Le mille avventure dei miei compagni d’appartamento

Jean-Michel, Toine e Julien sono tre amici che dividono un appartamento fin dai tempi dell’università. Quando il loro coinquilino David decide di lasciare la casa per andare a vivere con la fidanzata, sono costretti a cercare un nuovo affittuario dato che, considerata la precarietà della loro sit...

Compagni%20Cover
16 Ottobre Ott 2011 1500 16 ottobre 2011 16 Ottobre 2011 - 15:00

Gli autori. Sylvain Runberg (Tournai, 1971). Cresciuto nel Sud della Francia in compagnia di molti fumetti, si specializza in Storia contemporanea all’università di Aix-en-Provence. Prima di iniziare a lavorare nell’editoria, viaggia molto in Europa, organizza numerose serate musicali e lavora in libreria. A causa di un incidente, per cui è costretto a rimanere diversi mesi a letto, si dedica alla scrittura e riesce a pubblicare il suo primo libro, Astrid (editions Soleil) nel 2004. Poi si dedica a diversi progetti, come Compagni di appartamento, il medievale-fantastico Hammerfall (disegni: Boris Talijancic) e il fantascientifico Orbital (disegni: Serge Pellé). Questo eclettismo continua a essere il suo marchio di fabbrica e ha numerose serie in cantiere presso Dupuis, il suo editore di riferimento. 
Christopher è nato in Inghilterra ed è cresciuto ad Aix-en-Provence. Dopo aver lavorato come grafico (suo il logo di Carrefour) si dedica completamente al fumetto, sia come disegnatore che come autore completo. Nel 1999 si trasferisce a Tours con moglie e figlio e, all’interno del suo studio Cachalot, si specializza nel raccontare storie di vita quotidiana e di rapporti amorosi, in serie come, tra i vari titoli, Les filles (Carabas), Love song (Dupuis) e All I need is Love (Panini France).

La casa editrice  Black Velvet nasce nel 1997 per volontà di Omar Martini e Luca Bernardi, prefiggendosi inizialmente due scopi: cercare di aprire uno spazio (allora inesistente) a un certo tipo di fumetto americano che, basandosi sull’autobiografia e sul quotidiano, allarga le capacità espressive e di comunicazione del mezzo e fornire nuovi esempi di quello che può essere un approccio diverso, più concreto e professionale, alla critica del fumetto.

Potrebbe interessarti anche