Chi sono i maker e dove vogliono andare

Persone, strumenti e tecniche. Una scheda per capire di più del movimento in occasione della Maker Fair Rome, la principale manifestazione italiana

Foto Maker 2

Foto da Flickr Creative Commons / TODO

16 Ottobre Ott 2015 1430 16 ottobre 2015 16 Ottobre 2015 - 14:30
Tendenze Online

Inizia la Maker Faire Rome, l’edizione europea, giunta alla sua terza edizione, della kermesse internazionale. Ma di che cosa si tratta? Ecco una scheda descrittiva.

Cos’è la Maker Faire

È l’esposizione internazionale dedicata ai nuovi artigiani digitali. Qui maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie scoperte. L’edizione europea di Maker Faire, Maker Faire Rome, si tiene a Roma ed è la terza più grande esposizione al mondo dopo le americane “Area Bay” e “New York”.

Chi è un maker

Chiunque (inventore, ingegnere, artista, studente, scrittore, chef) sia appassionato di tecnologia e condivida le proprie scoperte con una community internazionale, sia attraverso il web sia in veri e propri luoghi fisici chiamati “Fab Lab”. Tra gli interessi tipici dei maker vi sono realizzazioni ingegneristiche, come apparecchiature elettroniche, robot, dispositivi per la stampa 3D e apparecchiature a controllo numerico. Non mancano attività più convenzionali, come la lavorazione dei metalli, del legno, dei prodotti alimentari e l’artigianato tradizionale.

Cosa sono la modellazione e la stampa 3D

Due delle attività più recenti legate alla figura dei maker sono quelle della modellazione e della stampa 3D. Per modellazione 3D si intende quel processo che crea una qualsiasi forma tridimensionale in uno spazio virtuale, il modello, attraverso particolari programmi software per computer, i modellatori. La stampa 3D permette di passare dal modello virtuale all’oggetto reale e trova applicazione in vari ambiti, da quello scientifico a quello artistico, passando per il food.

Quali progetti sono legati alla stampa 3D

Thingiverse è il più grande sito dedicato alla condivisione di file di oggetti creati da utenti e destinati alla stampa 3D. Fornisce principalmente progetti di hardware open source, quegli hardware di cui si divulgano liberamente le informazioni su schemi, lista dei materiali,e layout dei dati del circuito stampato, oltre che diverse gallery con le foto dei progetti stampati.

Dove trovare informazioni sui maker

Futuro artigiano, di Stefano Micelli: edito nel 2011, il libro raccoglie le storie di quelle realtà imprenditoriali italiane che hanno saputo coniugare l’eredità del lavoro artigiano con le nuove tecnologie. È un viaggio in un'Italia forse poco nota, ma vitale e sorprendente.

Makers, il ritorno dei produttori, di Chris Andreson: edito nel 2013, il libro spiega come, nel prossimo decennio, gli innovatori più brillanti non dovranno più affidare ad altri la realizzazione delle loro idee, ma potranno produrre e distribuire da soli, sfruttando il web (con il peer production, l'open source, il crowdsourcing e il crowdfunding) e le nuove tecnologie.

Potrebbe interessarti anche