Blog di

di Monica Capo

Un lavoro pericoloso: "La Miniera" a Città del Guatemala

Blog post del 19/11/2011

Città del Guatemala, una località chiamata "La Miniera", è per la gente un mezzo di sopravvivenza ma anche una fonte di morte orribile.

Ogni giorno, decine di residenti cercano di sopravvivere perlustrando l’enorme discarica alla ricerca di rottami metallici da vendere.

Di fronte alla minaccia di frane, crolli e malattie, essi possono potenzialmente guadagnare, da questa attività conosciuta localmente come “mining”, circa 150 quetzal ($ 20 dollari) al giorno, cioè quasi il doppio del salario giornaliero minimo.

Il fotografo Rodrigo Abd, dell’Associated Press, ha documentato i loro sforzi: http://www.boston.com/bigpicture/2011/11/dangerous_work_the_mine_in_gua.html

 

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

M5s, Beppe Grillo lascia: «Sono stanchino, rimango garante»

Cinque persone si confronteranno con l'ex comico genovese

Istat: disoccupazione giovanile record al 43,3%

Sciopero dei precari anche all’Istat, che non ha tenuto la consueta presentazione dei dati

La base contesta il blog: «Beppe e Casaleggio, non vi reggiamo più»

In poche ore arrivano al sito di Grillo arrivano duemila commenti, molti lapidari: «Autogol», «delusione». Una parte si schiera con i leader

Robert Badinter, l’uomo che fermò la ghigliottina

Storia di un avvocato che decise di abolire la pena di morte in Francia, e di come ci riuscì
SHARE

Ridere con Truth Facts, i fatti veri più veri del vero

Sono vignette che rappresentano situazioni proverbiali, verità note a tutti ma mai diffuse
SHARE

Un anno di CO2: cosa succede nei cieli della Terra

I viaggi dell’inquinamento atmosferico in una simulazione molto chiara della Nasa
SHARE

Altro che Gates: il più ricco della storia è lui

Si chiamava Mansa Musa. Regalava tanto oro che, passando per l’Egitto, fece crescere l’inflazione
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Indiane d’America: la storia oscura di donne dimenticate ma libere

Nessuno conosce, a parte Pocahontas, un nome di squaw famose. Eppure, prima della conquista, vivevano in società molto più egalitarie di quelle europee

Leonardo Di Caprio e Angelina Jolie: come l’Onu sceglie i suoi ambasciatori

Non tutte le celebrità possono rappresentare l’Organizzazione. È un mix di marketing e di politica do tu des