Viva la Fifa

Blog di

di Alessandro Oliva

Blatter ha paura dei gol fantasma

Blog post del 26/02/2012

"Hanno falsato Milan-Juve!" urla stamattina il Corriere dello Sport.

Che è successo? La sfida tra le due contendenti allo scudetto è finita 1-1. Un pareggio che fa arrabbiare soprattutto i milanisti, che sull'1-0 si sono visti non assegnare un gol di Muntari che era dentro di almeno 20 centimetri. Così, mentre quelli del Milan si arrabbiano e parlano di campionato falsato, gli juventini usano come tesi difensiva quella dell'equilibrio: a Matri è stato annullato un gol che non era fuorigioco, dunque siamo pari. 

Chi ha ragione?  Paradossalmente, possiamo dire chi ha torto: Sepp Blatter. Tempo fa proprio qui su Linkiesta avevamo criticato l'ultima uscita del potente presidente della Fifa, che lo scorso ottobre aveva deciso di vietare l'uso di IPhone e Ipad in panchina. Un rifiuto sempre più netto e totale per la tecnologia che si può spiegare con la ormai famosa testata di Zidane a Materazzi nella finale mondiale del 2006. Il sogno di Blatter era quello di consegnare la Coppa del mondo al leggendario numero 10, alla sua ultima partita in carriera. Ma non fu la testata a rovinare tutto: fu il fatto che, non essendoci moviola in campo, l'arbitro decretò l'espulsione guardando il replay dell'episodio sui megaschermi dello stadio. 

Da quel momento, Blatter ha inasprito la sua personale battaglia contro la tecnologia in campo. Costriungendo gli appassionati di calcio a sperare che non ci siano più gol fantasma che possano scippare la loro squadra di una marcatura regolare. L'episodio di ieri sera conferma ancora una volta che la tecnologia è necessaria. Il segretario della Uefa Michel Platini, visto il diktat di Blatter, sta cercando di ovviare al problema mettendo l'arbitro di linea dietro le porte nei match di Champions League. Ma il problema è proprio il ruolo dell'arbitro: la moviola in campo utilizzata per decidere se un fallo in area è rigore o meno rischia di delegittimarne il ruolo.

E allora, per il momento sarebbe opportuno estendere l'esperimento del quarto arbitro anche ai campionati nazionali, visto che Blatter si ostina a non introdurre la tecnologia. In attesa che lo svizzero passi la poltrona. «Il nostro obiettivo principale è quello di ridare credibilità alla Fifa», spiegava tempo fa Franz Beckenbauer, ex gloria della nazionale tedesco e ora memebro del governo mondiale del pallone. Il 'Kaiser' era presente nella finale mondiale del 1966, quella del gol fantasma più famoso della storia, assegnato all'Inghilterra contro la sua Germania.

All'epoca di tecnologia in campo non si poteva parlare. Ora non ci sono più scuse. A meno che Blatter, prima di andarsere, per risolvere la questione non ci regali un ultimo, immenso colpo di genio:

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Hamas e Fatah firmano un accordo di conciliazione

il leader di Hamas Ismaeli Haniyeh ha dichiarato che i conflitti all’interno del popolo palestinese sono terminati

Stamina, chiusa l’inchiesta a Torino. «Esseri umani usati come cavie»

Venti gli indagati. Le accuse: associazione per delinquere, truffa e somministrazione pericolosa di farmaci.

Renzi: giù tasse per i pensionati e per le partite Iva

"Ho preso un impegno con partite Iva, incapienti e pensionati nel proseguire nel lavoro di abbassamento tasse e lo manterrò"

L’arte sottile dei saluti e delle strette di mano

In ogni Paese ci sono codici di saluto diversi: meglio impararli prima di andarci con questo video
SHARE

Lo splendore della risonanza magnetica sulla verdura

Un utilizzo artistico di uno strumento medico rivela mondi impensabili per cose di tutti i giorni
SHARE

Ecco come nascondere app e cartelle su iPhone

Con pochi semplici passi si può scegliere di rendere invisibili le app con contenuti privati
SHARE

Immagini di pranzi memorabili visti (solo) nei libri

Cosa mangiava Alice nel Paese delle Meraviglie? E il Grande Gatsby? I pasti riprodotti e fotografati
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Arriva l’alcol in bustina: basta aggiungere un po’ d’acqua ed ecco una vodka

Per quelli che non hanno il tempo di sedersi al tavolino del bar, ecco la soluzione. Un bicchiere d’acqua e una bustina e il gioco è fatto. Ma sarà buono?

Perché il cibo sano ha un gusto peggiore di qualsiasi altro cibo

Esistono trucchi alimentari per ingannare il nostro cervello. E molti ristoranti li utilizzano per confonderci quando si tratta di mangiare sano

Ecco come il Vaticano digitalizzerà milioni di documenti in suo possesso

La biblioteca vaticana è stata fondata nel 1451 e contiene oltre 40 milioni di pagine. Per rendenrle digitali dovranno lavorarci oltre cinquanta esperti