Forte scossa di terremoto in Centro Italia

11.15 2 11.26, AVVERTITE NUOVE SCOSSE A ROMA. Alle 10.25 il sisma era stato sentito nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stato avvertito anche a Roma. La magnitudo della prima scossa è stata di 5.1, le successive di 5.4 e 5.3

Terremoto

(Fonte: Ingv)

18 Gennaio Gen 2017 1040 18 gennaio 2017 18 Gennaio 2017 - 10:40
14.00 Dispersi tre allevatori nella zona di Arquata del Tronto

Tre allevatori della zona di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) risultano dispersi. Come riferisce la Protezione civile abruzzese, in precedenza erano 15 gli allevatori con cui i familiari non riuscivano a mettersi in contatto dopo le scosse di questa mattina. Dodici di loro sono stati rintracciati. Gli altri tre non rispondono al cellulare. Le ricerche sono rese difficoltose dalla neve, che nella zona ha raggiunto in alcuni punti i due metri di altezza. «Le famiglie mi hanno chiamato perché non riescono a contattarli, ho allertato i vigili del fuoco e la forestale, stanno tentando di aprire dei varchi per raggiungere quelle zone, ci sono fino a due metri di neve, la situazione è drammatica», ha detto all’Adnkronos il sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci.

11.50 Amatrice, crollato il campanile di Sant’Agostino

Ad Amatrice il campanile di Sant’Agostino è definitivamente crollato, in conseguenza delle scosse di questa mattina. Lo riporta il sito di informazione locale Rieti Life.

11.26 Terza forte scossa, a Roma scuole evacuate e metro sospesa

Alle 11.26 c’è stata una terza scossa. Secondo l’Ingv la magnitudo è stata di 5.3. Come negli altri casi l’epicentro è stato nella zona dell’Aquila e il sisma è stato avvertito a Roma. Evidenti gli effetti negli studi romani di SkyTg24.

Le zone colpite dai terremoti degli scorsi mesi affrontano i nuovi eventi sismici in condizioni di grande disagio, a causa delle abbondanti nevicate degli scorsi giorni. Secondo il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, si tratta della «nevicata peggiore dal 1954. Abbiamo tante famiglie isolate».

All’Aquila sono stati evacuati gli edifici comunal. Chiuse le università di Macerata e Camerino.

Dopo l’ultimo evento le scuole di Roma sono state evacuate. A Roma è stato sospeso il servizio sulle linee metropolitane A e B per verifiche dopo il sisma. La notizia è stata confermata dall’Atac. Sono stati istituiti bus sostitutivi. Nella capitale è stata aperta la zona a traffico limitato del centro storico per agevolare la circolazione.

La magnitudo della prima scossa, delle 10.25, è stata ricalcolata in 5.1, dal precendete valore di 5.3.

11.15 Nuova forte scossa di terremoto, avvertita a Roma

Una nuova forte scossa di terremoto è stata avvertita, anche a Roma, alle 11.15. Segue di poco meno di un’ora quella delle 10.25 con epicentro tra l’Aquila e Rieti. Secondol’Ingv la magnitudo è stata di 5.4; anche in questo caso l’epicentro è stato nella zona dell’Aquila e la profondità di 9 chilometri.

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 10.25 in centro Italia. La scossa è stata sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stata avvertita anche a Roma. La magnitudo, secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), è di 5.3. L’epicentro è a 9 chilometri di profondità. Il sisma è avvenuto tra L’Aquila e Rieti.

"La scossa è stata di 5.3 di magnitudo, a 9 chilometri di profondità. Non ci attendiamo grandissimi crolli ma abbiamo attivato le strutture già attive. Il sisma è stato sentito in maniera chiara in tutta la zona centrale dell'Italia, anche nella capitale. Teniamo presente che in molte zone sta nevicando da diverse ore", spiega a SkyTg24 Fabrizio Curcio, capo dipartimento della Protezione Civile.

A complicare la situazione sono le abbondanti nevicate dei giorni scorsi ad Amatrice e nelle altre zone colpite dai terremoti di agosto.

Potrebbe interessarti anche