Blog di

di Dario Dongo

Somalia, "the Crisis is not over!"

Blog post del 5/02/2012
Il 3 febbraio José Graziano da Silva, il nuovo direttore generale della FAO ('Food and Agriculture Organization), appena rientrato dalla Somalia, ha chiarito che "The crisis is not over". La crisi non e' finita, sebbene l'ONU abbia appena dichiarato la cessazione dello stato di 'famine': un criterio di carestia meramente 'contabile', basato su cinici conteggi di vittime e bisognosi. Ancor oggi due milioni di esseri umani hanno urgente bisogno di razioni alimentari d'emergenza per non venire falcidiati dalla fame. Altre risorse di cibo sono necessarie a scongiurare la malnutrizione cronica di milioni di bimbi, altrimenti condannati alla disabilita'. Soprattutto, e' ora il caso di sviluppare e attuare una strategia volta a interrompere il ciclico ripetersi di questo tipo di crisi in quella zona. "Non possiamo evitare le siccita', ma possiamo organizzare misure per prevenire che ad esse conseguano le carestie", ha ricordato Graziano da Silva. Per maggiori informazioni: http://www.fao.org/news/story/en/item/122091/icode
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ottawa, spari vicino al Parlamento: ferito un soldato

Un uomo ha aperto il fuoco davanti al Monumento ai Caduti. La sparatoria è continuata nel Parlamento

Il Parlamento Europeo approva la Commissione Juncker

Strasburgo approva con 423 sì, 209 no e 67 astenuti

Morto Ben Bradlee, il direttore che segnò la storia con il caso Watergate

Si è spento nella sua casa di Washington, aveva 93 anni. Spinse i cronisti Bob Woodward e Carl Bernstein a seguire la vicenda

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il progetto di Putin di spartirsi l’Ucraina con la Polonia

Fece la proposta nel 2008: “L’Ucraina”, diceva, “è un Paese artificiale”

Come le scuse in pubblico diventano uno strumento di potere e privilegio

Non è più una difficoltà da superare, sempre di più le pubbliche scuse sono la strategia di difesa di ricchi e potenti

L’arbitro Rocchi “confessa”: “Juve-Roma? Sul rigore di Maicon ho sbagliato

“Dispiace che la mia prestazione non sia stata ottimale, da questo punto di vista potevo fare meglio“