Perché inglese americano e inglese britannico si scrivono in modi diversi

Le differenze dello spelling tra british e american english risalgono al XVIII secolo, quando le ex colonie decisero, anche per ragioni simboliche, di dotarsi di un sistema grafico diverso: più semplice e fresco

Schermata 2017 04 21 A 17
22 Aprile Apr 2017 0830 22 aprile 2017 22 Aprile 2017 - 08:30

In Inghilterra si scrive colour, negli Usa color. A Londra usano centre, a New York invece è corretto dire center. E così via: le differenze di spelling tra british english e american english sono note a tutti (o meglio, ormai tutti sanno che esistono). Ma quando hanno cominciato a differenziarsi? Quando la stessa lingua, cioè l’inglese, ha cominciato a essere scritta (e riconosciuta corretta) in modo diverso a seconda della geografia?

Lo racconta bene questo simpatico video di MentalFloss (nome che – si segnala – è un gioco di parole). Perché esista una grafia corretta, si spiega, serve che ci sia un’autorità condivisa che decida quale sia. Per molto tempo, nei Paesi di lingua inglese, questa autorità non è esistita. La prima – e ancora adesso la celebrano – è stata la figura del Dr Samuel Johnson, lessicografo e letterato del XVII, che elaborò un importante dizionario della lingua inglese. Il colore era colour, il centro era centre. E non solo: la magia era il magick (sì, con la “k”).

Tutto questo dura e piace fino a quando i cittadini delle colonie americane non comiciano a richiedere maggiore indipendenza. È una volontà politica, economica e, guarda un po’, anche simbolica. Si decide così di intervenire sulla lingua e, soprattutto, su quell’affare complicato che è la norma della grafia. Imagine diventa imagin, feather si tramuta in feather. È il nuovo dizionario del linguista Noah Webster, il “padre dell’educazione e della scuola americana”. Alcune sue innovazioni (quelle appena citate) non presero piede, altre sì, come l’eliminazione delle “u” da colour e il nuovo spelling di centre (che diventa center).

Anche in Uk però le cose si modificano in modo lieve: viene eliminata la “k” di magick, per esempio. Ma per il resto tutto viene lasciato inalterato. Anche per senso di sfida e di identità nei confronti della ex colonia ormai Stato indipendente (e poi dominatore del mondo e di conseguenza della stessa Gran Bretagna). Questioni di “u”, tutto sommato. O di orgoglio. E “U” di proUd.

Potrebbe interessarti anche