Canzoni tristissime per superare la malinconia post-Capodanno

Ogni festa si trascina dietro un carico di tristezza. Effetto della gioia, dell’alcol, dell’agitazione. I primi giorni dell’anno sono perfetti per momenti di raccoglimento intensi, che lascino scorrere le emozioni più gravi, finché non si dissolvono

Getty Images 3379862

Three Lions / Stringer / Getty Images

2 Gennaio Gen 2017 0835 02 gennaio 2017 2 Gennaio 2017 - 08:35

Facce meste e disperazione. È l’effetto festeggiamenti, l’anima scarica di emozioni, il vuoto di chi si riprende dalle notti folli, gonfi di pentimento e malessere. L’anno nuovo, con tutte le aspettative che può richiedere, comincia sempre così. Squilibrio e spleen, pensieri plumbei, voglia di dormire. La tristezza, si sa, è un sentimento importante: accompagna attimi di calore e raccoglimento, di mani su tazze calde di tè e poltrone davanti al caminetto, tra maglioni e nostalgia. Sono momenti di malinconia nera nera, che chiedono indulgenza verso se stessi, di chiusura dal resto del mondo. Le emozioni negative devono essere diffuse, bisogna lasciar loro il dominio sulla realtà: che ingrossino e trabocchino, che scorrano nel cuore, che scendano dagli occhi.

Il primi giorni dell’anno sono così, un tormento, una disperazione terapeutica. E allora, per accompagnare questi momenti di virtuoso abbattimento, eccovi una playlist di dieci canzoni tristissime.

Nick Drake – Pink Moon

The Velvet Underground – Candy Says

Antony and the Johnsons – Hope There’s Someone

Kasabian – Goodbye Kiss

Sharon Van Etten – We Are Fine

​Nick Cave – People ain’t No Good

Bon Iver – Skinny Love

Blur – No Distance Left To Run

Sparklehorse – Sad & Beautiful World

Death Cab for Cutie – Transatlanticism

Più una bonus track, per vincere ogni possibile resistenza alla tristezza: i Radiohead dei tempi migliori

Radiohead – How to Disappear Completely

Potrebbe interessarti anche