Portineria Milano

Blog di

di Alessandro Da Rold

Bossi rivuole la foto sul sito e Cota mugugna: i fastidi della nuova Lega di Maroni

Blog post del 5/07/2012

Ci sono un paio di «grane» nella nuova Lega Nord a trazione Roberto Maroni, dopo il congresso federale di Assago che lo ha eletto segretario federale. La prima è Roberto Cota, che secondo fonti ben informate starebbe lavorando per passare dalla delega «al posacenere di Bossi» (copyright La Stampa) a quella di «porta occhiali rossi di Maroni» (copyright di un barbaro sognante). La seconda è la gestione della comunicazione nella sede del Carroccio in via Bellerio. Ieri Umberto Bossi in persona si è presentato dai custodi del sito internet per far rimettere la sua foto in home page: era stata tolta nel nome della debossizzazione e il Giornale lo aveva fatto presente con un articolo.

Ma andiamo con ordine. Il governatore del Piemonte e segretario nazionale (regionale ndr), sta spingendo da alcuni giorni per piazzare Elena Maccanti - assessore e sua fidatissima - nella terna dei vicesegretari: al congresso l’ha portata più volte da Bobo per avere rassicurazioni. Ma c’è chi rema contro. Anche perché in pochi si fidano di Cota, dopo le esperienze «democristiane» degli ultimi anni, tra cerchio magico e barbari sognanti. Non solo. C’è chi dice che «il Piemonte sia una polveriera pronta ad esplodere», stretta tra il potere della presidente della provincia di Cuneo Gianna Gancia (anche compagna di Roberto Calderoli) e appunto Cota. Insomma, sono ore intense per trovare la quadra sulla nuova Lega. E la squadra al completo sarà presentata da Bobo solo domattina durante la conferenza stampa in Bellerio.

In pole, per il posto da vicario c’è Federico Caner, veneto, che andrà a prendere quel posto che Maroni e i suoi hanno offerto fino all’ultimo al governatore del Veneto Luca Zaia: il leghista trevigiano ha declinato l’offerta perchè non vuole «doppi incarichi». Dettaglio quest'ultimo che potrebbe creare qualche problema se Bobo dovesse candidarsi in regione Lombardia, diventare presidente e mantenere il ruolo di segretario federale. 

Poi quindi ci sono i tre vice. Tra questi circolano diversi nomi. Quello di Manes Bernardini di Bologna, Giacomo Stucchi di Bergamo e poi appunto quello della Maccanti. Negli ultimi giorni è circolato anche quello di Claudio Sacchetto, assessore piemontese all’agricoltura. Ma è l’assessore donna agli Affari Istituzionali quella su cui punta Cota. Per questo è tornato a circolare in queste ore pure il nome di Sonia Viale, segretario nazionale in Liguria.

Infine il fronte comunicazione. Dopo la decisione di togliere il volto di Bossi dal sito, c'è stato un passo indietro. Il Senatùr è andato in Bellerio a chiedere che fosse rimesso. Così è stato fatto, ma Maroni, il segretario federale, non è nemmeno stato avvisato. Per questo motivo, sono in tanti in queste ore a consigliare all'ex ministro dell'Interno di «chiudere tutto». La Padania e l'ufficio stampa, perché non regolamentati e senza una guida certa. Bobo deciderà nei prossimi giorni. 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Il Governo all'Ue: "Più tempo per il pareggio dei conti"

Scoppia il caso della lettera del ministro Padoan all'Unione europea

Cassazione: “La diffamazione via Facebook anche anonima è reato”

Parli male di una persona su Facebook, senza nominarla direttamente, ma indichi particolari che possano renderla identificabile? Puoi avere una condanna

Canone Rai: Il Governo smentisce l'ipotesi di pagarlo in bolletta

Niente soluzione all’inglese. Indiscrezioni davano il dossier sul tavolo di Cottarelli

Il vero pericolo per gli automobilisti? La camomilla

Una pubblicità per l’estero interpreta in modo simpatico il concetto di “non bere e guidare”
SHARE

I nove errori più gravi in un colloquio di lavoro

Postura scorretta, scarso contatto visivo, troppi gesti. Cose che possono stroncare una carriera
SHARE

Il capolavoro dell’umiltà: chi pulisce i monumenti

Immagini di luoghi importanti e artistici australiani quando sono nelle mani degli inservienti
SHARE

Il trucco per giocare a snake su Youtube

Il gioco che spopolava sui cellulari alla fine degli anni novanta in una versione particolare
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

La guida (involontaria) di Amazon al traffico di droga

Senza dubbio il gruppo di Bezos non fornisce guide per gli spacciatori, ma il suo algoritmo sembra aver fatto proprio questa cosa

Così il movimento egiziano dei Tamarrod ha aperto la strada al governo militare

Per la prima volta uno dei leader del movimento che si oppose ai Fratelli Musulmani ammette di aver ricevuto ordini dall’esercito: "Siamo stati ingenui"

Andare in profondità: la vita difficile di chi fa speleologia estrema

Giorni interi sottoterra per esplorare caverne, in una delle attività più antiche della storia