Blog di

di Alessandro Oliva

E dopo i quarti di finale a Euro 2012 la Grecia vuole...la Merkel

Blog post del 17/06/2012

Gli Europei spesso regalano delle sorprese. Vedi la Danimarca nel 1992, o la Grecia nel 2004. Ecco, la Grecia. Dalle parti del Partenone il momento è delicato, si sa. Oggi si decidono le sorti del parlamento ellenico e mentre i negozianti serrano le vetrine dei propri esercizi per timori di assalti e proteste varie, si avverte il bisogno di distrarsi un attimo e trovare nuove motivazioni. Meglio pensare al calcio, che alla Grecia di soddisfazioni ne regala eccome.

Altro che l'Euro, ad Atene e dintorni preferiscono Euro 2012. La squadra di Karagounis e Samaras fino a ieri pomeriggio era ultima nel girone A con un solo misero punto. E tutti giù a dire che i greci sono falliti, ultimi ancvhe nel pallone. E invece accade l'impensabile: la Grecia vince 1-0 sulla Russia, elimandola e qualficandosi come seconda in classifica nel girone ai quarti di finale, dove con tutta probabilità incontrerà la Germania.

Più che una partita una nemesi. E il popolo greco, impettito e fiero, sente che può anche non avere paura dell'Europa. Lo sintetizza bene stamattina la prima pagina Goal-news, giornale greco che ha aperto così: "Portateci la Merkel!".

Fernando Santos, il ct della nazionale greca è portoghese ma ha preso particolarmente a cuore la questione. Nel dopo partita con la Russia non ha dribblato la domanda di un giornalista inglese che gli chiedeva se la sua nazionale avesse vinto per dare un segnale anche alla politica economica dell'Ue e ad Angela Merkel in particolare. "Ci ha ispirato - ha detto Santos - la storia della Grecia. La scienza e la democrazia sono nate qui e per questo nessuno può darci lezioni".

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Gentiloni: dobbiamo ridiscutere Dublino, altrimenti dovremo ridiscutere Schengen

Il ministro degli Esteri a Cernobbio: dobbiamo essere portatori di valori di civiltà, il Mediterraneo è un’opportunità

Draghi: pronti a estendere il Quantitative easing oltre il 2016 se necessario

La Bce aumenta la quota di titoli acquistabili in una singola emissione e abbassa le stime su inflazione e Pil

Mafia Capitale, la procura verso il 'no' per il patteggiamento di Buzzi

I pm dovrebbero dare parere negativo alla nuova richiesta avanzata dai difensori del 'ras' delle coop

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

L’isola speciale per accogliere i migranti

La proposta shock del miliardario Sawiris: «Ne compro una e la uso per accogliere i rifugiati. Lì potranno stare al sicuro e lavorare»

“L’uomo che ripara le donne”, il film che il Congo non vuol far vedere

Racconta la storia di un medico che si dedica a casi di abuso e violenza contro le donne. La maggior parte compiuti da soldati

Come cominciare bene un film: un’antologia

Un video raccoglie gli incipit di 35 film, tutti noti. Guardandoli si capisce quanto sia difficile cominciare. Ma se si comincia bene, si è già a metà

Viaggiare in America, seguendo i road trip della letteratura

Da “On the Road” a Mark Twain, passando per Pirsig e i coniugi Fitzgerald: quando la letteratura si dispiega per chilometri

PRESI DAL WEB

Dieci regole pratiche per evitare le morti in discoteca

Le ha messe in fila l’Espresso. La prima regola è l’idratazione, poi servono sale di decompressione, etilometri e buttafuori formati a identificare i malori

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin