Finanza, chi si emoziona ha solo da perderci

La finanza comportamentale studia fenomeni come la nostra limitata razionalità nelle decisioni e la nostra naturale avversione alla perdita. Sono inganni della mente che possono farci prendere scelte sbagliate. Per questo è meglio affidarsi a chi è poco coinvolto emotivamente

Trader Emozionati

(Scott Olson/Getty Images)

9 Settembre Set 2016 1639 09 settembre 2016 9 Settembre 2016 - 16:39
Messe Frankfurt

C’è poco da fare: per quanto ci immaginiamo esseri razionali, in realtà nelle nostre scelte non possiamo che acquisire ed elaborare le informazioni utilizzando un numero limitato di regole intuitive o euristiche. Non solo: la nostra percezione negativa, quando perdiamo dei soldi, è molto superiore a quella positiva di quando guadagniamo la stessa cifra. È la cosiddetta avversione alla perdita che, come la limitata “razionalità delle percezioni” è oggetto dello studio della cosiddetta finanza comportamentale. Tutte le emozioni ci condizionano negli investimenti e non è generalmente un bene. Fortunatamente ci sono delle soluzioni.

Continua a leggere su MoneyFarm

Potrebbe interessarti anche