Spread giù e balzo dell’euro, la reazione dei mercati alle elezioni francesi

Anche nelle prossime settimane lo spread tra bond francesi e tedeschi dovrebbe ridursi, l’euro dovrebbe rafforzarsi e la volatilità nel cambio con il dollaro andrà probabilmente a diminuire

Macron Brigitte

Il bacio tra Emmanuel Macron e la moglie Brigitte Trogneux sul palco del Parc des Expositions di Parigi dopo i risultati del primo turno (ERIC FEFERBERG / AFP)

24 Aprile Apr 2017 1415 24 aprile 2017 24 Aprile 2017 - 14:15
Messe Frankfurt
WebSim News

Le elezioni francesi sono state vissute con particolare tensione dai mercati finanziari, che di solito non apprezzano l’incertezza. Ad alimentare la preoccupazione è proprio il fatto che molti dei candidati in gara, tra cui la stessa Marine Le Pen, hanno espresso durante la campagna elettorale posizioni radicali su molti argomenti. La candidata sovranista è apertamente scettica nei confronti dell’Unione Europea e propone l’uscita della Francia dalla moneta unica. Questo rischio è stato gradualmente apprezzato dai mercati nelle settimane che hanno preceduto la tornata elettorale, come dimostra la crescita di alcuni indicatori di rischio come lo spread tra i bond sul debito pubblico francese e quello tedesco.

Ora che in campo sono rimasti solamente due pretendenti, avremo un’idea più chiara delle loro reali possibilità di vittoria. Fillon e Hamon hanno già chiesto ai loro sostenitori di sostenere Macron, favorito anche dai sondaggi, mentre Mélanchon ha annunciato che non farà endorsement. Se questo sentimento sarà confermato, nelle prossime settimane l’impatto dovrebbe essere positivo. Lo spread tra bond francesi e tedeschi dovrebbe ridursi, l’euro rafforzarsi e la volatilità nel cambio con il dollaro andrà probabilmente a diminuire.

La campagna elettorale, che si preannuncia molto accesa, potrebbe però cambiare le carte in tavola e stuzzicare in senso opposto l’umore dei mercati. Il rischio economico politico a livello europeo e internazionale è purtroppo un elemento caratteristico di questa fase. Per questo è ancora più importante tenere un approccio agli investimenti diversificato e con una prospettiva di lungo termine.

Continua a leggere su Moneyfarm

Lo spread tra bond francesi e tedeschi dovrebbe ridursi, l’euro rafforzarsi e la volatilità nel cambio con il dollaro andrà probabilmente a diminuire

Potrebbe interessarti anche