Blog di

di Fabio Brinchi Giusti

“Papa Francesco abbraccia le donne!” Per i tradizionalisti, Bergoglio è già uno scandalo.

Blog post del 18/03/2013

Ecco alcune delle invettive ottocentesche scagliate dai tradizionalisti cattolici sui loro blog e forum contro il nuovo successore di Pietro:

“Papa Francesco abbraccia le donne.”
“Papa Francesco maltratta la Tradizione della Chiesa.”
“Papa Francesco è un ipocrita perché non indossa la croce pettorale d’oro e le antiche vesti.”
“Papa Francesco è un maleducato perché ha definito “carnevalate” la mozzetta e la stola rossa che tutti i Papi prima di lui hanno indossato per la benedizione Urbi et Orbi (la benedizione che concede il Pontefice neo-eletto ndr).”
“Papa Francesco si è definito Vescovo e non Papa. Ha sconfessato il Primato di Pietro.”
“Papa Francesco cerca in tutti i modi di sconfessare il suo Grande Predecessore Benedetto XVI.”
“Papa Francesco è un eretico perché benedice in silenzio per rispettare i non credenti. E il rispetto per noi cattolici?”
“La sera che Papa Francesco è stato eletto non ho dormito dalla disperazione.”

Papa Francesco ha conquistato il mondo e ha affascinato i media ma ha scandalizzato il mondo piccolo e sconosciuto che celebra ancora la Messa in latino, con il prete girato di spalle, guarda con orrore ad ogni novità e rimpiange una Chiesa che, per fortuna, non esiste più. 

Sotto l’etichetta “tradizionalisti cattolici” si raccolgono gruppi diversi. Vi sono i “regolari”, quelli che –nonostante non accettino le riforme introdotte dal Vaticano II- rimangono dentro la Chiesa e gli “irregolari” che invece, de facto, si sono posti fuori la Chiesa. 

I tradizionalisti cattolici sono molto critici, se non apertamente ostili, verso il Concilio Vaticano II. Contestano la riforma liturgica, l’apertura verso le altre religioni, l’ecumenismo e la collegialità episcopale. Digiunano spesso, si inginocchiano prima di ricevere la Comunione e le loro donne indossano il velo durante la Messa. Sono rigidi e intransigenti e spesso –nel nome della Verità– arrivano quasi a disprezzare tutte le altre religioni.

La più celebre comunità “irregolare” è senza dubbio la Fraternità Sacerdotale di San Pio X fondata da Marcel Lefebre e scomunicata da Giovanni Paolo II nel 1988. La scomunica fu poi annullata da Benedetto XVI nel 2009, in uno degli atti più controversi del suo pontificato. Le dichiarazioni antisemite di uno membro della Fraternità, il vescovo Williamson, rilasciate contestualmente alla decisione di Ratzinger, suscitarono uno scandalo mediatico dalla quale la Chiesa ne uscì con le ossa rotta. E secondo articoli pubblicati su “La Stampa” e su “Repubblica”, le posizioni di Williamson sarebbero tutt’altro che isolate all’interno della Fraternità.

E’ interessante, notare che a scandalizzare i tradizionalisti è soprattutto la volontà di Bergoglio di rompere con gli schemi, la voglia di badare all’essenziale e abbandonare antiche formalità. E’ incredibile costatare l’enorme importanza che danno all’apparenza piuttosto che alla sostanza. Si attorcigliano intorno a dettagli di lana caprina, chiusi nel loro mondo, indifferenti ai problemi del pianeta e di una Chiesa che ha perso credibilità e fedeli proprio perché spesso è fredda, lontana e autoreferenziale da quei problemi, proprio come loro.

