Istruzioni per trasformare i propri figli in geni della creatività

È fondamentale di questi tempi saper contare sulle proprie idee. Prima di tutto, però, bisogna avercele: i consigli di un esperto per insegnare ai figli come inventarsi il futuro

Getty Images 510982972

ROSLAN RAHMAN / Getty Images

13 Ottobre Ott 2016 1300 13 ottobre 2016 13 Ottobre 2016 - 13:00

Più di tutto, al mondo, serve essere originali. E mai come in questi ultimi anni. È una verità che, poco a poco, comincia ad affiorare e a diventare, suo malgrado, poco originale. Ma non perde il suo peso: secondo Adam Grant, professore alla Wharton School dell’Università della Pennsylvania e uno dei pensatori più importanti sulle questioni di management, le nuove idee sono essenziali. Sono la benzina per il successo, prima di tutto. E sono anche un modo per passare la vita con un certo divertimento.

Per spiegarsi, ama fare un esempio: cosa rende gli scienziati che vincono il Nobel diversi da quelli che non lo vincono? Cosa fanno di diverso? Semplice: o suonano strumenti musicali (è il doppio delle probabilità), o dipingono e/o disegnano (sette volte più probabile) o scrivono romanzi e poesie (12 volte più probabile) o ancora sono attori, maghi e danzatori (22 volte più probabile). Insomma, aver sviluppato un lato creativo e fecondo, e poi averlo assoggettato alle arcigne redini della logica non ha fatto altro che creare lo scienziato di successo.

In questo video lo stesso Grant spiega agli ansiosi genitori cosa occorre fare perché il figlio impari a essere e vivere in modo creativo. Di sicuro, spiega, serve educarlo a rispettare i valori, anziché le regole. E poi lodare il suo carattere, non le azioni: deve convincersi che è proprio nel suo animo il fatto di essere creativo. E, infine, aiutarli a trarre lezioni creative dai libri che leggono (ma si può estendere a film e altre esperienze).

Funzionerà? È difficile verificarlo. Si potrebbe vedere, forse, tra un po’. Di sicuro, quando i figli di Grant saranno cresciuti.

Potrebbe interessarti anche