Investimenti, la grande differenza tra strategia e tattica

Meglio scegliere un fondo a gestione attiva o passiva? La risposta dipende dal vostro orizzonte d’investimento. Se avete tempo, meglio quella passiva

Scacchi

(Tim Boyle/Getty Images)

16 Dicembre Dic 2016 1650 16 dicembre 2016 16 Dicembre 2016 - 16:50
WebSim News

Quando si vuole investire e ci si rivolge a un gestore, una scelta fondamentale è tra la gestione attiva (provare a battere gli indici) e quella passiva (replicare gli indici). Una delle discriminanti è l’orizzonte temporale che abbiamo in mente. Se è di lungo periodo, meglio affidarsi alla gestione passiva (si parla di asset location strategica). L’orizzonte di breve periodo è invece più compatibile con la gestione attiva, che trarre vantaggio dalla sottovalutazione dei mercati. Nella scelta, come sempre, bisogna tenere conto anche dei costi.

Continua a leggere su MoneyFarm

Potrebbe interessarti anche