelle scolpite a colpi di Photoshop sulla sua rivista preferita, ha inviato una petizione agli uffici newyorkesi di Seventeen, chiedendo che, almeno una volta al mese, vengano pubblicate foto di ragazze normali, come lei e come tutte le altre (vulnerabili) adolescenti.
L'azione di Julia sta avendo un fortissimo impatto mediatico, la petizione ha già raggiunto le settantamila firme e la ragazza spera che la sua proposta venga adottata non solo da Seventeen, ma anche da altre riviste del settore.

Me lo auguro anche io. E, per non cadere nella retorica, ripropongo solo le foto di un cartellone che si vedeva un po' di tempo fa nella metropolitana milanese.

È la pubblicità di una palestra che invita le donne a “pretendere di più”. Questo di più, secondo il manifesto, è un culetto sodo, la confezioncina perfetta a cui tutte dovremmo ambire.
La scritta in pennarello, aggiunta da una mano sconosciuta, recita così: “Sì, pretendiamo di più! Di riprenderci il nostro corpo femminile, maschile, ma non commerciale! Che la creatività dei pubblicitari abbandoni questa banalità. Che nessuno si lamenti se imbratto col pennarello qualcosa che imbratta la nostra dignità”.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Tibet, 32enne si dà fuoco “contro l'occupazione cinese”

Sale a 131 il numero delle persone che si sono autoimmolate nella regione dal 2009 a oggi

Egitto, vietate candidature pro Morsi

Non sono accettabili eventuali candidature dei Fratelli Musulmani né per le elezioni presidenziali che si terranno a fine maggio né alle prossime legislative

Corea Sud, naufraga traghetto con 480 passeggeri: almeno 2 morti

Disastro al largo della costa meridionale. A bordo 320 studenti in gita scolastica

Guardare i venti che sconvolgono il mondo

Grecale, maestrale, tramontana: i flussi che girano intorno al globo, in una mappa in tempo reale
SHARE

Le icone del rock a icone

Tata&Friends hanno preso i nomi di decine di band e li hanno trasformati in geniali rebus visivi
SHARE

Come cancellare le ricerche imbarazzanti su Facebook

Ogni ricerca fatta sul social network viene memorizzata, ma con qualche mossa si può eliminare tutto
SHARE

Tra Marte e la Luna rossa: notte con gli occhi al cielo

I due eventi astronomici catalizzano l’attenzione degli appassionati. Ma qui si vedrà ben poco
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

La guida (involontaria) di Amazon al traffico di droga

Senza dubbio il gruppo di Bezos non fornisce guide per gli spacciatori, ma il suo algoritmo sembra aver fatto proprio questa cosa

Così il movimento egiziano dei Tamarrod ha aperto la strada al governo militare

Per la prima volta uno dei leader del movimento che si oppose ai Fratelli Musulmani ammette di aver ricevuto ordini dall’esercito: "Siamo stati ingenui"

Andare in profondità: la vita difficile di chi fa speleologia estrema

Giorni interi sottoterra per esplorare caverne, in una delle attività più antiche della storia