Istruzioni per diventare più carismatici nel 2017

Cominciare l’anno con un proposito più originale: diventare tutti un po’ più leader. Non è facile, e i consigli in circolazione sono strampalati. Qualche buona idea c’è

Getty Images 458399784

Rob Stothard / Getty Images

15 Dicembre Dic 2016 1100 15 dicembre 2016 15 Dicembre 2016 - 11:00

Perché non voler contare di più, ricevere più attenzione, godere di più autorevolezza e – in sostanza – vivere una vita più pieno? Perché insomma non diventare in un mese più carismatico?

Il carisma, come si dice, non è una cosa fabbricabile: o lo si ha o no. Ma secondo alcuni sapientoni qualcosa si può costruire. Alcuni di questi hanno perfino scritto un libro per diffondere i propri consigli, per educare le masse. Chi li ha letti ne è rimasto soddisfatto, o almeno è quello che dichiarano in questa serie di risposte su Quora.

Secondo questi carismatici rinati, chiunque può acquisire questa forma particolare di fascino ed esercitarla sugli altri. Ad esempio, come suggerisce uno di loro, la cosa migliore è costruire autostima. Senza quella, non ci sono santi che tengano: il carisma non c’è. E allora, quale rimedio geniale viene proposto? Vestirsi bene, come piace a voi, con vestiti che sappiano “diffondere gioia”. Sarà.

Il secondo punto è quello del “gorilla”. Quando si va in giro, recita l’esperta carismatica, bisogna “immaginare di essere un gorilla”. È un consiglio un po’ bizzarro. Perché mai si dovrebbe? “Non bisogna battersi il petto con i pugni, ma immaginare di avere la stazza di un gorilla”, in questo modo “si tenderà, in modo automatico, a occupare più spazio e indurre gli altri a concedercelo”. Ah, ecco. È il training autogeno del bullo: per avere rispetto bisogna chiederlo, anche solo in modo implicito. L’idea che la power pose dia davvero potere a chi la pratica è molto diffusa ma, come si dimostra qui, è molto falsa.

Il terzo è: tieni il contatto visivo più a lungo. Forse vi prenderanno per pazzi, ma almeno vi convincerete di essere più carismatici. Si sconsiglia di farlo in Giappone, dove un atteggiamento del genere è consigliato, più che carismatico, molto – ma molto – maleducato.

La verità è che, come buon senso suggerisce, questi consigli sono del tutto strampalati. Il carisma non si costruisce (di sicuro non in un mese) con questi trucchetti da quattro soldi. Non si incute il timore che provoca un gorilla nelle persone se, in realtà, non si è un gorilla. E non si trasmette fiducia in se stessi fissando gli altri negli occhi – anzi, si dà l’idea di essere un po’ squilibrati.

Forse ha ragione questo utente, quando spiega che il carisma non è una cosa che riguarda se stessi, ma gli altri. Forse, spiega, le persone davvero carismatiche sono quelle che riescono a capire subito di cosa abbiano bisogno gli altri, e sappiano rispondere di conseguenza.

Saper fare complimenti quando servono, ascoltare quando è necessario, non parlare quando è proprio ciò di cui l’interlocutore ha bisogno. “Il carisma non riguarda te. Riguarda il fatto che tu riesca a riconoscere ciò di cui hanno bisogno gli altri e a trovare un modo per far suonare quella corda”. Se ci si concentra sugli altri forse si riuscirà a farli sentire più interessanti, più felici, più apprezzati, perfino più desiderati. Non è necessario saper dire le cose giuste, basta trovare il tono giusto. Spesso si può fare tanto per gli altri, con poco.

È un consiglio saggio, dopotutto. Non è detto che renda più carismatici, ma è un esercizio comunque utile: se non altro, vi renderà delle persone più gradevoli.

Potrebbe interessarti anche