Blog di

di Monica Capo

Scampia intitola a Melissa i giardinetti bonificati

Blog post del 20/05/2012

Cara Melissa, questo giardino lo offriamo a te, perché noi non accettiamo quello che ti è accaduto. Alla tua vita persa, ai tuoi sogni irrealizzati, ai tuoi amori non vissuti, ad una maternità non goduta. A te, che ti è stata spezzata la possibilità di far sentire a tutti le tue idee, le tue emozioni. In ogni girasole ed ogni fiore che fiorirà vedremo la tua vita continuare accanto a noi.
Riposa in pace angelo bello.

Kalòs Kai Agathòs

 

 

Grazie a un gruppo di volontari, che lo sta ripulendo e continuerà anche nei prossimi giorni, da oggi, lo spazio verde di Via Galimberti, a Scampia, è intitolato a Melissa Bassi, la studentessa uccisa nell'attentato di Brindisi.

Con la vernice bianca, il suo nome è stato impresso sul muretto che costeggia la grande aiuola che, in precedenza, versava in stato di abbandono.
L’idea è nata sulla rete, dall'iniziativa "Io sto con Napoli... e tu?", e, i cittadini, in collaborazione con le associazioni del quartiere, si sono autofinanziati e hanno rimosso tutti i rifiuti dall'aiuola, inoltre, hanno verniciato la ringhiera che separa i giardinetti e realizzato un murales colorato.


Insomma, tutta gente di buona volontà, tutti là per trasformare un deserto urbano, uno spazio morto e di morte, in un luogo di vita, di colore, di gioco.
Infine, per ricordare Melissa è stato piantato anche un alberello al centro dell'aiuola.

 

 

 

COMMENTI /

Ritratto di Sabrina
Mar, 22/05/2012 - 18:30
Sabrina
Davvero un bel gesto che dimostra quante persone vogliono cambiare il mondo in positivo. Spero che possano essere un esempio per tanti cittadini che vorranno essere protagonisti della nostra storia. Bravi!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ottawa, spari vicino al Parlamento: ferito un soldato

Un uomo ha aperto il fuoco davanti al Monumento ai Caduti. La sparatoria è continuata nel Parlamento

Il Parlamento Europeo approva la Commissione Juncker

Strasburgo approva con 423 sì, 209 no e 67 astenuti

Morto Ben Bradlee, il direttore che segnò la storia con il caso Watergate

Si è spento nella sua casa di Washington, aveva 93 anni. Spinse i cronisti Bob Woodward e Carl Bernstein a seguire la vicenda

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il grande panico per Ebola: siamo sicuri che il rischio non sia sopravvalutato?

L’hanno addirittura definita "l’emergenza sanitaria dei tempi moderni"

Il sogno di Nietzsche si avvera: gli uomini super-intellgenti stanno arrivando

L’ingegneria genetica permetterà di creare gli esseri umani più inteliigenti che siano mai esistiti

Perché crediamo di capire i sentimenti dalle espressioni e sbagliamo

Nuovi studi dimostrano che la capacità di intuire i pensieri e le emozioni del prossimo dal suo sguardo sono molto più limitate di quanto si pensi