Blog di

di Alessandro Oliva

E dopo i quarti di finale a Euro 2012 la Grecia vuole...la Merkel

Blog post del 17/06/2012

Gli Europei spesso regalano delle sorprese. Vedi la Danimarca nel 1992, o la Grecia nel 2004. Ecco, la Grecia. Dalle parti del Partenone il momento è delicato, si sa. Oggi si decidono le sorti del parlamento ellenico e mentre i negozianti serrano le vetrine dei propri esercizi per timori di assalti e proteste varie, si avverte il bisogno di distrarsi un attimo e trovare nuove motivazioni. Meglio pensare al calcio, che alla Grecia di soddisfazioni ne regala eccome.

Altro che l'Euro, ad Atene e dintorni preferiscono Euro 2012. La squadra di Karagounis e Samaras fino a ieri pomeriggio era ultima nel girone A con un solo misero punto. E tutti giù a dire che i greci sono falliti, ultimi ancvhe nel pallone. E invece accade l'impensabile: la Grecia vince 1-0 sulla Russia, elimandola e qualficandosi come seconda in classifica nel girone ai quarti di finale, dove con tutta probabilità incontrerà la Germania.

Più che una partita una nemesi. E il popolo greco, impettito e fiero, sente che può anche non avere paura dell'Europa. Lo sintetizza bene stamattina la prima pagina Goal-news, giornale greco che ha aperto così: "Portateci la Merkel!".

Fernando Santos, il ct della nazionale greca è portoghese ma ha preso particolarmente a cuore la questione. Nel dopo partita con la Russia non ha dribblato la domanda di un giornalista inglese che gli chiedeva se la sua nazionale avesse vinto per dare un segnale anche alla politica economica dell'Ue e ad Angela Merkel in particolare. "Ci ha ispirato - ha detto Santos - la storia della Grecia. La scienza e la democrazia sono nate qui e per questo nessuno può darci lezioni".

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Merkel chiude la porta alla Grecia: “nessun nuovo taglio del debito”

La Cancelliera tedesca: “c'è già stato un condono volontario del debito, non vedo una nuova riduzione”

Presidenziali Usa, il repubblicano Mitt Romney annuncia che non si candiderà

Romney aveva perso un certo numero di supporter, passati a sostenere Jeb Bush e c’era scetticismo nel partito Repubblicano su una sua corsa

Minotauro, richiesta choc del procuratore: “Annullate tutte le condanne”

Secondo la motivazione non risulta chiaro il “metodo mafioso”

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

tanti-figli

Mandiamo le star a lavorare in Cambogia

Non è un inno contro le persone famose, ma il concept di un reality norvegese. Che funziona bene
SHARE

Votate Seggio Mattarella, il finto profilo su Twitter

Il fake twitter di Sergio Mattarella
Commenta, scherza, si sfrega le mani in attesa della vittoria. E lancia già i primi moniti
SHARE

Orgoglio e Pregiudizio, spiegato in un grafico

Il testo di Orgoglio e Pregiudizio, nelle celebrazioni del 200 compleanno di Jane Austen
L’orgoglio di Elizabeth e i pregiudizi di Darcy si scontrano e danno materia alla trama del libro
SHARE

Aumentare la produttività con i ritmi circadiani

Contro il corpo non si può fare nulla. Datori di lavoro e lavoratori ne devono tenere conto
SHARE

PRESI DAL WEB

Sigarette: l’alternativa si chiama TJU, il chewing gum che sa di tabacco

Dopo l’exploit della sigaretta elettronica e i vaporizzatori, una joint-venture tra l’americana Altria e la danese Okono

La classifica delle droghe che causano più morti in America

Le tre sostanze che causano più morti all'anno negli Stati Uniti, infatti, sono completamente legali: sono l'alcool, il tabacco e gli antidolorifici oppiacei