Pays-Bas 53-Hongrie 47, per Twitter Hollande straccia Sarkozy

Anche se le urne nelle grandi città le urne sono ancora aperte e il silenzio elettorale durerà fino alle 20, la principale agenzia francese ha fatto un lancio sul suo canale internazionale in cui dà Hollande ampiamente in testa, con il 52%. La Francia vira a sinistra. Per tutto il pomeriggio si e...

Vince Hollande
6 Maggio Mag 2012 1520 06 maggio 2012 6 Maggio 2012 - 15:20
...

PARIGI – François Hollande ha già vinto le elezioni presidenziali francesi. Con diverse ore di anticipo sul termine di chiusura dei seggi (che chiuderanno fra le 18 e le 20) la notizia della vittoria di Hollande circolava sul web. Veniva rilanciata da Twitter, da Facebook e dai siti di alcune testate giornalistiche francofone in Francia e in Belgio. Hollande viene accreditato di una percentuale di assoluta sicurezza: il 53 per cento. Sarkozy sarebbe inchiodato al 47 per cento. Poi è arrivata la conferma della principale agenzia di stampa francese, l’Afp.

La notizia viene sparata in grande evidenza sul sito del quotidiano belga Le Soir. Titolo in rosso: “Primi sondaggi: Hollande davanti Sarkozy con il 53% dei voti”. Segue foto di Sarkozy che saluta i suoi simpatizzanti con un sorriso molto tirato.
Un altro quotidiano belga, La libre belgique, titola richiamandosi al gergo del ciclismo (sport popolarissimo in Belgio): “Presidenziali: Hollande fa la corsa in testa (53%)”. Più prudente il titolo del quotidiano svizzero Tribune de Genève: “Hollande supererebbe Sarkozy con il 53% dei voti.

Dati più accurati dovrebbero uscire a partire dalle 18, quando nei piccoli comuni si chiuderanno i primi seggi. Invano si era cercato di ottenere la chiusura del voto alle 20 in tutta la Francia, ma non è stato possibile. Tuttavia, come si vede, le fughe di notizie arrivano ormai molto in anticipo e non si sa in che modo potrebbero influenzare gli elettori che devono ancora presentarsi ai seggi.
Le Soir pubblica anche i risultati dei Territori d’Oltremare, dove si è votato in anticipo. Alcuni di questi risultati sarebbero già definitivi. Hollande avrebbe stravinto in Martinica (68,4 per cento), in Guadalupa (71,9) e nella Guyana (62). Per Sarkozy ci sarebbe solo la consolazione di aver vinto a Saint-Barthélemy con l’82,7 per cento. Intanto un primo dato ufficiale è il calo dell’astensione. Il 22 aprile, al primo turno, il tasso di partecipazione alle 12 era stato del 28,29 per cento. Oggi è salito al 30,66 per cento.

Le notizie corrono anche su Twitter, magari con cinguettii cifrati. Così Hollande diventa Pays Bas e Sarkozy diventa Hongrie. Perciò il tweet Pays-Bas 53- Hongrie 47 può sembrare il risultato di una partita di basket, ma in realtà parla delle elezioni. I militanti socialisti, forse per scaramanzia, non si sbilanciano troppo, ma alcuni già esultano. “Au revoir, au revoir Président! Questa sera si fa un remake del 14 luglio 1989 invadendo la Bastiglia”, cinguetta BorisSkov alludendo alla festa che i socialisti stanno preparando in caso di vittoria nella piazza parigina.“È fatta! Mettiamo Sarkozy nell’immondizia. Che bello!” è il tweet di Christinedavi. Petrodom è drastico: “Sarkozy, i francesi hanno deciso di eliminarti e la loro sentenza è irrevocabile”. Mahassim è quasi poetico: “Penso di poter volare senza Sarkozy”.
Intanto sulla rete circolano le prime notizie dalle piazze parigine. Place de la Concorde (luogo scelto per l’eventuale festa di Sarkozy) viene descritta deserta. Invece place de la Bastille si sta animando. Nakalays fa sapere che le reti televisive di tutto il mondo stanno allestendo le loro postazioni e già si stanno radunando centinaia di persone.

Articoli correlati