Effetto gregge e bolla delle “dot com”: che succede quando la finanza va in mano ai pecoroni

Seguire il gregge sui mercati finanziari è uno dei motivi che contribuiscono alla nascita delle bolle speculative. Così accadde nel 2000 con la bolla delle “dot com”

Montana 1316706 1920

(foto: 1632823 / Pixabay)

20 Aprile Apr 2017 1510 20 aprile 2017 20 Aprile 2017 - 15:10
Messe Frankfurt
WebSim News

Numerosi esperimenti di finanza comportamentale hanno dimostrato che, quando le informazioni sono scarse, le persone preferiscono replicare cosa fanno gli altri piuttosto che ascoltare la propria logica.

Copiare le azioni di una massa di investitori ci tranquillizza se pensiamo che gli altri possono avere accesso ad informazioni che noi non possediamo. Inoltre, siamo disposti a seguire il gregge anche a costo di screditare le nostre stesse convinzioni poiché riteniamo improbabile che un numero così grande di individui possa avere torto. Seguire il gregge sui mercati finanziari è però uno dei motivi che contribuiscono alla nascita delle bolle speculative.

Un classico esempio di bolla speculativa nata si è verificata a cavallo del nuovo Millennio, quando i titoli azionari legati al settore tecnologico registrarono una crescita straordinaria e repentina in tutto il Mondo.

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

Il Nasdaq, l'indice dei principali titoli tecnologici della borsa americana, registrò una crescita del 377% in soli 4 anni, passando dai 1.058,69 punti nel 1996 al massimo di 5.048 punti nel marzo del 2000

Potrebbe interessarti anche