Si scandalizzano, perché il nuovo Papa ha abbandonato la solennità del ruolo per presentarsi senza superbia, perché parla con un linguaggio comprensibile a tutti malgrado sia ricco di dotte citazioni, perché da maggiore importanza al messaggio da trasmettere al mondo (e qui conta anche l’importanza di mostrarsi semplici e spogli, senza inutili orpelli) piuttosto che al cerimoniale. Si affannano a difendere simboli che, non affascinano più nessuno, ma anzi spesso sono uno scandalo per molti.

Ma soprattutto verrebbe chiedersi se, chiusi nei loro furori ideologici, abbiamo mai aperto il Vangelo. Se abbiano letto, per esempio, un episodio riportato dall’evangelista Marco. I farisei si erano scandalizzati perché Gesù aveva infranto la formalità ebraica dell’abluzione. Gesù reagì con un’invettiva durissima:Ipocriti […] Invano essi mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini. Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini. […] Siete veramente abili nell'eludere il comandamento di Dio, per osservare la vostra tradizione.” 
 

Argomenti: 

COMMENTI /

Ritratto di lochlomond
Mar, 19/03/2013 - 10:45
lochlomond
1. raccogli le citazioni più madornali raffazzonate da blog e internet, senza un minimo di contesto. 2. fai seguire delle sommarie classificazioni che dimostrano la tua incompetenza (neanche la briga di leggere su wikipedia il perché dire che fu scomunicata la "comunità lefebvriana" è inesatto). 3. frase evangelica usata a mo' di clava, ho ragione io. 4. tutti a nanna utilità di questo articolo, pari a zero. un maramaldeggiare i tradizionalisti cattolici che valgono quanto il due di coppe. dove siamo, su la repubblica?
SHARE
Ritratto di Anonimo
Mar, 19/03/2013 - 14:14
Anonimo
Tutti i papi meritano rispetto allo stesso modo. Che ... quella chiesa non esista più lo dice Lei! La messa tridentina è stata liberalizzata con atto formale del Pontefice (il "motu proprio"summorum pontificum cura).
SHARE
Ritratto di Anonimo
Lun, 25/03/2013 - 13:31
Anonimo
un giudice non è meno giusto e/o umile perchè indossa la toga d'ordinanza cosi un papa non e piu umile perche non indossa piu le vesti usuali o le scarpe rosse le vesti sopra tutto quelle liturgiche servono perche gli occhi possano assieme al cuore glorificare Nostro Signore il papa è il vicario di Gesu in terra
SHARE
Ritratto di miskin
Ven, 29/03/2013 - 13:26
miskin
un articolo un po' aggressivo. credo che le varie sensibilità nella chiesa vadano rispettate, anche quelle dei tradizionalisti. che male vi fanno quelli che preferiscono il messale del 1962 (che tra l'altro è legittimo utilizzare secondo la vigente legge della chiesa)? molti sono preoccpati che l'atteggiamento di apertura al mondo di papa francesco possa essere strumentalizzato (come quando si fanno prime pagine con il titolone "il Papa Verde") e mi sembra una preoccupazione legittima.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Mar, 14/05/2013 - 15:12
Anonimo
Questo è un grande Papa. Ho letto alcuni commenti dei "tradizionalisti" contro Sua Santità Bergoglio: offese, idiozie, menzogne, strumentalizzazioni becere di individui esaltati. Non appaiono toccati dalla Grazia ma .....toccati in testa!
SHARE
Ritratto di Stefano
Mar, 02/04/2013 - 20:53
Stefano
Condivido in pieno l'articolo. Suggerisco ai farisei, sepolcri imbiancati e alle loro dame col velo di pizzo di uscire dai ghetti mentali e di aprirlsi al mondo.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Gio, 04/04/2013 - 17:07
Anonimo
Fateci caso, i tradizionalisti non citano mai il Vangelo quando devono giustificare le loro posizioni. Forse perché in latino non riescono a capire quello che c'è scritto.
SHARE
Ritratto di Anonimo
Mar, 16/04/2013 - 23:33
Anonimo
A proposito di povertà, con quali soldi è stato pagato il piacevole soggiorno del Vescovo Fernando Maria Bargallò in dolce compagnia, rimosso grazie al Nunzio Apostolico e non grazie all'intervento della Chiesa Argentina'
SHARE
Ritratto di Anonimo
Lun, 20/05/2013 - 09:20
Anonimo
I blog dei "tradizionalisti" sono vergognosamente offensivi contro papa Bergoglio: scherni, insulti, offese becere, parti di menti chiuse in ottusi ghetti cerebrali. Basta leggere i blog "non possumus": gli autori sono spregevoli individui. Altro che il due di coppe......Valgono molto meno.
SHARE
Ritratto di anonimo
Mar, 30/07/2013 - 11:25
anonimo
L'idiozia pauperista dell'eretico Bergoglio sta facendo breccia tra le menti deboli di "fedeli" venduti a mammona. Vi auguro, sinceramente, una vera conversione a Cristo.
SHARE
Ritratto di Anatema sit
Mar, 20/08/2013 - 13:14
Anatema sit
Una serie di affermazioni false, pieni di pregiudizi, tipiche dell'ignorante che pretende di scrivere qualcosa su argomenti a lui sconosciuti. La tradizione, la messa tridentina, il sacro deposito della fede, sono veri tesori della Chiesa. L'ombra del Concilio di Vaticano 2 passerà e con essa tutta questa immondizia post conciliare. 50 anni di sbandamento non potranno mai cancellare 1950 di vera Fede. Capisco perché la maggior parte delle persone non frequentano la Chiesa: perché una Chiesa come quella conciliare è davvero inutile, assimilabile a qualunque altra aggregazione di beneficenza, ha sostituito il messaggio evangelico con un semplice "volemose bene", tipico atteggiamento bergogliano. Una Chiesa come quella moderna è solo un inciampo a Cristo ma prima o poi il Signore si riprenderà la sua Chiesa è allora "sarà pianto e stridore di denti" per i moderni gerarchi e i loro adepti.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Usa, arrestato Michael Phelps per guida in stato di ebbrezza

