Blog di

di Alessandro Oliva

Se è Napoli a dare lezioni di economia agli inglesi

Blog post del 23/02/2012

Il Napoli è una delle migliori quattro squadre d'Europa. Non lo dicono soltanto i recenti risultati in Champions League, dove la squadra di Mazzarri sta tenendo alto assieme al Milan il nome del calcio italiano. Lo dicono anche i suoi bilanci. In questa stagione è entrarto in vigore il fair play finanziario voluto da Platini. Le prime sanzioni sul non rispetto delle regole finanziarie imposto dalla Uefa (45 milioni di passivo massimo nelle stagioni tra il 2012 e il 2014) arriveranno fra due anni. Ma se giungessero oggi, il Napoli sarebbe una delle 4 squadre virtuose a non subire conseguenze. E a fare compagnia agli azzurri ci sarebbero il Real Madrid, l'Arsenal e il Bayern Monaco.

Tra le magnifiche quattro, dunque, solo una inglese. Il calcio d'oltremanica è stato spesso additato come fulgido esempio di modello da seguire. Ed è ancora così, per molti versi: diverse squadre hanno gli stadi di proprietà, il pubblico negli impianti è molto corretto e la Premiere League, la serie A inglese, vende i propri diritti tv generando notevoli ricavi. Ma per altri versi,questo mondo dorato comincia a presentare qualche crepa.

Primo: il razzismo. I recenti casi di insulti di John Terry ad Anton Ferdinand (e per questo JT ha perso la fascia di capitano della nazionale inglese) e di Suarez a Evra mostrano come il baricentro del nervosismo si sia spostato dagli spalti al campo.

Secondo: i bilanci delle squadre. Nella ultima Football Money League stilata da Deloitte, i topo team inglesi sono primi nelle classifiche per ricavi. Non guadagni, ricavi. Una distinzione importante, perchè il calcio inglese ha pure registrato, negli ultimi anni, disavanzi per 231 milioni di euro. Soldi spesi per vincere la Champions. Peccato che negli ultimi 10 anni sia successo solo una volta, nel 2008, quando fu il Manchester United a sollevare il trofeo. Insomma, i dati della Deloitte non bastano come specchietto alla Uefa, che ha iscritto nella sua lista nera proprio lo United, oltre al Manchester City e al Chelsea. 

Lo stesso Chelsea che per mano del suo ricco proprietario Roman Abramovich ha speso 900 milioni di euro per non vincere mai la Champions, contro i 60 spesi dal Napoli per regalare alla città nuove notti magiche. E delle 4 virtuose il Napoli è l'unica a non avere lo stadio di proprietà. La squadra di De Laurentiis è riuscita a creare un bilancio sano equilibrando gli introiti dei diritti tv con gli incassi del San Paolo e la gestione oculata del calcio mercato (non solo spendere, ma anche incassare). Chissà che non chiamino il patron azzurro a tenere un corso alla London School of Economics. Oppure potrebbe chiamarlo Massimo Moratti e chiedergli se il prossimo anno è disposto a cedergli qualche gioiello...

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Fca, Marchionne: se fusione non passa ci riproveremo

Il manager: “Grandi risultati in America, smentiti i gufi”. Sugli incentivi: “non li vogliamo”

Rapito soldato Israeliano nella Striscia di Gaza, due soldati uccisi

La conferma del portavoce militare israeliano. Egitto cancella i colloqui tra Israele e Hamas per un cessate il fuoco duraturo

Israele-Gaza, tregua già violata, almeno 8 palestinesi uccisi

Attacco di Israele in risposta a un lancio di razzi di Hamas

Come sarebbe la pubblicità se dicesse sempre la verità

La versione “onesta” degli slogan pubblicitari di alcuni dei marchi più conosciuti al mondo
SHARE

Un video spiega quali elettrodomestici consumano di più

Una guida utile per provare a gestire al meglio i consumi delle nostre abitazioni
SHARE
Infografica realizzata per Yahoo!

La mancia nel mondo, dove e come darla Paese per Paese

In qualche Paese è obbligatoria, altrove non se la aspettano. La guida per evitare le figuracce
SHARE
Messaggia che ti passa

Trucchi e suggerimenti per usare al meglio WhatsApp

whatsapp
Per non perdersi proprio nulla, ora che se ne parla tanto dopo l’acquisto da parte di Facebook
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Un’operazione di “penis enlargement” su cinque nel mondo si effettua in Germania

Gli interventi sono oltre 2.700 sui 15mila nel mondo. Queste operazioni, che costano 10mila euro, sono in costante aumento

India, donne del villaggio picchiano due uomini fermati prima di uno stupro

Il video. Secondo il Times of India, nel Paese ci sono due stupri ogni ora

Perché le donne imprenditrici sono più felici degli uomini imprenditori

La strada per loro potrebbe essere più lunga, ma una volta raggiunto l’obiettivo il gentil sesso vive questa condizione meglio dell’uomo