Blog di

di Andrea Indiano

Tsunami: prima e dopo. Le foto della ricostruzione

Blog post del 25/02/2012
Parole chiave: 

Il prossimo 11 marzo sarà passato un anno esatto dallo tsunami che sconvolse il Giappone, causando più di quindicimila morti accertate e lasciando dietro di sé, oltre distruzione e tremila persone ancora nella lista dei dispersi, anche la paura di un disastro nucleare nella centrale di Fukushima. I reporter dell'agenzia Reuters sono tornati sui luoghi del disastro e hanno fotografato gli stessi paesaggi protagonisti degli scatti fatti poche ore dopo lo tsunami. Il lavoro di ricostruzione appare impeccabile: non c'è più traccia della furia del mare né del terremoto di 9 gradi della scala Richter che scatenò il disastro. Il governo giapponese, pesantemente accusato anche dai media nipponici per la poca chiarezza data al rischio Fukushima, ha svolto un lavoro preciso e veloce, dando la possibilità agli sfollati di tornare dopo pochi mesi nelle proprie case o regalando loro nuove unità abitative. Impossibile non fare paragoni con quanto successo all’Aquila dopo il terremoto del 2009. Ancora oggi il centro della città abruzzese è inagibile e molte persone sono costrette ad abitare lontano da quella che fino a poco tempo fa era la loro casa. Per non citare gli sfollati del terremoto dell'Irpinia del 1980 obbligati dopo trent'anni a vivere in dei container. Queste foto dal Giappone rendono l'idea di come con dedizione e caparbietà si può ricostruire con velocità in seguito a un disastro naturale.

 

 

 

 

Crediti foto: Reuters

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precipita jet della famiglia bin Landen, morte la sorella e la matrigna

Era decollato dall'aeroporto di Malpensa. È caduto al suolo in Inghilterra

Istat: -22mila occupati a giugno. La disoccupazione sale al 12,7%

Nei dodici mesi le persone con un lavoro sono diminuite di 40mila unità, i disoccupati sono aumentati di 85mila

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

Camminare sull'acqua? No, grazie, ci vado in moto

Ci è riuscito il motociclista australiano Robbie Maddison che si è tolto lo sfizio di sfrecciare sulle onde più belle del mondo, a Tahiti

Metodo scientifico per la vacanza perfetta

Cinque consigli per trarre il massimo possibile dai giorni di ferie, e farlo durare anche quando si torna

Quando le pubblicità vantavano le qualità delle droghe pesanti

Cocaina, eroina, morfina. Tutte sostanze oggi illegali, cento anni fa erano vendute come componenti di prodotti tonificanti

Scene di vita giapponese come le ricordano i giapponesi

Immagini animate in gif, pixelate, a forma di manga. Ma dentro, tra piogge e metropolitane, si sente il soffio della nostalgia

PRESI DAL WEB

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin

Il video dell’evasione del narcotrafficante messicano El Chapo

Un tunnel scavato sottoterra dotato di elettricità e bombole di ossigeno

Varoufakis: «Votate No, con l’accordo nessuna possibilità di ripresa»

L’intervista all’australiana LNL ABC Radio National: «I ministri europei negano la democrazia», «le proposte sono state fatte apposta per essere rifiutate»