Lo conferma la polizia stradale del Maryland

Afghanistan, firmato l’accordo di sicurezza con gli Usa

Gli Usa potranno mantenere ancora per un decennio loro militari con funzioni di formazione e assistenza

Ucraina, Ue conferma le sanzioni alla Russia

"Mentre ci sono stati sviluppi politici incoraggianti attorno all'accordo di Minsk. "restano ancora da applicare correttamente alcuni punti essenziali"

Lo scioglimento dei ghiacci cambierà anche la gravità

Diminuendo la massa si modifica anche la gravità. Ma non è una cosa di cui preoccuparsi. Per ora
SHARE

Il futuro come se lo immagina Hollywood (non bello)

Un’infografica raccoglie i 25 film più belli ambientati nel mondo che sarà. Il 75% è una distopia
SHARE

La vita di una donna racchiusa in pochi passi

Un video la racconta come un cammino: mostra il corpo che cambia e i compagni di viaggio
SHARE

Ortaggi e verdure: guida per riconoscere i migliori

Per capire se sono freschi non basta il colpo d’occhio: serve un’expertise che molti non hanno più
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Come Sam Simon, co-autore dei Simpson, si prepara a morire

Gli è stato diagnosticato il cancro due anni fa: pochi mesi per vivere. Simon è ancora vivo e spende tutti i soldi guadagnati in beneficenza

Vassilis Paleokostas, il delinquente imprendibile che diventa eroe nazionale

Rapinatore di banche, latitante, fugge due volte di galera in elicottero, dona i suoi soldi alle persone che incontra

Una vita in cammino: la donna che ha percorso 15mila chilometri in tre anni

Dalla Siberia al Deserto di Gobi, per spazi immensi e desolati. La storia strana di una donna quarantenne, svizzera, e con un’idea di divertimento originale