Blog di

di Alessandro Da Rold

Bossi lasciato solo dalla Lega pensa al partito di Rosi Mauro. E difende Miss Padania

Blog post del 16/07/2012

Storie di solitudine nella Padania libera e indipendente. Fanno quasi tenerezza le foto dell'ex leader della Lega Nord Umberto Bossi al comizio di Trescore Cremasco di domenica sera. Le pubblica Cremaoggi. Il Senatùr è solo al tavolo numero 14, con l'immancabile Coca Cola di fronte, mentre intorno a lui c'è un vuoto cosmico: tutti i posti sono liberi. A tratti ricorda il dipinto «Il Vecchio disperato» di Vincent Van Gogh. Dopo una cena solitaria, Bossi ha preso il microfono citando il vecchio slogan «Roma Ladrona». Poi ha ribadito l'infondatezza delle inchieste sulla Lega: «Nulla di vero». E infine ha difeso Miss Padania da chi già minaccia di abolirla: «Miss Padania è importante, l’ho fondata nel 2000 e deve continuare a vivere». Serate così tristi non si ricordavano da tempo in Padania. 

Del resto, non c'era il segretario federale Roberto Maroni. Non c'era il segretario nazionale lombardo Matteo Salvini. Non c'era il senatore Alberto Torrazzi che è di quelle parti. Non c'era un consigliere regionale o comunale che fosse uno accanto al presidente a vita del Carroccio. Non c'era nessuno del vecchio cerchio magico, da Marco Reguzzoni fino al Trota Renzo Bossi.  Pensare che era proprio una delle serate di selezione di Miss Padania, dove un tempo padre e figlio spadroneggiavano, accompagnandosi a bellissime donne. E invece nulla. Peggio della Città Vecchia di Fabrizio De Andrè, dove almeno i pensionati mezzo avvelenati sono «quattro» al tavolino.

Nelle valli padane si racconta che Rosi Mauro stia provando in tutti i modi a convincere Bossi a passare tra le fila del partito «Siamo Gente Comune» insieme con lei e Lorenzo Bodega. «Fanno paura come una mosca schiacciata, se Bossi va con loro si suicida», chiosa un barbaro sognante della provincia di Varese. Negli ultimi giorni (l'ormai) ex badante dello statista di Gemonio ha arruolato Arianna Miotti, consigliere comunale di Arcisate, 10 mila abitanti nel varesotto.. La Miotti ha già annunciato che lascerà il gruppo della Lega ad Arcisate e costituirà, nel gruppo misto, la forza di Sgc in consiglio... Insomma, più solo di Bossi sembra esserci solo la Rosi.

 
 

COMMENTI /

Ritratto di lucia
Mar, 24/07/2012 - 23:26
lucia
ciò dimostra solo che Bossi non ha bisogno di titapiedi o badanti per andare a una festa della lega,a parte il fatto che,come racconta Cremaoggi, Bossi è arrivato con almeno due ore di anticipo sul previsto ed era anche logico che non fossero lì ad attenderlo. due ore prima.Tutto questo articolo è dunque basato sul falso presupposto che Bossi sia stato lasciato solo.Sarebbe più corretto dire che Bossi è stato fotografato mentre aspettava l'arrivo degli altri.Questo è la prova dello scarso spessore sia umano che professionale dell'autore.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Legge di stabilità, arrivata la lettera Ue che chiede chiarimenti all’Italia

Sul tavolo del governo i rilievi tecnici che la Commissione ha sollevato sulla manovra

Bibeau, l’attentatore di Ottawa era un «viaggiatore a rischio»

Già noto alla polizia, a luglio gli era stato ritirato il passaporto perché considerato elemento pericoloso e pronto ad unirsi alle forze armate in Iraq e Siria

Elena Ceste è morta, la conferma dal DNA: il suo corpo ritrovato nell'astigiano

La donna, mamma di quattro bambini, era scomparsa da casa lo scorso 24 gennaio

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il grande panico per Ebola: siamo sicuri che il rischio non sia sopravvalutato?

L’hanno addirittura definita "l’emergenza sanitaria dei tempi moderni"

Il sogno di Nietzsche si avvera: gli uomini super-intellgenti stanno arrivando

L’ingegneria genetica permetterà di creare gli esseri umani più inteliigenti che siano mai esistiti

Perché crediamo di capire i sentimenti dalle espressioni e sbagliamo

Nuovi studi dimostrano che la capacità di intuire i pensieri e le emozioni del prossimo dal suo sguardo sono molto più limitate di quanto si pensi