Blog di

Il nuovo video di Sara Tommasi: così noi professionisti dell’informazione possiamo uccidere

Blog post del 3/08/2012
Parole chiave: 

Gira un video di Sara Tommasi. Un nuovo video che raffigura una starlette in caduta libera, salita sul palco barcollando in un locale del Nordest, senza spiccicare parola giusto in tempo per farsi cantare “faccela vedè, faccela toccà” e altre amenità. L’ingresso, dice la pagina facebook del locale, costava 8 euro.

Non mostrerò questo video e non metterò nemmeno un link, perchè non c’è proprio niente da mostrare e mi piacerebbe tanto che il video in questione non finisse in colonnine colorate o boxini morbosi di giornali on line. Perchè al fondo di tutti i pettegolezzi, delle dichiarazioni che l'hanno resa famosa, dei calendari e di tutto il resto, Sara Tommasi è una persona. Una persona che non sta bene, e si vede proprio a occhio nudo, senza stare a perdere tanto tempo in diagnosi complesse. 

No, non penso che sia compito nostro, della collettività, farsi carico di Sara Tommasi. Non chiederò a nessuno di aiutarla. Ma a tutti toccherebbe di lasciarla in pace, di evitare di invitarla nei locali a farsi gridare che è una troia o a farsi chiedere sul palco: “ma come ci si sente a girare un porno?”, mentre lei sembra davvero su un altro pianeta.

Possiamo e dobbiamo concederle l'onore dell'oblio, della dimenticanza e dell'anonimato che è un balsamo per certe vite che alla notorietà si immolano senza una ragione. Se poi Sara vorrà distruggersi, sarà un atto della sua libertà. Ma fino a quando qualcuno la prende per mano, sbronza e fatta, e la porta su un palco, la “libertà” è solo una bella parola, ma non serve a descrivere quella realtà. Lasciamo Sara al suo agosto di comparsate da brividi, lasciamo che qualche maniaco da presa diretta metta i suoi video su Youtube, e lì lasciamoli, per favore. Sara sta male, è un suo diritto stare male senza che nessuno se ne approfitti. Su questo dovremmo essere davvero tutti d’accordo, prima: evitando (come si fa in questi casi) di gridare scandalizzati e moralizzanti dopo. 

 

 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Marco Giovanniello
Ven, 03/08/2012 - 14:24
mgiovanniello
<p>Oddio, siamo giunti al recupero delle traviate?</p> <p>Sara Tommasi non pare sempre in grado di intendere e di volere, ma si &egrave; scelta la vita da Sara Tommasi, di girare film porno e fare comparsate, molto ben pagate, in cui si fa dire che &egrave; una troia. Nel frattempo ci sono centinaia, migliaia di donne che copulano per poco denaro decine di volte al giorno e invece della compassione rimediano magari qualche ceffone.</p> <p>Il boxino on line fa parte del gioco, perch&eacute; &egrave; lei stessa vuole stare alla ribalta, in un modo o nell&#39; altro. Nessuno approfitta di lei senza il suo implicito consenso. Meglio sarebbe un intervento sanitario, i rischi non credo vengano dal sesso o dall&#39; altrui interesse morboso su internet, piuttosto da probabili usi e abusi di alcol e droga.</p>
SHARE
Ritratto di carlomaria
Ven, 03/08/2012 - 19:53
carlomaria
<p> Grazie Dottor Tondelli,&nbsp;</p> <p> lei ci evita tutta la nauseabona spazzatura che viene pubblicata tutti i santi giorni in rete o sui quotidiani. Non si immagina neppure quanto gliene sia grato.</p> <p> Un cordiale saluto</p> <p> carlomaria</p>
SHARE
Ritratto di Fabrizio Sibilla
Ven, 03/08/2012 - 15:28
fabriziosibilla
Caro Jacopo, il tema é stato magistralmente trattato da un serissimo episodio di SouthPark http://en.wikipedia.org/wiki/Britney's_New_Look
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Presidenziali Usa, il repubblicano Mitt Romney annuncia che non si candiderà

Romney aveva perso un certo numero di supporter, passati a sostenere Jeb Bush e c’era scetticismo nel partito Repubblicano su una sua corsa

Minotauro, richiesta choc del procuratore: “Annullate tutte le condanne”

Secondo la motivazione non risulta chiaro il “metodo mafioso”

Disoccupazione in calo al 12,9%

Tweet di Renzi: «Centomila posti di lavoro in più in un mese. Siamo solo all’inizio»

Smemoranda

I negativi di maicol&amp;mirco

tanti-figli

Mandiamo le star a lavorare in Cambogia

Non è un inno contro le persone famose, ma il concept di un reality norvegese. Che funziona bene
SHARE

Votate Seggio Mattarella, il finto profilo su Twitter

Il fake twitter di Sergio Mattarella
Commenta, scherza, si sfrega le mani in attesa della vittoria. E lancia già i primi moniti
SHARE

Orgoglio e Pregiudizio, spiegato in un grafico

Il testo di Orgoglio e Pregiudizio, nelle celebrazioni del 200 compleanno di Jane Austen
L’orgoglio di Elizabeth e i pregiudizi di Darcy si scontrano e danno materia alla trama del libro
SHARE

Aumentare la produttività con i ritmi circadiani

Contro il corpo non si può fare nulla. Datori di lavoro e lavoratori ne devono tenere conto
SHARE

PRESI DAL WEB

Sigarette: l’alternativa si chiama TJU, il chewing gum che sa di tabacco

Dopo l’exploit della sigaretta elettronica e i vaporizzatori, una joint-venture tra l’americana Altria e la danese Okono

La classifica delle droghe che causano più morti in America

Le tre sostanze che causano più morti all'anno negli Stati Uniti, infatti, sono completamente legali: sono l'alcool, il tabacco e gli antidolorifici oppiacei