Chiude Blockbuster, al suo posto le parafarmacie sempre aperte

Dopo la chiusura degli ultimi punti vendita di Blockbuster, iniziano ad aprire i negozi "Essere Benessere", una catena di parafarmacie aperte 24 ore su 24. Si potranno acquistare non solo i medicinali per cui non serve ricetta ma, sul modello del drugstore americano, cibarie, bibite, prodotti per...

Blockbuster
21 Maggio Mag 2012 0957 21 maggio 2012 21 Maggio 2012 - 09:57
...

Fa il suo ingresso nelle nostre vite nel 1994 e ora, un po’ in sordina, si appresta ad uscirne. Si tratta del ramo italiano di Blockbuster, la società americana di acquisto e noleggio dei dvd, per anni proprietà di Silvio Berlusconi. Arrivata nello Stivale grazie ad una joint venture con Fininvest, dalla fine degli anni duemila attraversava una grave crisi, dovuta soprattutto al diffondersi del file sharing e dello streaming. Dopo aver dichiarato il fallimento nel 2010, viene acquistata nel 2011 da Dish Network. La divisione italiana, già ridimensionata durante gli anni della crisi, viene chiusa definitivamente a inizio 2012.

I negozi Blockbuster verranno, in buona parte, rimpiazzati dalla catena di parafarmacie “Essere Benessere”, aperte 24 ore su 24. Saranno in vendita non solo medicinali (quelli acquistabili senza ricetta), ma cibarie, quotidiani, bibite, oggetti utili per la casa e altro, secondo il modello del “drugstore” americano. Uno dei primi effetti visibili della liberalizzazione, operata dal governo Monti nel decreto “salva-Italia”, dell’orario dei negozi. Anche se, come lamenta Danilo Salsi, presidente di "Essere Benessere", è mancata una liberalizzazione del mercato farmaceutico altrettanto incisiva. Degli oltre 5mila farmaci di fascia C in commercio, qui se ne potranno vendere appena duecento.

In 86 punti vendita, sui 118 esistenti, le consuete insegne blu e gialle saranno sostituite dalle nuove arancioni. Su un totale di 780 dipendenti, circa un centinaio – tra quelli a tempo indeterminato - saranno assunti dalla nuova società, che ha già dichiarato di voler aumentare il numero fino a duecento. Gli altri andranno in cassa integrazione. Chi aveva un contratto a termine lo ha visto scadere e non rinnovare.

Dietro al bancone ci saranno sempre due farmacisti, per la cui assunzione la società di parafarmacie si è rivolta all’ordine professionale, e tre o quattro responsabili degli altri settori. Per incentivare gli acquisti notturni sono previsti sconti su diversi prodotti (non farmaceutici). Non saranno venduti alcolici e la sicurezza sarà garantita dalla presenza di guardie private e telecamere.

A Roma il primo negozio “Essere Benessere” è stato aperto il 4 maggio, sulla circonvallazione Trionfale, in coincidenza con la 16esima edizione di Cosmofarma - la fiera romana dedicata al settore farmaceutico. A Milano, secondo le previsioni, il primo ad aprire dovrebbe essere il punto di viale Papiniano, verso metà di luglio. Seguiranno Val D’Aosta, Liguria e Piemonte.

Potrebbe interessarti anche