Blog di

di Mariassunta D’Alessio

Turista russa morta a Formia: realtà o fantasia?

Blog post del 20/06/2013
Argomenti: 

Sandro Bartolomeo, sindaco appena eletto di Formia, ha fatto affiggere sui muri della città dei manifesti in cui, stigmatizzando i comportamenti scorretti da parte di alcune persone nelle vicinanze del cadavere della turista russa morta sulla spiaggia, chiede scusa a tutti e lista a lutto la bandiera cittadina.

Le foto a cui allude il Sindaco mostrano e sottolineano l’indifferenza  di alcuni ragazzi che continuano a giocare a racchettoni o che "amoreggiano" vicinissimi al cadavere dell'anziana turista morta per malore, nelle acque della cittadina laziale e  che sono state pubblicate da tutti i quotidiani nazionali e stranieri, e mostrate a più riprese dai  telegiornali,

Una lettera inviata a Dagospia insinua però qualche dubbio. Scrive, infatti, Alessandro: “Caro Dago (….) i giornali si sono bevuti la notizia del morto a Formia con la gente che continua ad amoreggiare o a giocare a racchettoni (...) esistono due foto esattamente identiche del "morto", una con il mare dietro, e l'altra con la spiaggia dietro. Si tratta o di un fotomontaggio o addirittura di uno scherzo“.

Nessun dubbio neanche per el-mariachi che sul sito di Latinatoday scrive: “ Era un fotomontaggio per rendere la notizia più allettante per i lettori e per farlo si è gettato fango sui cittadini formiani. 

Realtà o fantasia? A Formia si è aperto un dibattito anche aspro. C’è chi condivide e chi no il gesto del Sindaco. E c’è chi le scuse le vuole invece dai giornali che hanno pubblicato  quelle foto: “ sicuramente scattate con l’ intento di far sembrare quello che in realtà non è. Sono foto ricercate e qualsiasi fotografo può confermare”, scrive Roberto su facebook in  risposta al post del Sindaco.  

Ma tra le righe e i commenti del famoso social network, cominciano ad uscire anche le testimonianze di chi invece su quella spiaggia c'era.  

Rosa Di Schino, una signora di Formia, racconta dettagliatamente al sito di telefree, come si sono svolti i fatti su quel tratto di mare "Io c'ero su quella spiaggia – scrive - e posso assicurare che nessuno dei presenti è stato del tutto indifferente. C'erano delle persone intorno che si alternavano a fare il massaggio cardiaco alla signora, il bagnino le faceva la respirazione, alcuni le reggevano le gambe e altri addirittura le mantenevano la mano. Una signora era costantemente in contatto con il 118 che dava indicazioni su come comportarsi...
Io, quando è stato constatato il decesso, ho proposto di recitare il Santo Rosario.  Penso - continua Rosa -  che quello che si poteva fare è stato fatto, e le televisioni hanno voluto far vedere solo quello che hanno voluto."

Le fa eco Annarita Bianco, sempre su FB: "Io c’ero e vi assicuro che la storia è completamente diversa. Non c’era assolutamente un clima gioioso sulla spiaggia. Le persone erano pochissime visto che erano le 13,30 di lunedì. Perché nessuno ha raccontato dei due anziani che si sono tuffati per soccorrere la signora e degli altri che hanno cercato di rianimarla? Nessuno si era accorto che stesse poco bene in acqua. All'improvviso ha chinato la testa. Eravamo tutti impietriti....  Questa storia bisogna smentirla --ribadisce con forza Annarita - io non ho visto nè coppiette che si baciavano,  nè persone che giocavano a racchettoni. E' sicuramente un fotomontaggio. Di tutta questa storia la cosa più squallida è che il cadavere è rimasto sulla spiaggia per circa un'ora".

Testimonianze contro, dunque. Chi ha ragione? Se è accaduto come raccontano queste persone, la domanda da porsi è: Perchè? Una risposta ce l'aspettiamo tutti..nella prima e nella seconda versione. E' importante sapere che quanto accaduto su quella spiaggia, la solidarietà umana e la pietas non abbiano abdicato a favore di atteggiamenti di indifferenza, insensibilità o addirittura di cinismo. 

 

Argomenti: 

COMMENTI /

Ritratto di Annarita Bianco                              Anonimo
Mar, 25/06/2013 - 21:55
Annarita Bianco Anonimo
si già avevo letto giorni fà questo articolo pensavo ce ne fosse un"altro......la situzione è rimasta così non è stata fatta chiarezza erano presenti guardia costiera e carabinieri uelloa loro vi possono confermare la verità io quello che ho visto L"già ripetuto tante volte quel giorno sulla spiaggia c"era una situazione competamente diversa da quello che hanno scritto i giornali le foto sono contraffatte i razzi e la coppietta erano alla punta estrema della spiaggia a circa 300 metri distanti dalla salma e non si sono accorti dell"accaduto visto che da lontano poteva sembrare una qualsiasi cosa quel telo bianco....
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Mosca: non ci sarà un intervento militare in Ucraina

Il ministro degli Esteri russo chiede che i rappresentanti di Kiev e di Mosca discutano di un "cessate-il-fuoco immediato e senza condizioni"

Corea del Nord, lanciato un missile a corto raggio nel mar del Giappone

Continuano le tensioni tra la Corea del Nord e la Corea del Sud

Fra le macerie di Gaza una ricostruzione da 5 miliardi

La vita riprende fra case e negozi distrutti. Ma mancano i grandi donatori

Bachelor of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana

Gli snack più antichi del mondo che ancora mangiamo

Dai pop corn fino ai salatini. Li mangiamo da sempre, ma sappiamo da dove vengono?
SHARE

Suggerimenti per costruire una memoria potentissima

Per molti la memoria è un problema, ma seguendo questi consigli potrete allenarla a dovere
SHARE

La nostra vita trasformata in un videogioco

Un software permette di riprodurre situazioni tipiche della quotidianità, per capire come agire
SHARE

Quindici modi per sconfiggere il jet-lag

Un problema per chi viaggia in posti lontani. Si deve dormire, ma si può fare anche di più
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il reportage al tempo del marketing: il giornalismo di viaggio genera turismo

Sull’ascesa e il declino della narrativa di viaggio, che si è trasformata in narrativa di turismo: racconti nati per fare restyling e non informazione

La nuova macchina da soldi di Hollywood? Si chiama Youtube

Una volta le grandi aziende cinematografiche facevano causa al sito. Adesso, invece, ci scommettono sopra

Imparare una lingua? Significa imparare a recitare una nuova identità

Storia del difficile apprendimento del francese da parte di un madrelingua inglese: i progressi linguistici sono solo il segno dell'ingresso in un nuovo mondo