Contro-Sanremo web Linkiesta, ha vinto Il Dero

E così ecco il risultato finale. La giuria di qualità ha deciso il podio del Contro Sanremo web organizzato da Linkiesta, scegliendo tra i dieci cantanti promossi dal voto popolare venerdì scorso. Visto il successo dell’iniziativa, il giornale continuerà a dar spazio ai gruppi e ai cantanti emerg...

Contro%20Sanremo%20Finale
20 Febbraio Feb 2012 1910 20 febbraio 2012 20 Febbraio 2012 - 19:10
...

Il Contro-Sanremo de Linkiesta è un concorso dagli aspetti piuttosto peculiari. Per esempio, non si vince niente. Nonostante questo, l’adesione è stata entusiasistica, e di questo ringraziamo di cuore tutti i partecipanti. Nelle 36 ore in cui le iscrizioni sono state aperte, si sono presentati 35 concorrenti. Qualche altro, poi, ha polemizzato per l’esclusione, gridando al complotto. In realtà – per gli ancora insondabili algoritmi della moderna comunicazione telematica – la sua email era finita nella cartelletta spam. Qualcuno ha polemizzato anche per la troppa fiscalità: era stato escluso per aver fatto richiesta pochi minuti, poche ore o pochi giorni (i confini della fiscalità – lo si sa – sono piuttosto labili nel nostro Paese) dopo la scadenza del tempo utile. Avranno comunque un’altra chance: stiamo infatti mettendo in piedi un’iniziativa quotidiana per i cantanti emergenti, che inizierà a fine febbraio. Loro saranno i primi a essere ripescati. Gli altri scrivano per proporre i loro pezzi a musica@linkiesta.it.

Il voto popolare, che si è tenuto nella giornata di venerdì, ha fatto la prima scrematura (ecco la graduatoria) mandando i primi dieci di fronte al giudizio insindacabile della giuria di qualità messa in piedi dalla redazione de Linkiesta.
Di sicuro tutti i partecipanti hanno mostrato coraggio e determinazione. Qualcuno anche talento. Per altri, anche se le vie del Parnaso sono infinite e misericordiose, forse – per dirla con una frase che la recentemente scomparsa poetessa Wisława Szymborska rivolse a un aspirante scrittore – «sarà il caso di cercare qualche mestiere indipendente dalla protezione delle muse».

Questo il giudizio della giuria:

Primo classificato

Il Dero

Ha convinto per l’originalità dei testi e il buon livello delle musiche. Con le sue invenzioni lessicali («lo stello») e le rime volutamente pacchiane di un aspirante cantante di successo («figo come una Coca nel frigo, forte come il liquore nelle torte, yeppa come il lupo nella steppa, bello come il fratello di un modello) demolisce le facili lamentele di buona parte del mondo dei musicisti emergenti. Ha versi spesso cinici e trovate ad effetto, senza scadere nel trash, e restando sempre estremamente orecchiabile. In un anno di quelli che non fanno troppi sforzi per uscire dall’anonimato dei millenni, qualche sua canzone potrebbe benissimo diventare il tormentone dell’estate. Ne abbiamo ascoltate di peggiori. Anche pagando.

7Ildero 0

 

Secondo Classificato

Laurex Pallas

Duo tecnicamente ben strutturato, la cui produzione musicale può essere riassunta con termini tipo «frittata di suoni» o «patchwork». Quanto ai testi, le parole sono incastonate come in una ricercatissima filastrocca d’autore. Quanto alle musiche, non mancano ritornelli ben concepiti, coretti di qualità, distorsioni, assolo di kazoo. Talora cerebrali fino a sembrare pretenziosi, talaltra troppo assonanti con gruppi più famosi (Baustelle in primis), la parola da noi scelta per definire la loro musica (e non se ne abbia a male «la frittata») è cocktail. Forse non inebriante, ma di ottima fattura.

9 Laurex Pellas 0

 

Terzo classificato

Eman

Nei voti popolari ha strapazzato gli avversari, guardando tutti dall’alto verso il basso. Nel rispetto delle volontà degli elettori, il governo tecnico della giuria di qualità ha deciso di conservargli un gradino sul podio, anche se quello più basso. Esperimento glocal ben riuscito di raggae catanzarese con correzione rap, Eman sa riunire – grazie a testi duri e pieni di rabbia, buona voce, ritmi non di rado travolgenti – nduja e rastafarianesimo. Anche se Bob Marley è lontano.

1 Eman 0

 

La nuova iniziativa:

Visto il successo dell’iniziativa, Linkiesta ha deciso di dare voce a musicisti, cantautori, band emergenti, che troppo spesso hanno poco spazio sui media generalisti. Dal 27 febbraio, ogni giorno da lunedì a sabato, pubblicheremo una canzone alle 10 di mattina. I fan e i lettori potranno esprimere il loro gradimento con i like di facebook. A mezzanotte si chiuderà il conteggio dei like e degli utenti unici che hanno ascoltato il brano. Il che servirà da base alla giuria di qualità che ogni domenica mattina deciderà il vincitore del concorso settimanale. A fine anno, tra tutti i vincitori settimanali, sarà poi scelto il vincitore assoluto. Buona musica! Scrivete a musica@linkiesta.it

Tutti i video del Contro-Sanremo

 

Potrebbe interessarti anche