Suggerimenti per far scomparire i tatuaggi di Higuain dalla pelle dei tifosi

Una regola d’oro: mai tatuarsi il nome del fidanzato o della fidanzata. Vale anche per il volto e le fattezze di un calciatore, soprattutto in un'epoca di mercenari (pardon, professionisti). Non tutti, del resto, sono come Totti o Maldini

Getty Images 531391914
28 Luglio Lug 2016 0829 28 luglio 2016 28 Luglio 2016 - 08:29

Eppure avrebbero dovuto saperlo: i campioni passano, i tatuaggi restano. Avevano deciso sulla spinta dalla passione e financo dall’amore di tatuarsi, su qualche parte del corpo, l’immagine di Gonzalo Higuain. Il campione dei campioni, il goleador argentino, di fronte all’offerta dei milioni non ha perso tempo e ha detto ciao al Ciuccio. Certo, andarsene proprio a Torino dall’odiata Juventus non è stato un gesto elegantissimo, ma che mai si può pretendere da un argentino?

Insomma, lui se ne va, le sue immagini incise sulla pelle dei tifosi restano. Per coprire la vergogna (in senso letterale), rimane solo una possibilità: il trucco. Come spiega Wikihow, versione wikipediana di espedienti furbi per affrontare qualsiasi situazione della vita, la soluzione c’è. Si affronta per gradi.

Prima di tutto, applicare un leggero correttore sull’area interessata. Liquido o cremoso, ma coprente e, soprattutto, molto più chiaro rispetto alla carnagione naturale. Suggerimento: non va steso, ma tamponato sulla pelle (evita gli sprechi e garantisce una buona copertura). Lasciare asciugare e prepararsi per la fase due: il fondotinta.

Dovrà essere il più possibile vicino al colore naturale della pelle. La scelta migliore è quello spray, da spruzzare in tante piccole dosi per mantenere uniformità del tratto. Poi va tamponato, proprio come il correttore e, nei casi più complessi, sfumato sui bordi con le dita.

Terza fase: la cipria. Va applicata con un grande pennello, in modo da dare una sfumatura opaca (come è quella naturale della pelle) al disegno. Infine, spruzzare sulla zona lacca per capelli. Serve a fissare tutto il lavoro ed evitare che si attacchi a vestiti o ad altre superfici.

Insomma, come si vede non tutto è irrimediabile. Anche Higuain potrà scomparire dagli occhi e, soprattutto dal cuore. Certo, la nostalgia canaglia, un giorno, lo farà tornare visibile (ad esempio sotto la doccia). Ma per quel tempo, ci saranno già nuovi campioni sul campo del San Paolo, che – si spera – lo avranno fatto dimenticare.

Potrebbe interessarti anche