Blog di

di Daniele Regard

Ma come è possibile che il super-ricercato nazista sia stato tranquillo a casa sua fino a 97 anni?

Blog post del 18/07/2012

Laszlo Csatary, il gerarca nazista che programmò la deportazione di 15.700 ebrei del ghetto di Kosice (Slovacchia), è stato trovato a Budapest. A scovare questo feroce criminale è stato lo staff del Centro Wiesenthal, organizzazione che da anni si occupa di trovare in tutto il mondo gli uomini di Hitler. Poi, grazie a questa ricerca, il quotidiano "The Sun" ha potuto fotografarlo e svelare al mondo il volto di questo mostro. Come è possibile che un noto ricercato abbia potuto vivere tutta la sua vita (ora ha 97 anni) senza cambiare nome, da cittadino libero in terra ungherese? Questa credo che sia la cosa più sconvolgente. Chi doveva fare qualcosa, perchè non l'ha fatto? Domande che devono avere una risposta. Ovviamente subito dopo questa scoperta tante associazioni hanno fatto sentire la loro voce. La prima tra le altre è stata l'unione degli studenti ebrei europei, l'Eujs. Pochi giorni fa, un gruppo di questi ragazzi ha protestato sotto la casa di Csatary, chiedendo giustamente alle autorità di arrestare il latitante e di giudicarlo per i crimini commessi. Questa è anche la richiesta dell'Unione dei Giovani Ebrei d'Italia che sta organizzando per domenica 22 luglio una manifestazione sotto l'Ambasciata ungherese. Tutte le associazioni giovanili ebraiche europee faranno la stessa cosa nei loro paesi. Uniti per non dimenticare il passato, uniti per chi ci ha lasciato, uniti per fare giustizia.

Twitter @billyregard

COMMENTI /

Ritratto di Tom
Mer, 18/07/2012 - 11:48
Tom
io credo che dopo 70 anni, dovrebberlo lasciarlo in pace il povero vecchio....
SHARE
Ritratto di Lorenzo
Mer, 18/07/2012 - 12:18
Lorenzo
io credo invece che neanche a 120 anni dovrebbe essere lasciato libero.
SHARE
Ritratto di Milesgloriosus
Mer, 18/07/2012 - 11:57
Milesgloriosus
Purtroppo è possibile, soprattutto in un paese come l'Ungheria che non ha mai fatto i conti sino in fondo con le atrocità del suo passato: furono atrocità gravissime commesse con una ferocia particolare concentrate nell'ultima fase della II GM. Il problema che si pone è quello consueto sul senso di processare una persona che è comunque diversa da quella che commise i crimini: in altre parole a quasi settant'anni dai fatti Laszlo Csatary è diverso biologicamente almeno per il tempo trascorso. Difficile pensare però che sotto questo aspetto sia anche mutata la coscienza o il modo di sentire. Questo lo potrebbe spiegare solo lui. Credo che in ogni caso vada processato comunque, se non altro per un senso di giustizia. Non mi esprimo sul ravvedimento o su un improbabile perdono perché su questo devono parlare le sue vittime superstiti o loro figli, gli unici che abbiano titolo a farlo.
SHARE
Ritratto di Daniele Regard
Mer, 18/07/2012 - 12:20
Dregard
povero vecchio? ha fatto uccidere 15.700 persone il povero vecchio. almeno un processo se lo merita
SHARE
Ritratto di Fabrizio Sibilla
Mer, 18/07/2012 - 15:05
fabriziosibilla
Miracolo! Regard finalmente ha iniziato a "bloggare" (cioè a risponder ai suoi commenti ;) ). C é da aggiornare l articolo, lo Csatary é stato portato al gabbio http://www.jpost.com/JewishWorld/JewishNews/Article.aspx?id=277916
SHARE
Ritratto di Daniele Regard
Mer, 18/07/2012 - 15:38
Dregard
Si Fabrizio, fortunatamente è stato arrestato.
SHARE
Ritratto di Pastrocchio
Mer, 18/07/2012 - 19:43
Pastrocchio
Organizzazioni come O.D.E.SS.A. hanno coperto e organizzato la fuga e la sistemazione di molti gerarchi nazisti anche con la complicità o la non curanza di autorità di paesi tra virgolette "neutrali". Americani e Russi furono i primi a servirsi delle "competenze" di personale nazista, basti ricordare l'operazione "paper clip" per portare gli scienziati nazisti in america in funzione antisovietica. Il Terzo Reich si dice è finito con la seconda guerra mondiale, ma il fatto che questi personaggi abbiano vissuto a lungo e senza problemi dovrebbe far riflettere, forse il terzo reich è morto ma il quarto potrebbe essere tra noi già da decenni.
SHARE
Ritratto di claudio
Gio, 19/07/2012 - 12:47
claudio
Avete ragione! In galera!!!! QUesto pericolosissimo criminale potrebbe mietere altre vittime!!!! Ma per favore....97 anni che potrà mai fare? e poi voi avete le prove che fu lui a programmare la deportazione di più di 15000 persone? E se fosse un capro espiatorio? Va bene il ricordo ma questo mi sembra accanimento
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Reyhaneh Jabbari è stata impiccata in Iran

Nel 2009 la donna era stata condannata per l'uccisione, avvenuta nel 2007, di un uomo che la voleva violentare, un ex dipendente dell'Intelligence iraniana.

Niente evasione fiscale per Dolce e Gabbana, la Cassazione li assolve

Agli stilisti veniva contestata la presunta evasione fiscale che sarebbe stata realizzata, secondo l'inchiesta, con una 'estero-vestizione'

Attacco a un checkpoint egiziano nel nord del Sinai: almeno 25 morti e 26 feriti

Almeno 25 persone sono rimaste uccise, e 26 ferite, in un attacco al checkpoint presidiato dall'esercito egiziano a Karm al-Qawadeis, nel Sinai del nord

Il primo tweet della Regina d’Inghilterra

Elisabetta II, all’età di 88 anni, ha twittato, con tanto di firma. È la prima volta che succede
SHARE

Come diventare un drago a usare Google

Tutti sanno servirsi del motore di ricerca, ma pochi sono in grado di farlo alla grande. Qui si può
SHARE

Sculpture by the Sea: l’arte in spiaggia a Sydney

Oltre 100 opere esposte lungo il litorale della città. La mostra outdoor che apre la primavera
SHARE

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La crisi che ha cambiato Papa Francesco

La cura per le persone prima della dottrina e dei dogmi, la storia della sua vita e il momento in cui tutto è cambiato. Perché doveva cambiare

Storia di una fine: il giornale (greco) per i greci di Istanbul sta per morire

L’agonia di Apoyevmatini, una volta organo influente della comunità dei greci di Turchia, ora stampato per solo 600 famiglie è il residuo di un mondo scomparso

Tutti si sono dimenticati di Joseph Kony e del suo Lord's Resistance Army

Ci fu un tempo in cui il tema dominò i media. Ora, dopo la guerra civile in Sud Sudan, l’ebola e le atrocità di Boko Haram se lo sono scordato tutti