Linkiesta.it: in due anni triplicati lettori e ricavi, costi più che dimezzati

Da 900mila a 2,6 milioni di lettori unici al mese, attenzione maniacale a costi, inefficienze e sostenibilità economica: questa la ricetta di due anni di lavoro. Premiata dalla sottoscrizione dell’ultimo aumento di capitale. Con l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2017

LK
4 Ottobre Ott 2016 1354 04 ottobre 2016 4 Ottobre 2016 - 13:54
Tendenze Online

A ottobre 2014, Linkiesta.it aveva meno di 900mila visitatori unici al mese. A settembre 2016, meno di due anni dopo, sono 2.6 milioni, circa tre volte tanti. Lo stesso vale per i costi, ridotti di tre volte nel giro di due soli anni. E per i ricavi che nel 2016 ci aspettiamo saranno due volte tanto quelli del 2015 e tre volte tanto quelli del 2014.

Questo è il bilancio di due anni di lavoro duro ed entusiasmante, due anni di ”sudore e sorrisi”. In cui stiamo riuscendo a fare un giornale sempre più letto, sempre più autorevole, secondo i più gentili tra i lettori, ma soprattutto finalmente sostenibile da un punto di vista economico, con l’aspettativa concreta del pareggio di bilancio nel 2017.

Lo stiamo facendo con un’attenzione maniacale ai costi e alle inefficienze e con la costante proiezione verso nuove opportunità di business, dai contenuti sponsorizzati al service editoriale, dalla produzione di eventi alla creazione di servizi premium, che lanceremo da gennaio. Con la consapevolezza che è premiante la strategia di produrre pochi contenuti di qualità elevata.

È anche grazie a questi risultati che il recente aumento di capitale del giornale si è recentemente chiuso nei termini prestabiliti, con un eccesso di domanda di sottoscrizione da parte dei Soci. Segnale questo della fiducia e della reputazione che il giornale gode, oltre che tra i lettori, anche tra i suoi azionisti. Soprattutto, che la direzione che abbiamo intrapreso sia quella giusta. Cosa che ci spinge ad andare avanti con ancora più entusiasmo e impegno.

Potrebbe interessarti anche