Manchester, attentato al concerto: arrestato un uomo

Al termine dell'esibizione di Ariana Grande un'esplosione ha colpito la Manchester Arena: 22 vittime e oltre 50 feriti. Gli investigatori parlano di atto terroristico. Sospesa la campagna elettorale

000 OR8TT

PAUL ELLIS / AFP

23 Maggio Mag 2017 0729 23 maggio 2017 23 Maggio 2017 - 07:29
16:45 Media: il nome dell’attentatore sarebbe Salman Abedi

Lo riportano la Cbs e altri media: l'attentatore si chiamava Salman Abedi, 23 anni, già noto alle autorità britanniche. Non ci sono però conferme ufficiali. Secondo la ricostruzione del capo della polizia di Manchester, Ian Hopkins, mentre il pubblico lasciava la Manchester Arena, l'uomo ha azionato il suo ordigno tra la folla: 22 i morti, 59 i feriti, tra questi almeno 12 sono bambini sotto i 16 anni.

14:30 Manchester, una delle vittime aveva otto anni

La vittima più giovane scoperta fin'ora è Saffie Rose Roussos, otto anni. Tra i 59 feriti bel 16 hanno meno di sedici anni, come ha dichiarato David Ratcliffe, direttore del servizio di ambulanze locale.

12:55 Manchester, arrestato un uomo. Sarebbe collegato all’attentato

La polizia inglese avrebbe arrestato un uomo di 23 anni collegato con l’attentato di ieri sera alla Manchester Arena che ha provocato 22 morti.

12: 36 Theresa May: "La polizia conosce il nome dell’attentatore"

Il primo ministro inglese Theresa May, nella sua dichiarazione, rende noto che la polizia inglese conosce l’identità dell’uomo che ha compiuto l’attacco ma prima di confermarne il nome deve fare ulteriori accertamenti.

12:30 Boato forte vicino a un centro commerciale

Panico anche nel centro commerciale di Arndale, a poche centinaia di metri dalla Manchester Arena, luogo dell’attentato di ieri sera. La zona sarebbe stata evacuata e la polizia, dopo aver sparato, avrebbe arrestato una persona, ma – specifica – non sarebbe legata agli eventi di ieri sera.

09:27 Il bilancio dei morti sale

Il numero dei morti alla Manchester Arena è al momento di 22

In un istante un momento di festa si è trasformato in un nuovo tragico capitolo di dolore e terrore. Al concerto della popstar Ariana Grande alla Manchester Arena un’esplosione ha provocato 19 morti e oltre 50 feriti. Alle 22, 35 (23, 35 in Italia) la seconda location per concerti più grande d’Europa, stipata di giovanissimi, è stata squassata da una detonazione. 59 persone sono state portate in sei ospedali della zona, che è stata transennata.
Al momento non ci sono conferme ufficiali sull’identità delle vittime.

Gli investigatori trattano il caso come un attacco terroristico.
La Cnn ha parlato di un probabile attacco kamikaze nel foyer della struttura, altri riferiscono di un ordigno con chiodi, ma non ci sono conferme.
La popstar americana Ariana Grande, tramite il suo portavoce, ha fatto sapere di essere illesa, ma “devastata dal dolore”.
La premier britannica Theresa May ha condannato l’«orribile attacco terroristico», e ha convocato per stamattina il comitato britannico di emergenza per la sicurezza.
La campagna elettorale per le elezioni dell’8 giugno (tappa fondamentale per la Brexit) è stata sospesa.
Nella notte hanno cominciato ad arrivare i messaggi di solidarietà dei vari premier mondiali, dal primo ministro canadese Justin Trudeau, al presidente cinese Xi Jinping.

Potrebbe interessarti anche