Blog di

di Monica Capo

La raccolta dell’olio mette la Quinta e ti fa vincere anche una bicicletta!

Blog post del 20/04/2012

"Giovedì è stato un gran giorno, sabato lo sarà ancora di più!" esulta Mariano Peluso, consigliere della Municipalità Vomero-Arenella di Napoli per il MoVimento Cinque Stelle, in seguito all’approvazione da parte del consiglio municipale, della delibera da lui proposta in seno alla III Commissione Consiliare Ambiente, recante ad oggetto la "diffusione della raccolta differenziata dell’olio esausto" nell’ambito della V Municipalità.

Nel consiglio, di giovedì 19 Aprile 2012, infatti, è stata votata all’unanimità la delibera fatta propria dalla III Commissione Consiliare Ambiente e dalla giunta della municipalità di Vomero-Arenella, proposta da Mariano Peluso che così commenta: "il MoVimento Cinque Stelle di Napoli da anni lavora per trasformare questo nemico del mare e dei campi in bene per la collettività, nonché guadagno per il comune di Napoli e organizza periodicamente eventi in cui i cittadini sono invitati a consegnare a gestori regolarmente autorizzati il loro olio da cucina esausto, "perché l’olio di frittura non è biodegradabile in tempi brevi se rilasciato nell’ambiente, e, se disperso in acqua, forma un velo di elevato spessore, che impedisce la traspirazione e causa ingenti danni all’ambiente".

“Una nuova iniziativa di questo tipo ci sarà Sabato 21 Aprile, dalle 10 alle 14.30″, annuncia Peluso, "e questa volta sarà davvero speciale, perché chi ci consegnerà il suo olio potrà vincere una bicicletta".

L’iniziativa si propone così di perseguire tre obiettivi: “il primo è quello di continuare l'opera di sensibilizzazione sul tema del riciclo e del riuso, il secondo è quello di dare pubblicità alla delibera appena approvata, ed il terzo, ma non meno importante, è quello di trasmettere un messaggio in armonia con l’ambiente a tutto tondo, dando la possibilità ai cittadini di tornare a casa in sella ad una stupenda bicicletta, senza inquinare”.

Continua Peluso poi aggiungendo che “questa iniziativa è anche un’opportunità per dimostrare che l’olio esausto, che fino ad oggi è stato un costo per l’amministrazione, può in realtà divenire un guadagno con il quale finanziare progetti per la città”.

E, in tal senso, fa sapere che “sono in corso colloqui con l’amministrazione comunale proprio per realizzare quest’ultimo importante passo”.

L’appuntamento è quindi alle 10.00 del 21 Aprile in Via Scarlatti, presso il gazebo del MoVimento 5 Stelle.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Reyhaneh Jabbari è stata impiccata in Iran

Nel 2009 la donna era stata condannata per l'uccisione, avvenuta nel 2007, di un uomo che la voleva violentare, un ex dipendente dell'Intelligence iraniana.

Niente evasione fiscale per Dolce e Gabbana, la Cassazione li assolve

Agli stilisti veniva contestata la presunta evasione fiscale che sarebbe stata realizzata, secondo l'inchiesta, con una 'estero-vestizione'

Attacco a un checkpoint egiziano nel nord del Sinai: almeno 25 morti e 26 feriti

Almeno 25 persone sono rimaste uccise, e 26 ferite, in un attacco al checkpoint presidiato dall'esercito egiziano a Karm al-Qawadeis, nel Sinai del nord

Il primo tweet della Regina d’Inghilterra

Elisabetta II, all’età di 88 anni, ha twittato, con tanto di firma. È la prima volta che succede
SHARE

Come diventare un drago a usare Google

Tutti sanno servirsi del motore di ricerca, ma pochi sono in grado di farlo alla grande. Qui si può
SHARE

Sculpture by the Sea: l’arte in spiaggia a Sydney

Oltre 100 opere esposte lungo il litorale della città. La mostra outdoor che apre la primavera
SHARE

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La crisi che ha cambiato Papa Francesco

La cura per le persone prima della dottrina e dei dogmi, la storia della sua vita e il momento in cui tutto è cambiato. Perché doveva cambiare

Storia di una fine: il giornale (greco) per i greci di Istanbul sta per morire

L’agonia di Apoyevmatini, una volta organo influente della comunità dei greci di Turchia, ora stampato per solo 600 famiglie è il residuo di un mondo scomparso

Tutti si sono dimenticati di Joseph Kony e del suo Lord's Resistance Army

Ci fu un tempo in cui il tema dominò i media. Ora, dopo la guerra civile in Sud Sudan, l’ebola e le atrocità di Boko Haram se lo sono scordato tutti